WP_Post Object ( [ID] => 95097 [post_author] => 8 [post_date] => 2014-05-03 17:07:37 [post_date_gmt] => 2014-05-03 15:07:37 [post_content] => Quando si parla di “guida autonoma”, gli appassionati di auto tremano letteralmente di terrore. Che gusto c'è a guidare un'auto che gira per conto suo? In effetti i progetti di guida autonoma, almeno secondo l'opinione di chi vi scrive, non dovrebbero sostituirsi completamente al guidatore, bensì entrare in azione solamente in quelle situazioni più pericolose o fastidiose. Questo lo pensa anche Bosch, che attraverso le parole di Wolf-Henning Schneider, dirigente dell'azienda tedesca per l'automotive, all'ANSA, ha dichiarato che entro il prossimo anno vedremo già la comparsa di un sistema basato su videocamere che consentirà di eliminare letteralmente lo stress per gli incolonnamenti nel traffico. Avete mai sognato, aspettando che l'ennesimo ingorgo si “stappasse”, di potervi distrarre leggendo qualcosa o impiegando il vostro tempo, senza per questo essere sorpresi dalla ripartenza dell'auto davanti a voi? Questo potrebbe essere quasi possibile. La videocamera che Bosch intende lanciare, infatti, è in grado di riprendere l'ambiente di fronte a sé in modalità tre dimensioni. Ovviamente non ci riferiamo al 3D in senso cinematografico, bensì alla possibilità di valutare la profondità e la distanza tra le vetture come l'occhio umano. Al guidatore rimarrà solamente il compito di correggere la direzione via volante, al resto ci penserà la videocamera. Un sistema che quindi prende esempio dal cruise control adattivo, per molti versi, ampliandone però le funzioni e portandole ad un livello tale che le code saranno molto meno stressanti per chi ci dovesse capitare in mezzo. Secondo il dirigente tedesco, questa tecnologia sarà già pronta nel 2015, ma occorrerà aspettare almeno fino al 2018 prima che possa divenire di uso davvero comune. Sempre secondo Bosch, la guida autonoma continuerà comunque a svilupparsi, arrivando nel giro di qualche anno a fornire funzioni anche a velocità elevate e, infine, alla guida davvero completamente autonoma entro il 2025. Solo dieci anni prima di avere l'auto che guida da sola quindi? Staremo a vedere. Va detta una cosa, però: Bosch, nel campo delle tecnologie all'avanguardia ha sviluppato negli anni una certa affidabilità. [post_title] => Bosch: guida automatica nelle code pronta entro il 2015 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bosch-guida-automatica-nelle-code-pronta-entro-il-2015 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2014-05-03 17:07:37 [post_modified_gmt] => 2014-05-03 15:07:37 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=95097 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bosch: guida automatica nelle code pronta entro il 2015

In dieci anni arriverà un'auto completamente autonoma?

Bosch ci crede fermamente! Il prossimo anno sarà pronta una telecamera che consentirà alle auto di gestire le code e il traffico con un apporto quasi nullo da parte del guidatore e in dieci anni potrebbe essere finalmente la volta buona per la guida autonoma al 100%
Bosch: guida automatica nelle code pronta entro il 2015

Quando si parla di “guida autonoma”, gli appassionati di auto tremano letteralmente di terrore. Che gusto c’è a guidare un’auto che gira per conto suo? In effetti i progetti di guida autonoma, almeno secondo l’opinione di chi vi scrive, non dovrebbero sostituirsi completamente al guidatore, bensì entrare in azione solamente in quelle situazioni più pericolose o fastidiose. Questo lo pensa anche Bosch, che attraverso le parole di Wolf-Henning Schneider, dirigente dell’azienda tedesca per l’automotive, all’ANSA, ha dichiarato che entro il prossimo anno vedremo già la comparsa di un sistema basato su videocamere che consentirà di eliminare letteralmente lo stress per gli incolonnamenti nel traffico.

Avete mai sognato, aspettando che l’ennesimo ingorgo si “stappasse”, di potervi distrarre leggendo qualcosa o impiegando il vostro tempo, senza per questo essere sorpresi dalla ripartenza dell’auto davanti a voi? Questo potrebbe essere quasi possibile. La videocamera che Bosch intende lanciare, infatti, è in grado di riprendere l’ambiente di fronte a sé in modalità tre dimensioni. Ovviamente non ci riferiamo al 3D in senso cinematografico, bensì alla possibilità di valutare la profondità e la distanza tra le vetture come l’occhio umano. Al guidatore rimarrà solamente il compito di correggere la direzione via volante, al resto ci penserà la videocamera. Un sistema che quindi prende esempio dal cruise control adattivo, per molti versi, ampliandone però le funzioni e portandole ad un livello tale che le code saranno molto meno stressanti per chi ci dovesse capitare in mezzo.

Secondo il dirigente tedesco, questa tecnologia sarà già pronta nel 2015, ma occorrerà aspettare almeno fino al 2018 prima che possa divenire di uso davvero comune. Sempre secondo Bosch, la guida autonoma continuerà comunque a svilupparsi, arrivando nel giro di qualche anno a fornire funzioni anche a velocità elevate e, infine, alla guida davvero completamente autonoma entro il 2025. Solo dieci anni prima di avere l’auto che guida da sola quindi? Staremo a vedere. Va detta una cosa, però: Bosch, nel campo delle tecnologie all’avanguardia ha sviluppato negli anni una certa affidabilità.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guida Sicura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati