AlphaCity, BMW presenta il suo nuovo car sharing per le aziende

Piattaforma dedicata, accensione keyless e assistenza 24 ore su 24

AlphaCity arriva in Italia. Si tratta del nuovo servizio di car sharing di BMW pensato appositamente per le aziende, grazie al quale vengono promessi risparmi davvero notevoli, sia per le grandi che per le piccole compagnie

ALPHACITY – Il car sharing si sta diffondendo sempre di più nelle nostre città e vista la richiesta costante di auto aziendali da parte delle compagnie, BMW ha deciso di presentare la sua proposta per il segmento. Attraverso Alphabet, società di flotte aziendali a sua volta parte del gruppo bavarese, è arrivato così anche nel nostro Paese AlphaCity, il servizio di car sharing destinato principalmente al mondo del lavoro.

Alphabet ha voluto fornire una serie di servizi molto particolari, così da rendere AlphaCity particolarmente conveniente anche a fronte dei normali servizi di noleggio a lungo termine. Il primo paese nel quale il programma venne lanciato fu la Francia nel 2010, diffondendosi poi in altri otto paesi (compreso il nostro) con un portafoglio di 437 clienti, 9.000 membership card e 4 milioni di km percorsi. I punti forti di AlphaCity sono diversi: prima di tutto il parco auto a disposizione spazia per alcune delle scelte più apprezzate del Gruppo BMW, comprese le Mini e la nuova elettrica BMW i3 (per la quale in Italia occorrerà attendere, si parla di massimo primavera 2015).

Il “pacchetto” dell’offerta comprende una piattaforma di prenotazione delle auto, sia su browser che su app per smartphone, molto simile a quelle alle quali ci hanno abituati servizi come Car2Go ed Enjoy, compresa l’apertura attraverso il lettore della membership card consegnata ad ogni dipendente. Le differenze, però, ci sono e sono molteplici: prima di tutto le auto sono a disposizione solamente dei dipendenti dell’azienda che ha firmato il contratto con Alphabet, rendendo la gestione, la pulizia e la disponibilità delle vetture decisamente di più alto livello. In secondo luogo è possibile differenziare al momento della prenotazione se la vettura verrà usata per scopi lavorativi oppure privati. In questo frangente entrano in gioco i costi, che possono variare a seconda degli accordi, ma potenzialmente si può prevedere uno scenario con viaggi gratuiti per le trasferte aziendali e piccoli pagamenti per quelle private, da caricare su una carta di credito o direttamente sulla busta paga del dipendente.

Da parte sua, Alphabet fornirà la piattaforma di prenotazione, l’assicurazione, l’assistenza 24 ore su 24, la supervisione sia meccanica che quotidiana della vettura e la Fuel Card per la gestione dei rifornimenti di benzina. L’obiettivo finale è quello di riuscire a ridurre i parchi auto delle flotte aziendali attraverso questa soluzione più intelligente e gestibile, aiutata anche dal fatto che le vetture sono completamente keyless. Non solo l’accesso, infatti, ma persino la messa in moto viene effettuata senza la presenza della chiave tradizionale. Il tutto associando anche il livello qualitativo caratteristico delle vetture del Gruppo BMW, che si riflette anche nel sistema di infotainment adattato per la gestione del noleggio e del viaggio. Secondo i dati forniti dalla stessa Alphabet, un’azienda è in grado di ottenere un potenziale risparmio sulla flotta aziendale del 40% autorizzando solo l’uso lavorativo e del 30% unendo anche la possibilità di quello privato.

La presentazione ufficiale di AlphaCity avverrà nella giornata di domani, 10 settembre, con la possibilità di due aziende di ricevere gratuitamente il servizio per un periodo di sei mesi.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Veicoli commerciali

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati