Alfa Romeo 4C, si torna a parlare della variante prestazionale

Il modello attuale ha 240 CV e 350 N m di coppia

Alfa Romeo 4C - Il numero uno di Alfa torna sull'argomento 4C "hot": la versione radicale della biposto torinese non sarebbe più soltanto un lontano sogno
Alfa Romeo 4C, si torna a parlare della variante prestazionale

La Alfa Romeo 4C è disponibile nel nostro mercato da un po’ di tempo ormai e il capo del marchio, Harald Wester, starebbe pensando ad una versione ad alte prestazioni. Wester ha da poco svelato che il quattro cilindri 1.75 litri da 240 CV e 350 N m di coppia ha ancora di più da offrire: “Stiamo solo a 136 CV/litro, quindi c’è spazio.”

Ovviamente la potenza extra è sempre benvenuta e Wester ha anche confermato che la struttura dell’auto potrebbe gestire più potenza: “La rigidezza è molto alta. Il primo aspetto su cui dovremmo lavorare sarebbero i freni.” Ma, diciamolo subito, non sarà disponibile con il manuale: “Non è adatto a questa architettura e rovinerebbe la monoscocca.” Wester ha anche spiegato che la decisione del doppia frizione automatico è dipesa da fattori legati a considerazioni strategiche e di packaging.

Il capo del reparto ricerca e sviluppo ha anche parlato della preparazione che ci è voluta per la 4C americana, un processo che ha richiesto molti aggiustamenti. Come ha spiegato Wester, “la monoscocca e le strutture anteriore e posteriore sono diverse, la sospensione è stata rinforzata e il setup della sospensione è stato cambiato.”

Tuttavia ci sono alcuni cambiamenti che sono stati apportati per motivi di marketing: “L’auto di base negli Stati Uniti ha un equipaggiamento più ricco” perché gli americani amano il comfort e “gli europei preferiscono un’auto più spoglia.” Vestita o meno, siamo curiosi di sapere quando e se veramente questa super 4C arriverà nel nostro mercato.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati