Mercedes Classe C Station Wagon MY 2014, primo contatto [FOTO e VIDEO]

Spazio a volontà con un design dinamico

Arriva la quarta versione della station wagon della Classe C. Mercedes, grazie alla nuova piattaforma e ai motori aggiornati, è riuscita a creare una vettura leggera da guidare e notevolmente spaziosa, continuando la tradizione della serie

MERCEDES CLASSE C SW – Quando pensiamo a Mercedes ci vengono sostanzialmente in mente auto particolarmente lussuose, destinate a professionisti o comunque a persone con un certo tipo di sostentamento. Ben sappiamo, però, come la Stella di Stoccarda sia riuscita nella sua storia anche a coniugare questo stile e lusso con una notevole dose di praticità e attenzione per la vita quotidiana. Non ci riferiamo solamente alla creazione del marchio Smart o di gamme come la Classe A, ma anche a vetture come la Classe C Station Wagon. La storia di questa particolare auto iniziò nel maggio del 1996 e da allora si sono succedute quattro generazioni, l’ultima delle quali abbiamo avuto l’opportunità di provare sulle sempre affascinanti strade della Toscana.

Cosa ci offre questa vettura pensata per la famiglia? Innanzitutto parliamo della sua struttura, che essendo naturalmente derivata dalla berlina, presenta il tipico design elegante e dinamico delle recenti produzioni della Stella. Nello spazio di 4.704 mm (+18 mm rispetto alla berlina) la nuova Classe C Station Wagon propone un ottimo connubio di spazio e dinamicità. È stata aiutata in particolare dalla piattaforma MRA, specificatamente creata per le vetture a trazione posteriore del marchio. L’auto si sviluppa attraverso una struttura composta praticamente per metà di alluminio e anche il rimanente è comunque frutto di un’avanzata ricerca nella produzione e nell’utilizzo dei metalli, che ha permesso alla vettura di risparmiare ben 65 kg di peso rispetto alla generazione che va a sostituire. Dal punto di vista stilistico non vi è praticamente nulla da dire, nel senso che abbiamo a che fare ancora una volta con una vettura nettamente di qualità premium, dalle linee sinuose ed eleganti. Ovviamente l’aerodinamicità del mezzo non può essere lo stesso della berlina (in fondo sarebbe stato ingiusto aspettarsi diversamente), ma ci assestiamo comunque su un cx di 0.27. Se a tutto questo uniamo la trazione posteriore, la Classe C Wagon diventa un’auto decisamente piacevole e leggera da guidare, nonostante la naturale prominente zona posteriore che deve portare.

mercedes-classe-c-station-wagon-my-2014-primo-contatto_03

Gli interni seguono lo stesso binario degli esterni. Anzi, se ci perdonate un’opinione personale molto diretta, affermeremmo che l’abitacolo sia uno degli aspetti dell’auto che più di ogni altro è riuscito ad unire lo stile con la modernità e l’alta tecnologia, scrollandosi di dosso quella sensazione di “lusso vecchio” che a volte era uno dei maggiori ostacoli da superare per raggiungere la clientela più giovane. Ne è conferma il sistema di infotainment, sul quale è installato il nuovissimo sistema Mercedes Connect Me, controllabile con il comodo touchpad già visto anche su altre recenti gamme. Un software capace non solo di gestire l’auto e le sue funzioni, ma anche di collegarsi allo smartphone per controllare alcuni elementi in remoto. Dal punto di vista delle sellerie e del comfort non ci si può certo lamentare: sono disponibili quattro allestimenti, ovvero l’Executive, lo Sport, l’Exclusive e il Premium, dei quali anche l’entry level è in grado di offrire un’esperienza di guida di pregio. Ci riferiamo prima di tutto allo spazio, fondamentale in una station wagon: il bagagliaio parte da una base di 490 litri, ma abbattendo i sedili (schienale con configurazione 40/20/40 per la fila posteriore) si può arrivare fino ad un apice di ben 1.500 litri. Come dire, le vacanze sono salve. La comodità, però, è data anche dai sistemi di aiuto alla guida e di sicurezza inseriti nella meccanica: pensiamo ad esempio al cruise control adattivo, capace di accelerare e frenare automaticamente (particolarmente utile in città), oppure al sensore di controllo della corsia che consente attraverso piccole correzioni della posizione del volante e persino piccoli interventi del freno di rimanere perfettamente al centro della strada di competenza. Non mancano il controllo dell’angolo cieco, il riconoscimento dei segnali stradali, i gruppi ottici Full LED automatici, l’head-up display e ben sette airbag per la sicurezza.

mercedes-classe-c-station-wagon-my-2014-primo-contatto_28

In generale una dotazione sicuramente di livello premium. Anzi, non pensiamo di esagerare affermando che la si possa considerare addirittura appartenente ad un segmento superiore. Per muovere tanta abbondanza, però, occorrono motori all’altezza, che naturalmente Mercedes non si fa mancare. Sono disponibili tre motori a benzina e quattro diesel, con altre novità in arrivo nel corso dell’anno. La versione entry level tra i benzina è per la C 180 con potenza da 156 CV, dotato esattamente come gli altri motori del cambio automatico a sette rapporti di serie. Alzando il tiro, invece, abbiamo il 2.000 da 184 CV, declinato anche in una variante con potenza da ben 211 CV. Non mancano, come detto, i diesel: si parte con il BlueTEC da 116 CV, passando poi per i modelli con potenza da 136, 170 e 204 CV. Quest’ultima meccanica, tra l’altro, entro la fine dell’anno verrà associata anche al motorino elettrico da 20 kW, pari a 27 CV di potenza, creando il modello C 300 BlueTEC Hybrid.

I prezzi sono in linea con quanto ci si potrebbe aspettare. La variante entry level sarà il diesel BlueTEC da 116 CV con allestimento Executive, che sarà in vendita nei concessionari a partire da 36.179 €. In questo prezzo saranno compresi la radio con display, il controllo touchpad, i cerchi in lega da 17 pollici e le luci diurne a LED, più una serie di altri extra.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati