WP_Post Object ( [ID] => 103897 [post_author] => 17 [post_date] => 2014-10-01 10:09:14 [post_date_gmt] => 2014-10-01 08:09:14 [post_content] => Disponibile da noi in versione station wagon e off-road, la nuova Peugeot 508 torna in una veste rinnovata. Sin dal suo lancio, la berlina premium del Leone si è venduta in 378.000 esemplari e, per rimanere sempre à la page, i boss del reparto design hanno lavorato su uno stile esterno più raffinato aggiungendo nuove tecnologie. La carrozzeria esterna si distingue ora grazie ad un carattere più marcato, linee più fluide e un design meno ostentatorio. Perché diciamolo, il look è aggiornato ma non dà mai troppo nell’occhio. In fin dei conti, stiamo parlando pur sempre di un’auto da rappresentanza. Nonostante delle forme più controllate rispetto al passato, il cofano motore della nuova 508 è ora più orizzontale e il paraurti è stato ridisegnato. La calandra verticale adotta ora il logo del Leone in bella vista, non più sul cofano come prima. A questa nuova identità bisognerà abituarsi visto che le prossime Peugeot avranno lo stesso marchio di fabbrica. Altro tratto distintivo di questa Peugeot 508 model year 2015 è l’illuminazione, 100% LED: fari anteriori, fendinebbia, indicatori di direzione e luci diurne. In tutto, guardando il frontale della 508 vi troverete di fronte a 44 LED. Per chi ama i dettagli, abbiamo per voi un’informazione che potrebbe soddisfare la vostra sete di sapere: su berlina e station wagon i fari diurni sono a virgola, mentre sulla variante off-road RXH sono a graffio e quelli posteriori – su tutte le carrozzerie – formano tre graffi. C’è aria di cambiamenti anche negli interni, sempre più volti al premium grazie all’aggiunta di un display touch, l’head-up display e l’impianto hi-fi JBL. Le due grandi novità a livello di tecnologia sono l’avviso dell’angolo cieco e la retrocamera. Altro tocco premium? Le rifiniture che rompono ogni legame con la qualità dei materiali precedenti. Passiamo ora alla gamma motori. A livello di benzina troviamo il 1.6 THP 165 CV Stop/Start disponibile con cambio manuale e trasmissione automatica EAT 6. Ma le unità che venderanno sicuramente meglio da noi saranno quelle a gasolio e qui le scelte sono due: 2.0 BlueHDi da 150 CV con manuale a sei rapporti e da 180 CV con EAT 6 marce ed emissioni di CO2 da 111 g/km. Infine troviamo l’ibrido Hybrid4 disponibile solo su berlina e RXH con emissioni pari a 85 g/km e consumi dichiarati sui 3.3 l/100 km, le prestazioni migliori nel suo segmento. Alla guida, la nuova Peugeot 508 risulta dolce e morbida, con cambi di marcia (con l’automatico) che neanche si fanno sentire. Così dovrebbe essere ogni station wagon: dolce e leggera. E’ disponibile anche il manuale a sei rapporti, volendo, ma considerato il segmento di auto, non c’è niente di meglio che l’automatico in questo caso. E, per chi vuole sentirsi un po’ un pilota al volante della 508, ci sono anche le palette al volante fissate al piantone: essendo fisse e piuttosto piccole, non è sempre facile cambiare rapporto soprattutto quando si è in curva, ma il loro design solido e ben costruito fa dimenticare questo piccolo dettaglio. In più è disponibile la modalità Sport: una volta premuto l’apposito pulsante sulla consolle, la strumentazione si illumina di rosso e vi fa capire che adesso non si scherza più. Le cambiate sono più veloci, il comportamento più sportivo e il sound è più grintoso grazie al Driver Sport Pack che crea un sound artificiale all’interno dell’abitacolo, rendendo la nuova 508 una vera sportiva. Anche in curva si risente tutta la grinta del Leone: la familiare non si scompone nemmeno quando si entra troppo allegramente in curva grazie all’intervento dell’ESP che pensa a correggere ogni minimo errore in traiettoria. Ma la nuova Peugeot 508 si fa apprezzare di più per il suo comfort, degno delle più grandi berline tedesche. Anche nel posteriore: la parte centrale è poco più rialzata, mentre sui lati la comodità è da 30 e lode. Lo spazio per le gambe è discreto, mentre quello per i bagagli è senza dubbio più generoso. Sempre in tema di comfort, la francese presenta svariati comparti per riporre oggetti o bottigliette d’acqua per favorire i lunghi viaggi con bambini e tanti bagagli. Proprio a proposito di lunghi viaggi, il downsizing ha colpito anche la 508 – inevitabilmente – ma c’è sempre il massimo rispetto delle prestazioni da un lato e della affidabilità: il motore della 508 è stato testato sul banco per ben 25.000 ore. Dopo la 508, abbiamo avuto modo di provare anche la nuova Peugeot 308 che da ora è disponibile anche con la nuova trasmissione automatica EAT 6 che utilizza la tecnologia Quickshift, il che vuol dire che è più efficiente, consente al motore di consumare meno carburante e rilasciare meno emissioni di anidride carbonica. A nostro parere il nuovo EAT 6 non si discosta molto dall’automatico che abbiamo avuto modo di provare sulla 508: entrambi veloci e morbidi nelle cambiate. In Italia, la nuova Peugeot 508 1.6 THP 165 CV è disponibile a partire da 30.350 euro fino a salire al top di gamma rappresentato dalla 508 RXH 2.0 HDi 163 CV (più il motore elettrico da 37 CV) con cambio automatico ETG6 che parte da 45.000 euro. Da notare che la da noi la RXH sarà disponibile solo ed esclusivamente con versione Hybrid4. [post_title] => Peugeot 508 2015, primo contatto [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => peugeot-508-2015-primo-contatto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2014-10-07 10:10:19 [post_modified_gmt] => 2014-10-07 08:10:19 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=103897 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Peugeot 508 2015, primo contatto

Più premium che mai

Peugeot 508 2015 - Gruppi ottici rivisti e dettagli di stile che fanno capire che la nuova 508 non è più la Peugeot di prima: con la nuova familiare, il costruttore francese cerca di infastidire i tedeschi

Disponibile da noi in versione station wagon e off-road, la nuova Peugeot 508 torna in una veste rinnovata. Sin dal suo lancio, la berlina premium del Leone si è venduta in 378.000 esemplari e, per rimanere sempre à la page, i boss del reparto design hanno lavorato su uno stile esterno più raffinato aggiungendo nuove tecnologie. La carrozzeria esterna si distingue ora grazie ad un carattere più marcato, linee più fluide e un design meno ostentatorio. Perché diciamolo, il look è aggiornato ma non dà mai troppo nell’occhio. In fin dei conti, stiamo parlando pur sempre di un’auto da rappresentanza.

Nonostante delle forme più controllate rispetto al passato, il cofano motore della nuova 508 è ora più orizzontale e il paraurti è stato ridisegnato. La calandra verticale adotta ora il logo del Leone in bella vista, non più sul cofano come prima. A questa nuova identità bisognerà abituarsi visto che le prossime Peugeot avranno lo stesso marchio di fabbrica.

Altro tratto distintivo di questa Peugeot 508 model year 2015 è l’illuminazione, 100% LED: fari anteriori, fendinebbia, indicatori di direzione e luci diurne. In tutto, guardando il frontale della 508 vi troverete di fronte a 44 LED. Per chi ama i dettagli, abbiamo per voi un’informazione che potrebbe soddisfare la vostra sete di sapere: su berlina e station wagon i fari diurni sono a virgola, mentre sulla variante off-road RXH sono a graffio e quelli posteriori – su tutte le carrozzerie – formano tre graffi.

C’è aria di cambiamenti anche negli interni, sempre più volti al premium grazie all’aggiunta di un display touch, l’head-up display e l’impianto hi-fi JBL. Le due grandi novità a livello di tecnologia sono l’avviso dell’angolo cieco e la retrocamera. Altro tocco premium? Le rifiniture che rompono ogni legame con la qualità dei materiali precedenti.

Passiamo ora alla gamma motori. A livello di benzina troviamo il 1.6 THP 165 CV Stop/Start disponibile con cambio manuale e trasmissione automatica EAT 6. Ma le unità che venderanno sicuramente meglio da noi saranno quelle a gasolio e qui le scelte sono due: 2.0 BlueHDi da 150 CV con manuale a sei rapporti e da 180 CV con EAT 6 marce ed emissioni di CO2 da 111 g/km. Infine troviamo l’ibrido Hybrid4 disponibile solo su berlina e RXH con emissioni pari a 85 g/km e consumi dichiarati sui 3.3 l/100 km, le prestazioni migliori nel suo segmento.

Alla guida, la nuova Peugeot 508 risulta dolce e morbida, con cambi di marcia (con l’automatico) che neanche si fanno sentire. Così dovrebbe essere ogni station wagon: dolce e leggera. E’ disponibile anche il manuale a sei rapporti, volendo, ma considerato il segmento di auto, non c’è niente di meglio che l’automatico in questo caso. E, per chi vuole sentirsi un po’ un pilota al volante della 508, ci sono anche le palette al volante fissate al piantone: essendo fisse e piuttosto piccole, non è sempre facile cambiare rapporto soprattutto quando si è in curva, ma il loro design solido e ben costruito fa dimenticare questo piccolo dettaglio. In più è disponibile la modalità Sport: una volta premuto l’apposito pulsante sulla consolle, la strumentazione si illumina di rosso e vi fa capire che adesso non si scherza più. Le cambiate sono più veloci, il comportamento più sportivo e il sound è più grintoso grazie al Driver Sport Pack che crea un sound artificiale all’interno dell’abitacolo, rendendo la nuova 508 una vera sportiva. Anche in curva si risente tutta la grinta del Leone: la familiare non si scompone nemmeno quando si entra troppo allegramente in curva grazie all’intervento dell’ESP che pensa a correggere ogni minimo errore in traiettoria.

Ma la nuova Peugeot 508 si fa apprezzare di più per il suo comfort, degno delle più grandi berline tedesche. Anche nel posteriore: la parte centrale è poco più rialzata, mentre sui lati la comodità è da 30 e lode. Lo spazio per le gambe è discreto, mentre quello per i bagagli è senza dubbio più generoso. Sempre in tema di comfort, la francese presenta svariati comparti per riporre oggetti o bottigliette d’acqua per favorire i lunghi viaggi con bambini e tanti bagagli. Proprio a proposito di lunghi viaggi, il downsizing ha colpito anche la 508 – inevitabilmente – ma c’è sempre il massimo rispetto delle prestazioni da un lato e della affidabilità: il motore della 508 è stato testato sul banco per ben 25.000 ore.

Dopo la 508, abbiamo avuto modo di provare anche la nuova Peugeot 308 che da ora è disponibile anche con la nuova trasmissione automatica EAT 6 che utilizza la tecnologia Quickshift, il che vuol dire che è più efficiente, consente al motore di consumare meno carburante e rilasciare meno emissioni di anidride carbonica. A nostro parere il nuovo EAT 6 non si discosta molto dall’automatico che abbiamo avuto modo di provare sulla 508: entrambi veloci e morbidi nelle cambiate.

In Italia, la nuova Peugeot 508 1.6 THP 165 CV è disponibile a partire da 30.350 euro fino a salire al top di gamma rappresentato dalla 508 RXH 2.0 HDi 163 CV (più il motore elettrico da 37 CV) con cambio automatico ETG6 che parte da 45.000 euro. Da notare che la da noi la RXH sarà disponibile solo ed esclusivamente con versione Hybrid4.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati