Fisker Karma, a volte ritornano davvero

Il nuovo proprietario punta ad un rilancio nel 2015

Fisker Karma - La supercar elettrica potrebbe tornare nel 2015, seguita poi da una versione station wagon e infine da una piccola berlina. Gli ostacoli sul percorso, però, sono ancora moltissimi
Fisker Karma, a volte ritornano davvero

Dopo Saab, un’altra illustre scomparsa del mondo automotive potrebbe tornare sulla scena. Stiamo parlando della Fisker Automotive, casa di supercar elettriche americana che negli anni scorsi era finita sotto la luce dei riflettori prima per il continuo ritardo della sua nuova creatura, la Karma, e poi per il fatale fallimento del marchio di Irvine (la città californiana, non il pilota). La compagnia cinese Wanxiang è riuscita ad aggiudicarsi quanto rimaneva della struttura alcuni mesi fa e da allora è partita la fase di ristrutturazione, prima con un nuovo sito ufficiale e poi con l’annuncio più importante di tutti: la nuova produzione. Prima una piccola sportiva, chiamata Atlantic, e poi il sogno della casa: l’agognata Fisker Karma di nuova generazione.

La conferma è arrivata da una fonte più che attendibile, ovvero Roger Brown, attuale presidente della nuova Fisker Automotive, che in un’intervista al Detroit News ha confermato come la seconda generazione della Fisker dovrebbe essere lanciata a metà del 2015. Dopo di lei nel 2016 dovrebbe arrivare addirittura una versione station wagon chiamata Surf (già vista in forma di prototipo al Salone di Francoforte 2011) e infine la piccola berlina Atlantic, programmata nel 2017.

Un progetto davvero ambizioso, per la realizzazione del quale però sarà necessario costruire letteralmente dalle fondamenta l’azienda, che al momento esiste unicamente come nome. Occorrerà trovare un nuovo quartier generale, un nuovo CEO e una forza lavoro di almeno 200 dipendenti per potersi rimettere al lavoro. Qualche sicurezza in più c’è per lo stabilimento di produzione. La Fisker originale ne possedeva uno nel Delaware e anche dopo il fallimento questa fabbrica ha continuato ad essere parte del pacchetto. Un altro problema riguarderebbe invece nome e logo della casa: infatti potrebbero esserci dei problemi a livello di copyright e la Fisker rischierebbe di non chiamarsi più con il suo nome. Le grandi ironie del mondo dell’auto.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati