BMW Z5, l’erede della Z4 dirà addio all’hard top?

Arrivo previsto per il 2017

BMW Z5 - Si inizia a parlare della sostituta della Z4: in programma la Z5 non dovrebbe più adottare il tetto rigido retrattile e sarebbe in arrivo una variante sportiva M
BMW Z5, l’erede della Z4 dirà addio all’hard top?

La BMW Z5, nome attuale della futura erede della Z4, non sarà un’evoluzione come visto in precendenza dalla Z3 alla Z4. Secondo alcune fonti recenti, la futura spider bavarese sarà una grande novità ben lontana da quella che conosciamo nel listino di oggi.

Prevista nel corso del 2017, la futura sportivetta con l’Elica dovrebbe chiamarsi Z5 e si baserà sul pianale dell’auto sportiva che verrà sviluppata dalla joint-venture tra BMW e Toyota. Ma mentre i nostri colleghi di Automobile Magazine riportano che la due posti a tetto scoperto avrà la base germano-nipponica, Motor Trend sostiene che utilizzerà una struttura tubolare in fibra di carbonio come sulle i3 e i8. Entrambe le fonti sono d’accordo sul fatto che la tedesca si dovrebbe sbarazzare del solito hard top ripiegabile per lasciare spazio ad una capote in tela più convenzionale.

Come modello di base, la Z5 sarà mossa molto probabilmente da un motore quattro cilindri 2.0 litri turbo benzina con i seguenti livelli di potenza: 190 CV, 245 CV e 270 CV. Si parla anche di una possibile variante top di gamma rappresentata dalla simbolica e significativa lettera “M”, la Z5 M, che dovrebbe avere sotto il cofano anteriore un sei cilindri in linea turbo da 425 CV approssimativi. Se da una parte la sportiva BMW-Toyota sarà per i tedeschi la Z5, il marchio nipponico dovrebbe optare invece per un revival della Supra.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati