Mercedes-Benz CLS 63 AMG Tuning by Mode Carbon

Kit aerodinamico su misura

Mode Carbon presenta un kit estetico e aerodinamico per la Mercedes-Benz CLS 63 AMG
discreto e di facile montaggio

La Mercedes-Benz CLS 63 AMG è una coupé quattro porte superlativa, allestita dal prestigioso reparto sportivo della Casa tedesca; possiamo considerarla una sorta di In House Tuning, dato che è una evoluzione di un modello di serie, ma per qualcuno, come Mode Carbon, il lavoro fatto da AMG non è che un punto di partenza.

Mode Carbon è un tuner newyorkese, specializzato, come anticipa il suo nome, nella lavorazione della fibra di carbonio e altri materiali compositi; la trasformazione che la factory americana ha previsto per la Mercedes-Benz CLS 63 AMG è un “abito” sartoriale, cucito su misura per la sportiva tedesca e che non ne stravolge le linee, ma la caratterizza conferendole ancor più grinta. Una caratteristica del kit estetico è l’utilizzo degli attacchi di serie per l’installazione dei pezzi custom, assicurando quindi un montaggio rapido e agevole.


Il frontale della sontuosa tedesca è stato modificando sostituendo gli elementi inferiori con una presa d’aria più ampia e un lip ancor più proteso verso l’asfalto rispetto al modello originale; in maniera analoga è stato installato un diffusore al posteriore, oltre ad un profilo più vistoso, il pezzo ospita una luce di stop supplementare. Sempre in coda è stato aggiunto un contenuto spoiler al margine del portellone, rifinito in glossy black l’elemento aerodinamico rende ancor più distinguibile la creazione Mode Carbon,


La trasformazione è ultimata con la sostituzione dei cerchi in lega con quattro grossi HRE Wheel, azienda californiana specializzata in cerchi sportivi forgiati. I nuovi elementi lasciano bene in mostra il potente impianto frenante della sportiva Mercedes.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati