Mercedes Classe C MY 2015: più leggera, più potente e persino ibrida

Tutte le foto e i dettagli della novità tedesca per Detroit

Mercedes Classe C MY 2015 - Arriva la quarta generazione di una delle vetture di maggior successo della Stella, con nuovi motori (anche ibridi) e un pieno di tecnologia a bordo

Iniziamo la nuova settimana con una grandissima novità: la Mercedes Classe C, che debutterà con il suo model year 2015 al prossimo Salone di Detroit di gennaio e che nelle scorse ore ha ufficialmente fatto circolare sia le prime foto che i dettagli ufficiali circa le sue prestazioni e le sue caratteristiche. In attesa di poterla vedere dal vivo al motor show statunitense, non possiamo fare a meno di notare come questa nuova Classe C, uno dei modelli maggiormente apprezzati di tutta la produzione di Stoccarda, si sia rinnovata e modernizzata, presentando una serie di idee di alta tecnologia che senza dubbio la manterranno viva all’interno del segmento premium del mercato.

Non vogliamo esagerare, ma non siamo gli unici nel settore a paragonare questa Classe C con una sorta di “piccola” Classe S. Miglior complimento sarebbe difficile farlo, in quanto una simile definizione sarebbe sinonimo di esclusività nelle dotazioni e potenza nel motore. Proprio da questa caratteristica vogliamo partire, dato che sulla nuova Classe C MY 2015 troveremo alcune unità davvero notevoli. L’entry level già di suo rappresenta qualcosa di profilo davvero alto. Stiamo parlando di un 1.600 turbo con una potenza massima di 156 CV e una coppia di 250 Nm, in grado di passare da 0 a 100 nel giro di 8,2 secondi e di consumare nel ciclo combinato 5 litri di combustibile in 100 km, a fronte di emissioni di CO2 da 116 g/km. Un motore davvero notevole per essere di prima fascia, per cui non sorprende che, alzando il tiro, si riesca a fare qualcosa di meglio. Sulla C 200 avremo a che fare con un 2.000 turbo da 184 CV, capace di una coppia massima di 300 Nm. Con simili dotazioni lo 0-100 viene coperto in 7,5 secondi, mentre consumi ed emissioni aumentano solo in modo abbastanza contenuto (i primi arrivano a 5,2 litri/100 km, mentre le seconde si assestano sui 123 g/km). La dotazione di motori a benzina si arricchirà ulteriormente in futuro, dato che arriveranno due nuove unità: il 2.000 turbo di cui abbiamo già parlato si potrà acquistare anche con potenza da 238 CV, mentre il top della gamma sarà rappresentato dal V6 da 3.000 cc con doppio turbocompressore e potenza da 333 CV.

Discorso a parte meritano i diesel che saranno a disposizione della nuova Classe C. La base sarà rappresentata dal nuovo 1.600 turbodiesel, che Stoccarda ha deciso di presentare con due diverse versioni. La prima è in grado di sviluppare una potenza massima di 115 CV e una coppia di 280 Nm, mentre la seconda arriva a 136 CV e tocca un apice di coppia di 320 Nm. Ancora più potente sarà il BlueTec che verrà dedicato alla C 220, un 2.100 con potenza da 170 CV e coppia da 400 Nm, in grado di completare lo 0-100 in 8,1 secondi e di consumare nel ciclo combinato solo 4 litri/100 km di gasolio, a fronte di emissioni di 103 g/km. Il top di gamma, però, deve ancora arrivare, in quanto sarà il 2.100 biturbo da 204 CV, che presenterà anche una coppia di ben 500 Nm. Chiudiamo il discorso motori, però, con una vera grande novità: la Classe C MY 2015 ibrida. Anzi, due ibride! Sono infatti in coppia le motorizzazioni con “aiutino elettrico” che troveremo nelle concessionarie della Stella. La prima, la C 300, sarà caratterizzata da un motore di base a quattro cilindri da 2.1 litri biturbo diesel, che da solo può già garantire una potenza da 204 CV, ma che con il motorino elettrico salirà fino a 231 CV con consumi da appena 3,9 litri/100 km. La seconda ibrida è stata confermata, ma è ancora avvolta nel mistero. Sappiamo solamente che sarà un’inedita Hybrid Plus, ma speriamo che a Detroit la Stella possa fornirci qualche dettaglio aggiuntivo.

Esaurito il discorso motori, è giunto ora il momento di parlare dell’estetica, del design e del comfort. È evidente che, nonostante la Classe C rappresenti una delle medaglie al valore del marchio, i tecnici abbiano voluto rinnovarsi al massimo, presentando una vettura ripensata dalle fondamenta. Ci troviamo davanti ad un’auto che ha passato una discreta dieta dimagrante con un alleggerimento da 100 kg e un’aerodinamicità che con il suo Cx da 0,24 rappresenta un vero e proprio record per il suo segmento. Dal punto di vista delle dimensioni, la Classe C è sensibilmente più grande della sua antenata, con una lunghezza di 469 cm (9 in più rispetto al passato e concentrati soprattutto nel passo da 284 cm, aumentato di 8) e una larghezza di 181 cm (aumentata di 4 cm). Di questo aumento di dimensioni ne ha beneficiato soprattutto il bagagliaio, che ora può vantare una capienza base di 480 litri. L’alleggerimento della struttura è dovuto in grandissima parte all’utilizzo massiccio dell’alluminio nella struttura generale dell’auto. Secondo i dati forniti da Mercedes, ora questo materiale costituisce la metà esatta della vettura. Grandi progressi sono stati fatti anche per quanto riguarda la rigidità del mezzo e persino la sicurezza passiva, con una cellula centrale definita “indeformabile” dalla casa tedesca, per la protezione dei passeggeri. A tutte queste novità sono anche da aggiungere a livello strutturale il nuovo avantreno a quattro bracci con tripla regolazione e, tra gli optional, le nuove sospensioni pneumatiche Airmatic.

Per quanto riguarda il comfort, la nuova Classe C MY 2015 sarà proposta in tre allestimenti diversi, ai quali si potranno aggiungere anche le due varianti della maschera frontale. Gli allestimenti sono i classici Sport, Exclusive e Premium. Queste naturalmente forniscono una ricca dotazione di materiali di alta qualità e di comfort, ma ciò che maggiormente attirerà lo sguardo di chi salirà su quest’auto sarà il sistema di infotainment, completamente rinnovato. Sarà disponibile con uno schermo da 7 o da 8,4 pollici e si potrà interagire con lui attraverso il touchpad con riconoscimento della scrittura a mano libera. Le informazioni principali della vettura saranno visualizzabili anche sul nuovo Head Up Display, mentre il software vero e proprio dell’infotainment presenterà numerose funzioni come il navigatore GPS basato sulla cartografia di Google Maps con inedita modalità Drive Show. Oltre a questo saranno disponibili numerosissime app in perfetto stile tablet, da Google Street View a Facebook. Chiudiamo parlando delle dotazioni di sicurezza attiva, come l’Intelligent Drive (che debutta sulla Classe C), l’Attention Assist e la frenata d’emergenza Collision Prevention Assist. Particolarmente utile in città è lo Stop & Go Pilot, un sistema che consente di seguire le colonne del traffico autonomamente fino ad una velocità di 60 km/h, consentendo al guidatore di non doversi stancare caviglie e gambe con continue ripartenze e frenate. Non mancano i sensori per il parcheggio con telecamera, ampliabile fino a 360° grazie al Bird View.

Mercedes al momento non ha ancora svelato né il prezzo, né la disponibilità della Classe C MY 2015, ma è sicuro che ne sapremo di più in questo senso a partire dal prossimo gennaio.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati