Audi A6 MY 2014, nuovi accorgimenti e meccaniche per il facelift di Ingolstadt [FOTO UFFICIALI]

Unità aggiornate anche per S6, Avant e RS6

Audi A6 - Dopo quattro anni arriva il nuovo facelift della berlina tedesca, che si modifica soprattutto nei suoi motori migliorando efficienza e prestazioni in senso generale

Audi ha ufficialmente presentato il nuovo facelift dedicato alla sua gamma A6, che verrà come al solito riproposta sia nella sua versione berlina, che in quella super performante S6 e nella station wagon A6 Avant. Non ci sono state particolari rivoluzioni all’interno del modello, ma la casa di Ingolstadt ha comunque provveduto ad effettuare alcuni piccoli accorgimenti a livello stilistico.

Parlando del modello in generale e non delle sue derivazioni, iniziamo affrontando le modifiche del look generale. Prima di tutto la griglia è stata sensibilmente aggiornata ed insieme a lei hanno ricevuto delle modifiche anche i gruppi ottici, sia sul fronte che sul retro. Naturalmente a questo punto le fasce non potevano essere lasciate da parte, mentre sul retro il lavoro di update è stato completato da un nuovo set di terminali di scarico. Audi ha annunciato anche l’introduzione di una serie di nuovi optional, come ad esempio i fari a LED, disponibili a scelta anche con modalità dinamica.

Onestamente, però, le modifiche più importanti sono state fatte a livello di motori. Tutte le meccaniche, infatti, sono state aggiornate e ora rispettano le richieste della legislazione Euro 6. Abbiamo quindi sempre a che fare con i tre benzina TFSI e i cinque diesel TDI: partendo dai primi, i benzina presentano un range di potenza compreso tra i 190 e i 333 CV. Le meccaniche a gasolio ampliano ancora di più la forbice, partendo da 150 e arrivando fino a 326 CV di apice. Uno dei modelli più interessanti è senza dubbio il 1.800 disponibile sia sulla berlina che sulla station wagon, che punta tutto sull’efficienza. I dati ufficiali della casa, infatti, parlano espressamente di 5,7 litri/100 km di consumi e di appena 133 g/km di CO2 emessa nell’atmosfera. Da studiare anche il 2.000 TDI da 150 CV, che a sua volta propone consumi da 4,2 litri ogni 100 km ed emissioni da 109 g/km. Tutti i modelli diesel, in particolare, sono stati equipaggiati con delle nuove sospensioni con molle con polimeri rinforzati in fibra di vetro, il che ha garantito migliori prestazioni con un risparmio di peso di ben 4,4 kg.

Come detto anche le versioni più sportive dell’A6 si sono aggiornate. La S6 (anche questa disponibile sia berlina che Avant) può contare su un motore V8 biturbo da 4.0 litri, capace di rilasciare una potenza di 450 CV e di passare da 0 a 100 km/h in appena 4,4 secondi, guadagnando così 0,2 secondi sul modello precedente. C’è gloria anche per la RS6 Avant, che con i 560 CV generati dal suo 4.000 TFSI abbassa il tempo dello scatto fino ad appena 3,9 secondi, fino a toccare una velocità di punta di 305 km/h.

La commercializzazione della nuova Audi A6 dovrebbe iniziare questo autunno. I prezzi per l’Italia non sono ancora stati annunciati (per quanto non dovrebbero differire troppo dagli attuali). In Germania, quindi partendo con delle tasse diverse dalle nostre, l’A6 con il 1.800 TFSI verrà prezzata a partire da 38.400 €. L’Avant con il medesimo motore costerà 40.900 €, mentre la versione AllRoad Quattro con motore 3.000 TDI costerà 56.650 €. La S6 partirà da 75.400 €, mentre la RS6 Avant costerà 108.900 €.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati