WP_Post Object ( [ID] => 89109 [post_author] => 8 [post_date] => 2014-01-31 17:11:43 [post_date_gmt] => 2014-01-31 16:11:43 [post_content] => Nei tre concetti che abbiamo usato nel titolo si può riassumere la nuova Mercedes Classe V, ovvero la rinnovata versione del Viano, che nel 2014 si riappropria del suo nome di battesimo utilizzato solamente ai tempi della prima generazione a metà anni novanta. Un piccolo ritorno al passato, che però chiarisce assolutamente cosa stia cercando di fare Mercedes: adeguare la Classe V allo stile e al gusto dei clienti che si rivolgono alla Stella di Stoccarda. Stiamo parlando di un marchio che ha fatto dell'eleganza più di un biglietto da visita. Quasi una sorta di componente del DNA di tutta la produzione. Ecco allora che la Classe V diventa una degna rappresentante di questo concetto: da sempre scelta dai professionisti che desiderano un veicolo capiente, capace di trasportare numerose persone in comodità, il model year 2014 vuole anche proporsi alle famiglie numerose, che hanno bisogno non solo di un veicolo che possa portare i bambini e i parenti o i bagagli, ma di un mezzo che possa fare entrambe le cose contemporaneamente. Andiamo però con ordine. Abbiamo potuto vedere per la prima volta la nuova Classe V durante il grande lancio mondiale tenutosi ieri sera a Monaco di Baviera. Dal punto di vista esterno, abbiamo a che fare con un mezzo che senza dubbio tiene fede al segmento delle monovolumi al quale appartiene. Ciononostante possiamo notare immediatamente diverse aggiunte e modifiche che consentono al veicolo di fare un salto in avanti verso la categoria premium già solo guardandolo da fuori (anche se sotto molti aspetti è l'abitacolo a giocare un ruolo fondamentale in questo senso). Si nota subito la nuova maschera con il logo Mercedes e la doppia lamella, ma in generale notiamo delle linee decisamente slanciate per la media del segmento, che consente di creare una vettura sensibilmente più aggressiva e meno opprimente. Da notare anche i gruppi ottici frontali, che per tecnologia e forma richiamano quelli già visti anche su auto di prestigio come la nuova Classe S. La V sarà disponibile con due varianti di passo e, soprattutto, in tre versioni di lunghezza: la Long, che sarà la prima ad arrivare nei concessionari, la Compact e la Extralong, che invece saranno introdotte in seguito sul mercato. Un'ultima novità per gli esterni (anche se alla fine parliamo del bagagliaio) riguarda il portellone posteriore: oltre alla normale apertura elettrica, attivabile anche via telecomando, la Classe V presenta un lunotto agganciato sul bordo superiore del telaio, rendendolo così apribile in maniera indipendente (di serie sul modello Avantgarde). Un sistema che consente di accedere al bagagliaio senza dover spalancare il grande portellone principale. Per sfruttare al meglio questa caratteristica, è previsto un ripiano con portata fino a 50 kg che divide in due la zona di carico. È ora giunto il momento però di salire a bordo. Durante la presentazione lo stesso Dieter Zetsche, Chairman di Daimler, ha voluto sottolineare come la Classe V sia stata concepita per essere comoda quanto un salotto di gran classe. Potrebbe sembrare un'esagerazione per promuovere la vettura, ma dopo aver visto e toccato effettivamente i materiali che compongono l'abitacolo, non si può che essere d'accordo. La filosofia del comfort viene seguita in ogni minimo dettaglio, partendo dalle sellerie, che possono essere in tessuto fino alla pelle pregiata, passando anche per volante e cambio (nelle versioni manuali). Tocco di classe le luci di atmosfera a LED, che consentono di variare su tre colori diversi. Se, però, avete già dato un'occhiata alla nostra galleria di foto live, avrete sicuramente notato il vero pezzo forte di tutto il cruscotto della nuova V: il sistema di infotainment. Un vero gioiellino, completato da un notevole display da 7 pollici che, seguendo la stessa filosofia che già avevamo visto su altri modelli della serie, non è incassato nella plancia, ma assume l'aspetto di un vero e proprio tablet sospeso, per quanto non rimovibile. I comandi vengono impartiti da uno speciale touchpad che simula in tutto e per tutto i comandi che potremo trovare anche su un vero tablet o su uno smartphone, con tanto di menù a scomparsa e sistema di lettura della scrittura a mano. Da questo pannello sarà possibile controllare ogni singola funzione dell'auto, dall'audio alla telefonia, dalla navigazione GPS al browser Web. In particolare il sistema sonoro è di alta qualità, essendo stato curato dalla Burmester e dotato di 15 altoparlanti e una cassa bass reflex. Numerosi sono anche i sistemi di comfort diretto. I sedili, ad esempio, tra gli optional contano il sostegno lombare a quattro vie e la ventilazione attiva. In generale il climatizzatore automatico è stato studiato secondo la tecnologia Comformatic (addizionabile come optional alla dotazione di serie Tempmatic), che permette di gestire il clima su tre diversi livelli: Focus, Medium e Diffuse, a seconda delle necessità e dei consumi. La zona posteriore della Classe V può inoltre essere personalizzata con numerosi optional. Le due file di sedili, infatti, sono disponibili sia in versione separata (due posti) che con la panca a tre posti, che può anche fungere da letto d'emergenza. Al centro, in alcune configurazioni, c'è persino il posto per un comodo tavolino retrattile, come potete vedere dalle foto. Insomma, una struttura assolutamente modulare, personalizzabile a seconda dei gusti del cliente. mercedes-classe-v-my-2014-debutto_05 Abbiamo parlato di comodità, salotti e computer a bordo. Siamo però su una macchina e anche la vettura più bella del mondo non sarebbe nulla senza una dotazione di motori all'altezza. Mercedes ha così deciso di dotare la nuova Classe V di uno speciale motore turbodiesel 4 cilindri con 2.143 cc di cubatura, declinato in tre diverse potenze. La prima, entry level, è la V 200 CDI, un'auto dotata di un'unità capace di una potenza massima di 136 CV e di una coppia di punta di 330 Nm. Particolarmente interessante, però, è la V 220 CDI: il suo motore può generare una potenza massima di 163 CV, mentre la coppia arriva a 380 Nm. Basterebbero questi dati a far capire di cosa sia capace la nuova Classe V, ma andando avanti con le informazioni ufficiali scopriamo un consumo nel ciclo combinato di 5,7 litri/100 km ed emissioni di CO2 di 149 g/km. Il top di gamma, però, è senza dubbio la V 250 BlueTEC: il quattro cilindri va a sostituire lo storico V6 da 3.100 cc, ma non dovrebbe farlo rimpiangere. Parliamo di una potenza massima di 190 CV e di una coppia di ben 440 Nm. I consumi si assestano su un valore di 6 litri/100 km, con un risparmio rispetto al V6 del 28%. Tutti questi motori sono compatibili con le norme Euro 6 e la V 250 è equipaggiata di serie con il cambio 7G-Tronic Plus. V200 e V 220, invece, possono scegliere sempre tra manuale e automatico. Questi valori, tra l'altro, possono essere modificati grazie al tasto Agility Select, ovvero il classico sistema di modifica della risposta del motore, del cambio e del volante. Selezionando le varianti Comfort, Sport o Manuale, Mercedes assicura si possano guadagnare fino a 10 kW di potenza e fino a 40 Nm di coppia. Il discorso sulle meccaniche e sulla guida non sarebbe però completo senza citare l'ampia disponibilità di aiuti compresi nel pacchetto Mercedes Intelligent Drive. Soprattutto su un mezzo di questo genere alcune funzioni possono risultare davvero importanti, come l'assitenza per la gestione della vettura in caso di folate di vento laterale particolarmente forti, una difficoltà ben nota a chi è avvezzo a questo genere di monovolume. Non mancano però numerose altre funzioni che abbiamo già avuto modo di trovare su vetture di pregio come la Classe E e la Classe S, ad esempio l'Attention Assist, il Collision Prevention Assist, il Tempomat con regolatore della distanza Distronic Plus, il Blind Sport Assist e l'Intelligent Light System con tecnica LED. Insomma, un'unione di sistemi di sicurezza e comfort che punteranno a rendere sempre più piacevole la guida di un'auto concepita appositamente per i grandi e lunghi spostamenti. mercedes-classe-v-my-2014-debutto_23 La nuova Classe V sarà disponibile sul mercato a partire da maggio e in Italia arriverà ufficialmente a giugno, ad un prezzo ancora da annunciare. Le ordinazioni della variante Long partiranno il 6 marzo, mentre per la Compact e l'Extralong, come detto ci sarà da attendere. Ancora non è stato annunciato il prezzo di partenza, che però potrebbe aggirarsi intorno ai 35.000 €. Per celebrare il lancio, solamente durante il primo anno di commercializzazione sarà disponibile l'edizione limitata Classe V Edition 1, dotata dello stesso motore della V 250 BlueTEC (190 CV di potenza con cambio 7G-Tronic Plus), Agility Control con azione sulle sospensioni, cerchi in lega da 19 pollici a cinque doppie razze, vetri oscurati sul vano posteriore, sellerie in pelle di Nappa, plancia in pelle sintetica, sedili ventilati e numerose altre aggiunte che, se sulle altre vetture sono optional, sulla Edition 1 saranno di serie. [post_title] => Mercedes Classe V MY 2014: più elegante, più completa e pensata per la famiglia [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-classe-v-my-2014-piu-elegante-piu-completa-e-pensata-per-la-famiglia [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2014-01-31 17:14:42 [post_modified_gmt] => 2014-01-31 16:14:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=89109 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes Classe V MY 2014: più elegante, più completa e pensata per la famiglia

Video esclusivo del debutto ufficiale a Monaco

Mercedes Classe V MY 2014 - Undici anni dopo il suo pensionamento, la monovolume della Stella abbandona la nomenclatura Viano per tornare all'antico, ma solo nel nome. La vettura, infatti, è quanto di più moderno ed elegante ci si potesse aspettare da un simile mezzo

Nei tre concetti che abbiamo usato nel titolo si può riassumere la nuova Mercedes Classe V, ovvero la rinnovata versione del Viano, che nel 2014 si riappropria del suo nome di battesimo utilizzato solamente ai tempi della prima generazione a metà anni novanta. Un piccolo ritorno al passato, che però chiarisce assolutamente cosa stia cercando di fare Mercedes: adeguare la Classe V allo stile e al gusto dei clienti che si rivolgono alla Stella di Stoccarda. Stiamo parlando di un marchio che ha fatto dell’eleganza più di un biglietto da visita. Quasi una sorta di componente del DNA di tutta la produzione. Ecco allora che la Classe V diventa una degna rappresentante di questo concetto: da sempre scelta dai professionisti che desiderano un veicolo capiente, capace di trasportare numerose persone in comodità, il model year 2014 vuole anche proporsi alle famiglie numerose, che hanno bisogno non solo di un veicolo che possa portare i bambini e i parenti o i bagagli, ma di un mezzo che possa fare entrambe le cose contemporaneamente.

Andiamo però con ordine. Abbiamo potuto vedere per la prima volta la nuova Classe V durante il grande lancio mondiale tenutosi ieri sera a Monaco di Baviera. Dal punto di vista esterno, abbiamo a che fare con un mezzo che senza dubbio tiene fede al segmento delle monovolumi al quale appartiene. Ciononostante possiamo notare immediatamente diverse aggiunte e modifiche che consentono al veicolo di fare un salto in avanti verso la categoria premium già solo guardandolo da fuori (anche se sotto molti aspetti è l’abitacolo a giocare un ruolo fondamentale in questo senso). Si nota subito la nuova maschera con il logo Mercedes e la doppia lamella, ma in generale notiamo delle linee decisamente slanciate per la media del segmento, che consente di creare una vettura sensibilmente più aggressiva e meno opprimente. Da notare anche i gruppi ottici frontali, che per tecnologia e forma richiamano quelli già visti anche su auto di prestigio come la nuova Classe S. La V sarà disponibile con due varianti di passo e, soprattutto, in tre versioni di lunghezza: la Long, che sarà la prima ad arrivare nei concessionari, la Compact e la Extralong, che invece saranno introdotte in seguito sul mercato. Un’ultima novità per gli esterni (anche se alla fine parliamo del bagagliaio) riguarda il portellone posteriore: oltre alla normale apertura elettrica, attivabile anche via telecomando, la Classe V presenta un lunotto agganciato sul bordo superiore del telaio, rendendolo così apribile in maniera indipendente (di serie sul modello Avantgarde). Un sistema che consente di accedere al bagagliaio senza dover spalancare il grande portellone principale. Per sfruttare al meglio questa caratteristica, è previsto un ripiano con portata fino a 50 kg che divide in due la zona di carico.

È ora giunto il momento però di salire a bordo. Durante la presentazione lo stesso Dieter Zetsche, Chairman di Daimler, ha voluto sottolineare come la Classe V sia stata concepita per essere comoda quanto un salotto di gran classe. Potrebbe sembrare un’esagerazione per promuovere la vettura, ma dopo aver visto e toccato effettivamente i materiali che compongono l’abitacolo, non si può che essere d’accordo. La filosofia del comfort viene seguita in ogni minimo dettaglio, partendo dalle sellerie, che possono essere in tessuto fino alla pelle pregiata, passando anche per volante e cambio (nelle versioni manuali). Tocco di classe le luci di atmosfera a LED, che consentono di variare su tre colori diversi. Se, però, avete già dato un’occhiata alla nostra galleria di foto live, avrete sicuramente notato il vero pezzo forte di tutto il cruscotto della nuova V: il sistema di infotainment. Un vero gioiellino, completato da un notevole display da 7 pollici che, seguendo la stessa filosofia che già avevamo visto su altri modelli della serie, non è incassato nella plancia, ma assume l’aspetto di un vero e proprio tablet sospeso, per quanto non rimovibile. I comandi vengono impartiti da uno speciale touchpad che simula in tutto e per tutto i comandi che potremo trovare anche su un vero tablet o su uno smartphone, con tanto di menù a scomparsa e sistema di lettura della scrittura a mano. Da questo pannello sarà possibile controllare ogni singola funzione dell’auto, dall’audio alla telefonia, dalla navigazione GPS al browser Web. In particolare il sistema sonoro è di alta qualità, essendo stato curato dalla Burmester e dotato di 15 altoparlanti e una cassa bass reflex.

Numerosi sono anche i sistemi di comfort diretto. I sedili, ad esempio, tra gli optional contano il sostegno lombare a quattro vie e la ventilazione attiva. In generale il climatizzatore automatico è stato studiato secondo la tecnologia Comformatic (addizionabile come optional alla dotazione di serie Tempmatic), che permette di gestire il clima su tre diversi livelli: Focus, Medium e Diffuse, a seconda delle necessità e dei consumi. La zona posteriore della Classe V può inoltre essere personalizzata con numerosi optional. Le due file di sedili, infatti, sono disponibili sia in versione separata (due posti) che con la panca a tre posti, che può anche fungere da letto d’emergenza. Al centro, in alcune configurazioni, c’è persino il posto per un comodo tavolino retrattile, come potete vedere dalle foto. Insomma, una struttura assolutamente modulare, personalizzabile a seconda dei gusti del cliente.

mercedes-classe-v-my-2014-debutto_05

Abbiamo parlato di comodità, salotti e computer a bordo. Siamo però su una macchina e anche la vettura più bella del mondo non sarebbe nulla senza una dotazione di motori all’altezza. Mercedes ha così deciso di dotare la nuova Classe V di uno speciale motore turbodiesel 4 cilindri con 2.143 cc di cubatura, declinato in tre diverse potenze. La prima, entry level, è la V 200 CDI, un’auto dotata di un’unità capace di una potenza massima di 136 CV e di una coppia di punta di 330 Nm. Particolarmente interessante, però, è la V 220 CDI: il suo motore può generare una potenza massima di 163 CV, mentre la coppia arriva a 380 Nm. Basterebbero questi dati a far capire di cosa sia capace la nuova Classe V, ma andando avanti con le informazioni ufficiali scopriamo un consumo nel ciclo combinato di 5,7 litri/100 km ed emissioni di CO2 di 149 g/km. Il top di gamma, però, è senza dubbio la V 250 BlueTEC: il quattro cilindri va a sostituire lo storico V6 da 3.100 cc, ma non dovrebbe farlo rimpiangere. Parliamo di una potenza massima di 190 CV e di una coppia di ben 440 Nm. I consumi si assestano su un valore di 6 litri/100 km, con un risparmio rispetto al V6 del 28%. Tutti questi motori sono compatibili con le norme Euro 6 e la V 250 è equipaggiata di serie con il cambio 7G-Tronic Plus. V200 e V 220, invece, possono scegliere sempre tra manuale e automatico. Questi valori, tra l’altro, possono essere modificati grazie al tasto Agility Select, ovvero il classico sistema di modifica della risposta del motore, del cambio e del volante. Selezionando le varianti Comfort, Sport o Manuale, Mercedes assicura si possano guadagnare fino a 10 kW di potenza e fino a 40 Nm di coppia.

Il discorso sulle meccaniche e sulla guida non sarebbe però completo senza citare l’ampia disponibilità di aiuti compresi nel pacchetto Mercedes Intelligent Drive. Soprattutto su un mezzo di questo genere alcune funzioni possono risultare davvero importanti, come l’assitenza per la gestione della vettura in caso di folate di vento laterale particolarmente forti, una difficoltà ben nota a chi è avvezzo a questo genere di monovolume. Non mancano però numerose altre funzioni che abbiamo già avuto modo di trovare su vetture di pregio come la Classe E e la Classe S, ad esempio l’Attention Assist, il Collision Prevention Assist, il Tempomat con regolatore della distanza Distronic Plus, il Blind Sport Assist e l’Intelligent Light System con tecnica LED. Insomma, un’unione di sistemi di sicurezza e comfort che punteranno a rendere sempre più piacevole la guida di un’auto concepita appositamente per i grandi e lunghi spostamenti.

mercedes-classe-v-my-2014-debutto_23

La nuova Classe V sarà disponibile sul mercato a partire da maggio e in Italia arriverà ufficialmente a giugno, ad un prezzo ancora da annunciare. Le ordinazioni della variante Long partiranno il 6 marzo, mentre per la Compact e l’Extralong, come detto ci sarà da attendere. Ancora non è stato annunciato il prezzo di partenza, che però potrebbe aggirarsi intorno ai 35.000 €. Per celebrare il lancio, solamente durante il primo anno di commercializzazione sarà disponibile l’edizione limitata Classe V Edition 1, dotata dello stesso motore della V 250 BlueTEC (190 CV di potenza con cambio 7G-Tronic Plus), Agility Control con azione sulle sospensioni, cerchi in lega da 19 pollici a cinque doppie razze, vetri oscurati sul vano posteriore, sellerie in pelle di Nappa, plancia in pelle sintetica, sedili ventilati e numerose altre aggiunte che, se sulle altre vetture sono optional, sulla Edition 1 saranno di serie.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati