Auto senza assicurazione: dal 15 febbraio i numeri di targa a disposizione delle forze di polizia

Auto senza assicurazione: dal 15 febbraio i numeri di targa a disposizione delle forze di polizia

Controlli incrociati per scovare i furbetti dell'RC Auto

Controlli su auto senza assicurazione - Tra due settimane via ai controlli a tappeto per identificare i veicoli senza assicurazione. Dopo l'avviso il proprietario ha 15 giorni di tempo per assicurare il veicolo, in caso contrario sono previste multe che vanno da 841 euro a 3.366 euro fino al sequestro dell'auto.
Auto senza assicurazione: dal 15 febbraio i numeri di targa a disposizione delle forze di polizia

Individuare e punire i proprietari dei veicoli privi di copertura assicurativa adesso sarà molto più semplice. A partire dal 15 febbraio i numeri di targa di tutti i veicoli senza assicurazione saranno a completa, costante e aggiornata disposizione della forze di polizia. A darne oggi l’annuncio è stato Erasmo D’Angelis, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, intervenuto a Roma alla presentazione della “Fabbrica delle patenti”.

Tra un paio di settimane dunque il Ministero dell’Interno e le Forze dell’ordine (nazionali e locali) avranno a disposizione i numeri di targa e i nomi degli intestatari di tutte le auto senza assicurazione, questo grazie all’incrocio fra i dati della Motorizzazione civile, dunque sia sulle immatricolazioni che sulle revisioni, e quelli in possesso delle compagnie assicurative.

Cosa succede quando le forze di polizia individuano un auto priva di assicurazione? A spiegarlo è D’Angelis: “Senza accanimento vessatorio verrà comunicato ai cittadini interessati che entro 15 giorni dovranno rimediare pena il pagamento di sanzioni che vanno da un minimo di 841 euro a un massimo di 3.366 euro fino al sequestro dell’auto. Basterà la documentazione fotografica“.

Il nuovo strumento di controllo, che il sottosegretario ha definito la piattaforma tecnologica più avanzata d’Europa per questo tipo di accertamenti, consentirà di mettere in atto una lotta ancora più efficace contro le frodi assicurativi e contro tutti coloro che circolano con auto senza assicurazione. Si stima che in Italia sono circa 4 milioni i veicoli privi di copertura assicurativa, un numero elevatissimo che regala all’Italia il primato negativo europeo relativamente a irregolarità e infrazioni. Come ha ricordato lo stesso D’Angelis, “i proprietari di veicoli non assicurati creano problemi enormi a migliaia di italiani onesti per l’impossibilità di risarcimento dei danni ad auto e persone causati da incidenti stradali”.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Assicurazioni

    Lascia un commento

    2 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Luca ha detto:

      Fantastico! Con questa nuova legge ci danno ufficialmente il permesso di circolare senza assicurazione! Magari ci va bene per un anno o anche più. Quando ci beccano abbiamo 15 giorni per assicurare il veicolo. Non male! Credo che tutti i furfanti e i furbetti ne saranno molto felici. E di certo il fenomeno della pirateria stradale aumenterà notevolmente (chi non ha l’assicurazione non ha nessun interesse a fermarsi dopo aver causato un incidente…). Ecco come lo stato italiano intende aiutare i cittadini a contrastare il caro assicurazioni! Come sempre gli onesti vengono presi per i fondelli, mentre i disonesti accolti con una pacca sulla spalla!

    • Domenico ha detto:

      Io ho una vettura di interesse storico e affettivo da restaurare, che custodisco in autorimessa privata e alla quale continuo a pagare la tassa di possesso. Non pago l’assicurazione in quanto il veicolo non è circolante, sarò costretto ad assicurarla? Mi sembra un sopruso.

    Articoli correlati