Mercedes CLA 220 CDI Sport – Prova su strada

Oltre al design innovativo, ha un’aerodinamica da record

Mercedes CLA - La linea da coupè ed una abitabilità interna al top, per una vettura davvero particolare. Ci aveva colpito al salone dell’auto di Ginevra, senza però convincerci al 100%. Dal vivo e, soprattutto, al volante, riesce a levarci tutti i dubbi. La CLA è davvero un’ottima auto, comoda, sportiva, originale e dal prezzo, rapportato alla qualità ed al prestigio, decisamente interessante.

Ammettiamolo, l’idea di aggiungere il terzo volume alla classe A, così come per altre soluzioni di questo tipo di altre case, non ci aveva inizialmente convinto troppo. Le piccole tre volumi non hanno mai riscosso gran successo sul nostro mercato. Tant’è che, in molti casi, non sono nemmeno state commercializzate in Italia, dove continuano a piacere le station wagon, molto più che le berline. Quando i nostri numeri erano ben più importanti il gusto italiano la faceva da padrone, e proprio le station sono divenute auto dall’estetica piacevole grazie alle matite dei designer italiani, non più “carri funebri” come venivano da molti definite fino agli anni ’80. A volte però qualcuno riesce a sconvolgere, con successo, il concetto. La CLS alcuni anni fa ne è stato un esempio, la versione shooting brake ha ulteriormente conquistato il gusto di molti, osando senza eccedere nel cattivo gusto. In Mercedes è nata così l’idea di applicare il medesimo concetto alla piccola di casa. Nasce così, sulla base della Classe A, una coupè compatta, ma nemmeno troppo vista la lunghezza di 463 cm e, soprattutto, i 270 di passo, dal look molto originale e che sembra convincere sempre di più.

Design e Interni:

Rating: ★★★★½ 

Aggressiva , ma molto elegante,
SONY DSC

Quando i designer osano un po’, con idee nuove, inizialmente non si riesce ad apprezzare al 100% il risultato, occorre “farci l’occhio”. Spesso poi l’impressione è radicalmente diversa quando si rivede per strada un’auto che all’interno di un salone non ci aveva convinto. Per la CLA è stato così, non ci aveva entusiasmato a Ginevra, lo ha fatto nella prova su strada. Anche i passanti sembrano apprezzare, i primi esemplari sono già in circolazione, ma la curiosità è ancora molta. Le linee tese si sposano con forme sinuose e curve morbide. Oltre ad essere piacevole da guardare, la CLA è anche un’auto con un coefficiente aerodinamico da record, appena 0,22 il valore del CX. Il risultato non è casuale, ma frutto di una cura maniacale di ogni dettaglio aerodinamico, inclusi i flussi interni e della parte inferiore della scocca, oltre a tutti i vetri, che sono a filo della carrozzeria. Il tetto ad arco, soluzione praticamente identica a quella della sorella maggiore CLS, ne fa una coupè a 4 porte, con un terzo volume appena accennato, che le regala però un bagaglio decisamente più capiente della Classe A da cui deriva. Al tempo stesso la curvatura del tetto rende il tutto più armonioso. Il baule non sembra affatto un pezzo “aggiunto” come in altri casi, ma si integra nel complesso della linea della vettura. Le forme del tetto, del lunotto e del baule sono unite, senza soluzione di continuità, quasi a formare un elemento unico. Ognuno ha i suoi gusti, ma sembra oggettivamente la piccola tre volumi più riuscita del momento. A completare l’estetica dell’esemplare in prova alcuni particolari che rincarano la dose di sportività, già sottolineata, ad esempio, dalle gobbe sul cofano o dalla griglia sulla calandra, oltre che dalle linee della vettura. Ci riferiamo in particolar modo al doppio scarico e alla generosa gommatura, su cerchi da 18”.

Interni: Qualità Mercedes, sedili sportivi e grande abitabilità
SONY DSC

Gli interni sono decisamente all’altezza del blasone della casa teutonica. Ottima la scelta dei materiali, che trasmettono una sensazione di qualità, oltre che di sportività. In particolar modo i sedili con poggiatesta integrati, inclusi quelli posteriori, insieme alle cinture rosse, sono decisamente racing. Forse troppo per i gusti di qualcuno. Bello, molto, il volante a tre razze con la parte inferiore appiattita. Integra vari comandi del buon impianto di infotainment, che è completo e funzionale. Si naviga principalmente, oltre che con comandi vocali, con la rotella posta sul tunnel centrale, visto che il display non è un touch. Display che è posto al centro del cruscotto come elemento non integrato, quasi fosse un componente after market, soluzione che può piacere o non piacere, ma che Mercedes ormai propone su buona parte della sua gamma. I comandi di frecce, fari e tergicristalli sono i classici Mercedes, posti tutti sulla sinistra, mentre a destra troviamo una levetta per gestire il cambio automatico. Decisamente capiente il bagagliaio, 470 litri, con un comodo spazio sotto al pianale, davvero utile e anch’esso con una discreta capacità.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★☆ 

Assetto rigido, non comodo ma senza essere insostenibile sulle sconnessioni
SONY DSC

I cerchi da 18” non aiutano certo l’assetto, già rigido di suo, ad assorbire le imperfezioni del fondo stradale. La CLA resta pur sempre una Mercedes, è sportiva, ma non diventa scomoda. Guidarla è piacevole, sia che si viaggi con un filo di gas, sia che si opti per uno stile più sportivo. L’assetto è abbastanza piatto, lo sterzo molto preciso e l’impianto frenante non va mai in difficoltà. Inutile negarlo, i puristi della trazione posteriore non apprezzeranno certe reazioni nella guida al limite, ma la stragrande maggioranza dei clienti che compreranno la CLA nemmeno si accorgerà che la trazione è sulle ruote anteriori. Merito di un gran telaio e di soluzioni che le consentono di avere una ottima trazione anche su fondi viscidi. Non a caso Mercedes ha optato per la trazione integrale obbligatoria solo per la versione al top, la 45 AMG, ma con le ruote posteriori che diventano attive solo ed esclusivamente quando le anteriori, da sole, non riescono a scaricare a terra tutti i 360 cavalli. Con motorizzazioni meno esasperate è difficile metterla in crisi. Da segnalare la dotazione al top dal punto di vista tecnologico, inclusa una soluzione per evitare i rischi da colpo di sonno: un cicalino che segnala l’avvicinamento troppo repentino al veicolo che ci precede. Da non dimenticare, anche dal punto di vista del comfort di marcia, i risultati dell’attento studio aerodinamico che sta dietro alla progettazione della CLA. Non sono avvisabili fruscii aerodinamici, a nessuna velocità, nemmeno da autobahn tedesca!

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★☆☆ 

170 cavalli, ma soprattutto 350 Nm già disponibili ad appena 1400 giri
SONY DSC

Il 2,1 litri a gasolio è presente su molti modelli Mercedes ed in questa versione da 170 cavalli si fa amare per le sue doti. Ricco di coppia fin da bassissimi regimi, è un ottimo aiuto per un elevato comfort di marcia quando si viaggia ad andature tranquille, senza obbligare il cambio automatico a scalare rapporto. La sua indole sportiva esce allo scoperto quando si passa ad una guida più sportiva. I dati parlano da soli, con una velocità massima di ben 230 km/h e 8,2 secondi per bruciare lo 0-100. Il dato della velocità è sorprendente, ed è merito principalmente del cx da record. Pensate che, a pari potenza, una vettura “standard”, il cui coefficiente aerodinamico si attesta su 0,29-0,30, perde ben 15 km/h. Le prestazioni sono merito anche dell’ottimo cambio 7G DCT. Il 7 marce a doppia frizione è rapido, ma anche comodo nel traffico. A nostro avviso ha una sola pecca: anche utilizzandolo in modalità manuale, tende a comportarsi sempre come un automatico, passa da solo al rapporto superiore quando si arriva al limitatore, a quello inferiore se il regime scende troppo, ma soprattutto, dopo 10 secondi senza cambiate torna da solo in modalità automatica. Da dire anche però, che oltre ad essere molto rapido nelle cambiate, è ottimamente rapportato e consente di tenere un regime contenuto ai classici 130 km/h.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★½ 

Prezzo contenuto rispetto alle caratteristiche, consumi davvero molto buoni
SONY DSC

Il listino di questa piccola coupè 4 porte premium, in questo allestimento, è di 40.630. Non sono pochi, ma nemmeno molti rapportati al blasone, alle dotazioni ed alle caratteristiche della CLA. Ottima la dotazione di serie, l’esemplare in prova, ad esempio, era dotato di otional per una cifra davvero esigua, rispetto a quanto siamo abituati su auto del parco stampa, a dimostrazione del fatto che, già di serie, fa la sua ottima figura. La CLA 220 CDI è decisamente parca nei consumi. Anche qui il merito è, almeno in parte, dell’aerodinamica, che ha consentito di avere una rapportatura più lunga, a vantaggio anche dei consumi. Il 2.1 diesel offre percorrenze medie, anche andandoci con il piede abbastanza pesante, nell’ordine dei 16-17 chilometri con un litro. I due estremi sono i 13 con un litro per i percorsi urbani, e ben 25 chilometri con un litro di gasolio alla velocità costante di 110 km/h. Ma è nel confronto con la concorrenza a velocità più elevate che le differenze diventano importanti. A 130 percorre oltre 16 km, a 150 14,1. Davvero sorprendente, visto che siamo comunque su un’auto lunga 4,63 metri e di oltre 15 quintali di peso. Buona l’autonomia, anche se 50 litri sono una capienza un po’ ridotta per il serbatoio di questa CLA.

In conclusione
Se volete una tre volumi premium compatta questa, a nostro parere, è la migliore dal punto di vista estetico. Una vettura completa e di personalità, con tanta qualità ed una dotazione di serie ottima.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Linea innovativa ed originale, sportiva, ma anche molto eleganteUn po’ troppo rigida sulle asperità

Mercedes CLA 220 CDI: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Ripresa:★★★★☆ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★½ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★½ 
Qualità/Prezzo:★★★★½ 
Design:★★★★★ 
Consumi:★★★★½ 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati