Renault Scénic XMod Cross, prova su strada

Il crossover del segmento C dal look molto personale si rinnova

Il restyling di quest’anno interessa tutta la gamma dei modelli Scénic, inclusa la XMod e la XMod Cross. Cambiano il frontale e vengono aggiornate le dotazioni. Immutata la straordinaria abitabilità della media monovolume francese.

Abbiamo testato non molto tempo fa la Captur, un Crossover che Renault ha sviluppato sulla base della Clio. Sulla carta sembra quasi assurdo che a listino, lo stesso produttore abbia due vetture che potrebbero sembrare simili, in realtà la differenza è notevole, le dimensioni della Scénic XMod Cross crescono di molto, sia fuori che dentro. Oltre a questo il design è totalmente diverso. Più moderno e modaiolo quello della Captur, più caratteristico ed a tratti un po’ retrò quello della Scénic XMod Cross. La media monovolume stupisce per l’abitabilità e per la “cubatura” interna.

Design e Interni:

Rating: ★★★☆☆ 

Look forte, non lascia certo indifferenti
SONY DSC

Quando siamo di fronte ad auto dal look un po’ particolare, i pareri possono essere discordanti. Difficilmente ci lasciano indifferenti, nel bene e nel male. La versione XMod Cross della Scénic è così, ha un suo carattere e deve quindi piacere. Oggettivamente è sicuramente stato fatto un buon lavoro a livello di linee, visto e considerato che maschera egregiamente le dimensioni abbastanza importanti. Solo nel parcheggiarla ci si rende conto che è un’auto larga ben 1 metro e 85. La prima generazione della Scénic, presentata nel 1996, fece anch’essa un po’ discutere per il suo design particolare, ma piacque al punto di avere un grosso successo di vendite. Ne sono state vendute, da allora fino ad oggi, oltre 4 milioni, di cui un 10% abbondante in Italia. La moltiplicazione di modelli e di versioni in corso negli ultimi anni, ha portato Renault a studiare una Crossover su base Scénic, da affiancare alla più piccola Captur. A differenziarla dalla Scénic “standard”, oltre a loghi ed adesivi, ci pensano particolari “vistosi” come le barre sul tetto, le protezioni lungo la fascia bassa della fiancata, oltre al portellone ed alla calandra ridisegnati. Tutti particolari da offroad, anche se lei resta una trazione anteriore, ma con un assetto rialzato di 3 centimetri e carreggiate leggermente allargate.

Interni: Spaziosi e confortevoli, grande attenzione all’abiltabilità
SONY DSC

I principali punti di forza di questo modello sono lo spazio interno e l’abitabilità. L’abitacolo è particolarmente alto e lo spazio davvero abbondante. La versatilità e lo spazio sono da record, con sedili regolabili singolarmente ed estraibili, ed una capacità del bagagliaio di ben 555 litri in configurazione standard. In base a come si posizionano i sedili può infatti variare da 470 fino a 1.870. Quando si sale a bordo si nota subito la plancia, che ricorda quella rivoluzionaria introdotta inizialmente dall’Espace, con grande distanza tra guidatore e strumentazione. Soluzione che era innovativa alcuni anni fa, ora forse un po’ fuori dai tempi. In realtà dopo un po’ di tempo al volante si apprezza lo spazio ampio ed il volume generoso, rivalutando in parte il giudizio iniziale. Il touch screen, vista la distanza, è di difficile utilizzo, motivo per il quale Renault ha previsto un ulteriore comando per il sistema di infotainment, con un joystick e dei tasti, posti nella zona del comando del freno a mano. Molte funzionalità sono gestibili anche con i comandi al volante. Avere più possibilità è sempre un’arma a doppio taglio, è infatti abbastanza macchinoso prendere dimestichezza con i comandi, che richiedono quindi, almeno inizialmente, un po’ più di attenzione. Davvero ottima la dotazione di serie, troviamo l’ormai onnipresente R-Link, con oltre 50 applicazioni installabili, impianto audio Bose, la connessione Bluetooth per vivavoce dello smartphone, ma anche navigatore Tom Tom, lettore multimediale, comandi vocali, climatizzatore bizona, sensori di parcheggio, keyless, start&stop, assistente di corsia che avvisa in caso di cambio corsia involontario (leggi senza l’utilizzo della freccia), tergi e luci automatiche e molto altro. Non ci hanno lasciato molto soddisfatti i sedili, rivestiti in ecopelle e tessuto. Se il primo materiale non è bellissimo al tatto e a vedersi, ha il grosso vantaggio di essere facilmente lavabile e molto pratico, soprattutto quando i passeggeri sono bambini e/o animali domestici. La presenza di una fascia centrale in tessuto vanifica però il potenziale vantaggio dell’utilizzo di questo materiale, rendendola una scelta alquanto discutibile.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★½☆ 

Comfort e buona tenuta di strada, ottima per lunghi viaggi
renault_scenic_xmod_cross_test_drive_2013_dinamica

Fa il suo debutto sulla Scénic XMod Cross il sistema di controllo della trazione Extender Grip. Si può scegliere una delle tre modalità tra No Grip, Expert o Standard e, anche senza la presenza della trazione integrale, ci si riesce a districare in situazioni al limite, con fondi innevati, fangosi e a bassa aderenza. Questo anche grazie alla presenza di ottimi pneumatici M+S, i più idonei per la XMod Cross. Nella modalità Expert è il guidatore a gestire tutta la coppia del motore, ma rimane comunque attivo l’ESP. Nelle altre due modalità è l’elettronica a “tagliare” l’esuberanza del motore, che può diventare eccessiva rispetto alle condizioni di aderenza. Controlli elettronici a parte l’assetto della vettura è ottimo, con una buona tenuta di strada, anche con l’altezza da terra maggiorata rispetto alla Scénic standard. L’aumento dell’altezza comporta una riduzione di rigidità delle sospensioni, più comode sulle asperità, ma con un rollio ed un beccheggio leggermente incrementati. Il cambio manuale a 6 marce non è dei più sportivi ma ci è parso comunque di buon livello, con un’escursione non eccessiva, innesti precisi ed una rapportatura corretta. Buono il feeling con lo sterzo, servoassistito elettricamente, che si è rivelato più preciso di quanto non fosse lecito aspettarsi. La dote migliore della XMod Cross resta la comodità, si viaggia in pieno comfort anche in 5 con bagagli, e per lunghe percorrenze, grazie ad una cubatura interna al top di categoria, a dotazioni di livello ed agli ottimi sedili.

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★☆ 

Motore top di gamma, 130 cavalli e tanta coppia
SONY DSC

Sono cinque le motorizzazioni previste per la Scénic XMod Cross, due a gasolio e tre a benzina. Si parte dall’aspirato 1.6 da 110 cavalli, a cui si affiancano quattro unità della famiglia Energy, più moderne e parche nei consumi. L’utilizzo della sovralimentazione e dell’iniezione diretta, consente, prendendo ad esempio le due unità benzina, l’1.6 litri da 110 e il 1.2 da 115 cavalli, di incrementare la potenza, malgrado la riduzione di cilindrata, e di ridurre drasticamente i consumi, nell’ordine del 25% in meno. Lo stesso 1.200 viene proposto anche in versione 130 cavalli. I 2 diesel sono invece un 1.500 ed un 1.600, entrambi dotati di ottimi valori di coppia, 260 e 320 Nm, erogata sempre a soli 1.750 giri. Le potenze sono rispettivamente di 110 e 130 cavalli. Proprio quella al top, da 130 cavalli, è la motorizzazione dell’esemplare in prova, a cui non mancano certo ripresa e spunto. Significativo il dato sull’accelerazione da 0-100, che viene bruciato in 10,3 secondi. La velocità massima dichiarata è di ben 195 km/h. La generosa potenza, ma soprattutto la vigorosa coppia del propulsore, le bastano per riprendere bene anche a pieno carico senza mai rendere obbligatorio scalare la marcia. Il peso a vuoto non banale, di 1.511 kg, non è un problema. Ottimo il regime a 130, particolarmente basso, a tutto vantaggio del comfort di marcia.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★☆ 

Parca nei consumi, il prezzo di listino della versione in prova è decisamente impegnativo
SONY DSC

La Renault Scénic XMod Cross ha un prezzo di partenza di 21.700 euro nella versione 1.6 benzina da 110 cavalli. Con 24 mila euro vi portate a casa la motorizzazione probabilmente più interessante, la dCi 1.5 sempre da 110 cavalli. Noi avevamo in test il modello più potente, ma anche più costoso. Seppure con una dotazione di serie davvero molto completa, il prezzo di listino non è da poco, sfiorando i 28 mila euro. Per quanto concerne i consumi si è invece rivelata particolarmente parca, soprattutto su percorsi autostradali a velocità costante. A 130 km/h siamo intorno ai 18 con un litro, ma anche in città il dato resta comunque contenuto, attestandosi su un consumo medio, reale ed indicato dal computer di bordo, di circa 16-17 chilometri con un litro di gasolio. Ottima l’autonomia, grazie al serbatoio da 60 litri. Una nota ai costi di manutenzione, che promettono di essere davvero molto contenuti. Renault indica infatti in 30 mila km gli intervalli per il cambio olio, in ben 60 mila per la sostituzione del filtro del gasolio e addirittura 300.000, praticamente a vita, quello per il filtro antiparticolato.

In conclusione
SONY DSC

La versione Crossover della rinnovata Scénic ci ha saputo stupire per la sua versatilità e praticità. L’esemplare in prova era il top di gamma, con motorizzazione a gasolio da 130 cavalli, ed un prezzo forse un po’ troppo impegnativo. La dCi 1.5 a gasolio ha invece una maggiore “appetibilità”, grazie ad una ottima dotazione ed un prezzo più contenuto. Nella scelta fate attenzione al colore, a nostro parere bianca diventa decisamente più apprezzabile, piuttosto che nella tonalità dell’esemplare in prova, ma i gusti sono personali.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Abitabilità al topAlcuni particolari decisamente poco moderni e design un po’ particolare

Renault Scénic XMod Cross: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★½☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★½☆ 
Tenuta di Strada:★★★½☆ 
Comfort:★★★★☆ 
Posizione di guida:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★½☆ 
Consumi:★★★★½ 

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati