Infiniti Q50 Eau Rouge Concept, al Salone di Detroit 2014 il prototipo al sapor di Formula 1

Premessa di un bolide di serie da 500 CV

Infiniti Q50 Eau Rouge Concept - Porta il nome della nota curva del circuito di Spa e promette velocità e adrenalina da Formula 1, con queste premesse la nuova concept car sportiva di Infiniti si è presentata al grande pubblico in occasione del Salone di Detroit.

Al Salone di Detroit 2014 Infiniti ha svelato il frutto della “contaminazione da Formula 1”  figlio della collaborazione con Sebastian Vettel. Si tratta della Q50 Eau Rouge, un prototipo sportivo che vuole puntare a mescolare lo stile e l’eleganza del marchio di lusso giapponese con i miglioramenti prestazionali derivanti dallo stretto lavoro che il Campione del Mondo di Formula 1 ha svolto e continua a svolgere con Infiniti.

A premettere la vocazione “corsaiola” della nuova concept car di Infiniti c’è il nome, ovvero quell’Eau Rouge che altro non è che un richiamo alla famosa curva del tracciato belga di Spa-Francorchamps. La vettura si è presentata sul palco del NAIAS con una carrozzeria audace non solo nelle forme ma anche a livello cromatico, con un rosso-amaranto accesso esaltato dagli elementi del kit aerodinamico che include tra le altre cose il tetto ed il cofano in fibra di carbonio, oltre ai cerchi in lega da 21 pollici e ad un “chicca” da monoposto sul posteriore: la luce di frenata posizionata centralmente ed in basso, come in Formula 1.

Gli interni puntano sul mix bicolore rosso/nero per esaltare un abitacolo altamente sportivo nel quale spiccano i sedili sportivi, il volante ridisegnato e i numerosi inserti in fibra di carbonio rossa. Per quel che riguarda l’aspetto prestazionale al momento Infiniti lascia tutto all’immaginazione degli appassionati, non avendo rivelato informazioni a riguardo. Il marchio giapponese ha comunque anticipato che se la Q50 Eau Rouge dovesse andare in produzione, come è molto probabile, sotto il cofano dovremmo attenderci un propulsore da almeno 500 CV e 812 Nm di coppia massima.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati