Villa d’Este 2014: tutto il Concorso d’Eleganza in video e in una super galleria da 137 foto

Trionfo di Maserati e dell'Alfa Romeo 6C 1750 GS

Concorso d'Eleganza di Villa d'Este 2014 - Ancora una volta la manifestazione di Cernobbio ha attirato appassionati e collezionisti da tutto il mondo, premiando la concept car Maserati Alfieri, l'Alfa Romeo 6C 1750 GS e ancora una Maserati, la 450 S, come Best in Show. Protagonisti anche i prototipi, con modelli interessantissimi come la Mini Superleggera Vision, la Lamborghini 5-95 Zagato, la Giugiaro Parcour e l'Aston Martin DBS Zagato Centennial. Un trionfo della "Belle Époque" e dello stile del futuro

È andata ufficialmente agli archivi anche l’85ª edizione del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. In riva al lago di Como, come ormai avviene ogni anno dal 1929, sono sfilate alcune delle vetture più belle di tutti i tempi, oltre ad una serie di prototipi di ultima generazione, che forse un giorno potranno a loro volta sfilare a Cernobbio in qualità d’auto d’epoca.

L’edizione di quest’anno, tra l’altro, è stata caratterizzata da numerosi anniversari di altissimo profilo. Partiamo prima di tutto da quello che riguarda il gruppo di casa, ovvero la BMW, che ha festeggiato i 110 anni di Rolls-Royce. Un marchio che forse più di ogni altro rappresenta il lusso e l’esclusività, al punto che allo Spirit of Ecstasy è stata dedicata un’intera classe iscritta al concorso vero e proprio. Un’occasione irripetibile per ammirare veri e propri pezzi unici come la Silver Ghost del 1908, una delle auto più antiche e meglio conservate al mondo. A questa si aggiungono la Phantom II del ’34, la Wraith del ’38, la Silver Cloud del ’59 e la sua terza generazione, datata 1963. Insomma, il massimo del lusso, perfettamente in linea con il tema de “Il Grande Gatsby”, che l’organizzazione di Villa d’Este ha ufficialmente scelto per l’edizione di quest’anno (e anche per un’altra classe del concorso).

Il compleanno di Rolls-Royce, però, non è stato l’unico ad essere festeggiato. C’era, infatti, anche il mitico Tridente di Maserati, che quest’anno ha compiuto un secolo. La casa italiana, con tutto il rispetto per le concorrenti, è stata quella che ha raccolto più applausi in assoluto, coronando il suo personale trionfo non solo con l’esposizione di auto storiche raccolte nella classe “Maserati, il Primo Secolo”, ma anche portandosi a casa il premio come Miglior Concept Car con la Maserati Alfieri, già vista al Salone di Ginevra dello scorso marzo, e il premio di Best in Show con la Maserati 450 GS del 1956.

Ultimo, ma non per questo meno importante, è stato l’anniversario interno dedicato alla BMW M5, che compie ufficialmente 30 anni e per l’occasione ha presentato un’esclusiva edizione speciale celebrativa. Insieme a lei hanno partecipato al concorso vetture di primissimo livello raccolte nelle categoria “Il Grande Gatsby”, “Via col Vento”, “Villa d’Este Style”, “Da Saint-Tropez a Portofino”, “Le Fuoriserie”, “Gentleman Drivers” e le storiche “Da Corsa”. La grande trionfatrice, però, batte bandiera italiana: l’Alfa Romeo 6C 1750 GS con carrozzeria Zagato/Aprile, un capolavoro del 1931 che ha praticamente vinto quasi tutto quello che c’era da vincere. Si è portata a casa nell’ordine la Coppa d’Oro (il massimo riconoscimento di Villa d’Este), il Premio del Pubblico e persino il Premio del Pubblico Giovanissimi, assegnato attraverso i voti di tutti i visitatori al di sotto dei 16 anni. Come giustamente è stato fatto notare, la conferma di quali auto compreranno i collezionisti del futuro.

Non possiamo però chiudere la nostra rassegna senza parlare delle concept car. Oltre alla Maserati Alfieri vincitrice del premio, si sono mostrate alcune vetture di primissimo livello, tra le quali si segnala in anteprima mondiale la Mini Superleggera Vision, una spyder elettrica dalla produzione praticamente artigianale che ha attirato gli sguardi di moltissimi visitatori. Insieme a lei vediamo la Berlinetta SS dei Fratelli Frigerio, una vettura che ad una prima occhiata sembra d’epoca, ma che in realtà è stata costruita con la tecnologia dei nostri giorni. Alcune vetture le avevamo già viste ai recenti saloni dell’auto, come la Infiniti Q30 Concept e la Volvo Concept Estate, toccando però livelli altissimi con capolavori automobilistici come la Giugiaro Parcour, la Lamborghini 5-95 Zagato e l’Aston Martin DBS Zagato Centennial.

Insomma, ancora una volta un trionfo della storia delle quattro ruote. Se non avete avuto l’occasione di presenziare, speriamo di poter porre rimedio con la nostra galleria di 137 foto e la nostra speciale visita virtuale video. L’appuntamento è per l’edizione dell’anno prossimo!

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati