WP_Post Object ( [ID] => 90015 [post_author] => 8 [post_date] => 2014-02-12 14:58:53 [post_date_gmt] => 2014-02-12 13:58:53 [post_content] => Ed eccola, finalmente! Ferrari ha ufficialmente alzato i veli della nuova Ferrari California T, evoluzione della quasi omonima spider che già da qualche hanno stava affascinando gli appassionati di tutto il mondo. La nuova auto promette di fare altrettanto, a partire dal suo grande debutto al Salone di Ginevra del prossimo marzo. Per ora Maranello non ha voluto far girare troppi dettagli sulla vettura, probabilmente riservando il “piatto forte” per la grande kermesse ginevrina. Tra rumor, indiscrezioni e conferme, però, possiamo già tracciare un quadro abbastanza preciso sulla vettura. L'eredità della California originale è ancora molto tangibile, ma certamente il Centro Stile rosso, che ha lavorato come tante altre volte in passato con Pininfarina, non ha voluto semplicemente riproporre qualcosa di già visto. Abbiamo quindi davanti un frontale sensibilmente confermato, per poi arrivare alle fiancate e imbatterci in un design con uno stile ondulato e muscolare allo stesso tempo, che rende la California T sensibilmente più slanciata e aggressiva della sua illustre progenitrice. La carrozzeria è un'unione di modernità e classico, come conferma il parafango “a pontone” che lo stesso Cavallino Rampante conferma provenire dalla 250 Testa Rossa. Anche l'abitacolo è stato profondamente rivisto, con i materiali di pregio che ci si aspetta da una Ferrari e, soprattutto, con il nuovo sistema di infotainment ad alta risoluzione con schermo touchscreen da 6,5 pollici di diagonale. Parliamo, comunque, di una Ferrari. Lo stile è sempre ai massimi livelli, ma la verità è che il suo segreto è quello che romba e pompa sotto al cofano. Il motore, come già anticipato in passato, è uno speciale turbo a 8 cilindri con una cubatura da 3.885 cc. La sua potenza massima è di ben 560 CV, raggiungibili ad un regime massimo di 7.500 giri al minuto. Di primissimo livello anche la coppia, che arriva ad un apice di 755 Nm. Quasi inutile dire che con simili caratteristiche la California T promette di essere un vero razzo su quattro ruote. Lo scatto da 0 a 100 dovrebbe essere completabile in appena 3,6 secondi, grazie anche allo speciale software Variable Boost Management. Nonostante l'aumentata potenza, però, Ferrari ci ha tenuto a precisare che i consumi si sono abbassati del 15% rispetto al modello precedente, grazie anche al sistema di turbine twin scroll ereditato direttamente dalla Formula 1. Insomma, abbiamo una nuova protagonista. Non vediamo l'ora di sentirla rombare al Salone di Ginevra! [post_title] => Ferrari California T, il Cavallino Rampante rilancia il turbo a Ginevra 2014 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-california-t-il-cavallino-rampante-rilancia-il-turbo-a-ginevra-2014 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2014-02-12 18:08:39 [post_modified_gmt] => 2014-02-12 17:08:39 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=90015 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari California T, il Cavallino Rampante rilancia il turbo a Ginevra 2014

Lo stile di sempre con un ruggito da ben 560 CV

Ferrari California T - Il turbo rientra prepotentemente nel mondo del Cavallino Rampante grazie all'erede della storica spider rossa, il cui debutto è programmato tra poche settimane al Salone di Ginevra

Ed eccola, finalmente! Ferrari ha ufficialmente alzato i veli della nuova Ferrari California T, evoluzione della quasi omonima spider che già da qualche hanno stava affascinando gli appassionati di tutto il mondo. La nuova auto promette di fare altrettanto, a partire dal suo grande debutto al Salone di Ginevra del prossimo marzo.

Per ora Maranello non ha voluto far girare troppi dettagli sulla vettura, probabilmente riservando il “piatto forte” per la grande kermesse ginevrina. Tra rumor, indiscrezioni e conferme, però, possiamo già tracciare un quadro abbastanza preciso sulla vettura. L’eredità della California originale è ancora molto tangibile, ma certamente il Centro Stile rosso, che ha lavorato come tante altre volte in passato con Pininfarina, non ha voluto semplicemente riproporre qualcosa di già visto. Abbiamo quindi davanti un frontale sensibilmente confermato, per poi arrivare alle fiancate e imbatterci in un design con uno stile ondulato e muscolare allo stesso tempo, che rende la California T sensibilmente più slanciata e aggressiva della sua illustre progenitrice. La carrozzeria è un’unione di modernità e classico, come conferma il parafango “a pontone” che lo stesso Cavallino Rampante conferma provenire dalla 250 Testa Rossa. Anche l’abitacolo è stato profondamente rivisto, con i materiali di pregio che ci si aspetta da una Ferrari e, soprattutto, con il nuovo sistema di infotainment ad alta risoluzione con schermo touchscreen da 6,5 pollici di diagonale.

Parliamo, comunque, di una Ferrari. Lo stile è sempre ai massimi livelli, ma la verità è che il suo segreto è quello che romba e pompa sotto al cofano. Il motore, come già anticipato in passato, è uno speciale turbo a 8 cilindri con una cubatura da 3.885 cc. La sua potenza massima è di ben 560 CV, raggiungibili ad un regime massimo di 7.500 giri al minuto. Di primissimo livello anche la coppia, che arriva ad un apice di 755 Nm. Quasi inutile dire che con simili caratteristiche la California T promette di essere un vero razzo su quattro ruote. Lo scatto da 0 a 100 dovrebbe essere completabile in appena 3,6 secondi, grazie anche allo speciale software Variable Boost Management. Nonostante l’aumentata potenza, però, Ferrari ci ha tenuto a precisare che i consumi si sono abbassati del 15% rispetto al modello precedente, grazie anche al sistema di turbine twin scroll ereditato direttamente dalla Formula 1.

Insomma, abbiamo una nuova protagonista. Non vediamo l’ora di sentirla rombare al Salone di Ginevra!

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati