Hyundai i20 MY 2015: nuovi dettagli e foto, compresi gli interni

Più grande e spaziosa con interni di alta qualità

Hyundai i20 - In attesa di vederla dal vivo al Salone di Parigi, la seconda generazione della i20 si mostra in alcune foto ufficiali, dove possiamo per la prima volta apprezzarne i rinnovati interni

Si avvicina sempre di più il momento del debutto per la seconda generazione della Hyundai i20, della quale sono stati pubblicate in questi giorni alcune nuove foto e, soprattutto, alcuni dettagli sulle sue caratteristiche. Nella galleria, tra l’altro, è possibile ammirarne per la prima volta gli interni, che esattamente come il resto della vettura si è avvicinata molto di più ai gusti e alle abitudini dei guidatori europei.

Dal punto di vista delle dimensioni, rispetto alla prima generazione abbiamo a che fare con un’auto decisamente più grande, anche se senza esagerare (stiamo pur sempre parlando di un modello che fa della compattezza una delle sue armi vincenti). La lunghezza è aumentata di 40 millimetri, arrivando a superare i 4 metri complessivi. Più o meno della stessa misura è aumentato anche il passo, che con i suoi 2,57 metri (+45 mm rispetto al passato) promette di migliorare in maniera sensibile la vita a bordo dei passeggeri. Chiudiamo con l’altezza generale abbassata di 16 mm e la larghezza che si riduce di 24 mm, il che contribuisce ad aumentare la sensazione di sportività della vettura, un aspetto che la casa coreana sta sottolineando con particolare forza nella sua produzione più recente.

In generale la sensazione è che la nuova i20 punterà comunque molto sul piacere della guida e della vita a bordo. Le foto ufficiali, naturalmente, puntano ad esaltare il più possibile gli aspetti migliori della vettura, ma dobbiamo comunque riconoscere che il primo impatto con le immagini sembra promettente, aspettando di verificare dal vivo al Salone di Parigi. Molti componenti dell’abitacolo sono stati realizzati con una particolare nuova generazione di plastiche capaci di unire una notevole resistenza con una piacevole sensazione di morbidezza al tocco, il tutto con una sensazione generale di appartenenza ad un segmento superiore. Puntiamo la nostra sensazione sul sistema di infotainment, che non si limita solamente alla presenza di uno schermo touch da 7 pollici, ma aggiunge anche la base per l’aggancio dello smartphone. Non sappiamo se questo sarà poi completamente interfacciabile con il software dell’auto (a parte le classiche funzioni Bluetooth che ovviamente diamo per scontate), ma questa idea troverà molti apprezzamenti tra chi non sopporta più di vedere sul parabrezza i classici aloni lasciati dalle ventose. Insomma, ci aspettiamo una collezione di optional ed extra davvero notevole.

Dal punto di vista dei motori, sul mercato italiano dovremmo avere diritto a cinque diverse meccaniche, tre benzina e due diesel. Tra le prime di parte con due aspirati da 1.200 cc di cubatura, declinati in potenze da 75 e da 85 CV. Il top di gamma, però, sarà il 1.400, capace di una potenza massima di 100 CV. Per quanto riguarda i diesel, avremo due diverse meccaniche CRDi, entrambe con turbocompressore. La prima sarà un 1.100 da 75 CV, mentre la seconda un 1.400 da 90 CV.

I prezzi non sono ancora stati svelati, mentre la commercializzazione dovrebbe iniziare a partire dal prossimo anno. Ulteriori dettagli a Parigi.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati