WP_Post Object ( [ID] => 96063 [post_author] => 18 [post_date] => 2014-10-05 20:03:30 [post_date_gmt] => 2014-10-05 18:03:30 [post_content] => Mercedes Classe A45 AMG - Chi l'avrebbe mai detto che l'atelier sportivo di casa Mercedes, che da sempre firma le vetture con la stella a tre punte più potenti e raffinate, sarebbe sceso così in basso, marchiando una "semplice" hatchback, per di più con sotto al cofano un motore a 4 cilindri. Ma basta uno rapido sguardo alla scheda tecnica della vettura per rendersi immediatamente conto che, in fin dei conti, quelli di AMG non sono affatto "scesi in basso", ma anzi hanno tirato fuori dal cilindro (o meglio dai quattro cilindri) una delle vetture di Affalterbach più incredibili di sempre. Incredibile innanzitutto per il motore, da record, è il quattro cilindri di serie più potente mai prodotto:360cv, per una potenza specifica di 181cv/lt, roba da far invidia a numerosi motori da competizione. Ed incredibile per le prestazioni, semplicemente spaventose considerando che si tratta di una berlina compatta: lo 0-100km/h è una pratica che viene sbrigata in appena 4,6 secondi. Insomma, qualcosa di molto vicino ad una Ferrari F430.

Design e Interni: [xrr rating=4.5/5]

Sufficientemente incattivita, ma senza risultare eccessiva mercedes-a45-amg-test-drive-00021 Come sempre la caratterizzazione estetica delle vetture AMG rappresenta il giusto equilibrio tra l'esigenza di sottolineare una maggiore sportività rispetto versioni tradizionali, senza però sfociare in eccessi in stile tuning, che potrebbero risultare poco graditi ai più. Ecco che allora la Classe A45 AMG risulta immediatamente distinguibile, grazie a dettagli come le prese d'aria maggiorate nel paraurti anteriore, con lo splitter in tinta a contrasto, le minigonne laterali più pronunciate, i cerchi in lega specifici attraverso i quali si intravedono gli spettacolari dischi forati, mentre in coda spiccano il paraurti con le due grandi feritoie ai lati ed il doppio scarico, ben in vista. Insomma, il colpo d'occhio è garantito, anche perché già la base di partenza, ovvero la Classe A "normale", non lesina di certo in quanto a sportività, con un corpo vettura compatto, muscoloso e decisamente slanciato. Belli i sedili sportivi ed il volante con inserto in alcantara mercedes-a45-amg-test-drive-00060 Come l'estetica, anche l'abitacolo della Classe A tradizionale è un'ottima base di partenza in quanto a sportività, alla quale se ne va ad aggiungere un ulteriore carico grazie ai dettagli riservati a questa versione iper-vitaminizzata. Partiamo dai sedili, con poggiatesta integrato, sagomati e profilati quasi come un sedile da gara. Sulla vettura in prova le regolazioni erano manuali, ma non per questo risulta difficile adottare una posizione di guida pressoché perfetta. Basta agire sulle leve per scoprire che il sedile, come su ogni sportiva che sia davvero tale, scende in posizione praticamente rasoterra, per permetterti di dare del tu all'asfalto, mentre il volante, splendido con il suo rivestimento in alcantara, è molto sagomato e giustamente verticale. Molto gradita la comparsa della piccola leva selettrice del cambio automatico, peraltro ottimamente rifinita e griffata con il logo AMG, che va a rimpiazzare la leva sul piantone (a noi poco gradita) delle Classe A tradizionali. Completano il quadro la finitura carbon look dell'inserto centrale della plancia, e le bocchette del clima, gran bel pezzo di design, con finitura rossa. Di colore rosso sono anche le cinture di sicurezza, un dettaglio che esalta ulteriormente la sportività, ma forse fin troppo vistoso. Lo spazio interno e l'abitabilità rimangono quelli di sempre, con i passeggeri posteriori che avranno spazio a sufficienza per le gambe ma non troppo in altezza, ed un bagagliaio da 341 litri, dunque non proprio capientissimo.

Comportamento su Strada: [xrr rating=5/5]

Efficacia pazzesca, sui binari tra le curve mercedes-a45-amg-test-drive-00004 La Classe A45 AMG mette subito le cose in chiaro sin dall'accensione. Non ci sono dubbi: il 2.0 sviluppato dai tecnici AMG è il quattro cilindri con la voce più bella attualmente in circolazione. Rauca, cupa in basso e metallica in alto, e con dei grossi "bang" ad ogni cambio marcia. Emozioni su emozioni. La trazione, data la potenza in ballo, non poteva che essere sulle quattro ruote. La sola trazione anteriore della Classe A tradizionale avrebbe avuto non pochi grattacapi per scaricare sull'asfalto tutta questa cavalleria. E così, grazie al differenziale Haldex che ripartisce la trazione sulle quattro ruote, la Classe A45 AMG riesce ad essere di una precisione e di una compostezza disarmante. Il lavoro fatto sull'assetto è semplicemente sbalorditivo: più vai forte, e più la Classe A45 AMG ti stupisce. Sembra praticamente viaggiare su dei binari, e non c'è curva che tu possa prendere a velocità così elevata da farla scomporre anche soltanto un po'. Insomma, precisone chirurgica nel seguire la traiettoria impostata, e velocità di percorrenza semplicemente sbalorditiva. Tutto questo è la Classe A AMG, che non è quindi una trazione integrale che gioca a fare la posteriore, come ad esempio una 911 Carrera 4s. Se con quest'ultima uscendo dai tornanti un accenno di scodata lo si ottiene piuttosto facilmente, la Classe A AMG non si scompone proprio mai, né in accelerazione né in rilascio. Una menzione la meritano lo sterzo, davvero ottimo nel trasmettere le giuste sensazioni, e sempre pronto nell'eseguire i comandi impartiti, ed i freni Brembo, in grado di garantire decelerazioni notevolissime. A ciò si aggiunge una resistenza alla fatica proverbiale ed un pedale con un bell'attacco ed un ottimo mordente. Insomma, una vera driver's car in grado di regalare soddisfazioni a palate, con la consapevolezza che quest'ultime arriveranno vedendo quanto cavolo si riesca ad andar forte, in totale scioltezza, e non per il traversone con controllo del sovrasterzo a ruote fumanti. Ma la cosa bella è che al di là della capacità di aggredire le curve come e forse meglio di numerose supercar, la Classe A45 AMG, tolta la risposta ovviamente un po' più decisa degli ammortizzatori sulle sconnessioni, non comporta chissà quali sacrifici dal punto di vista del comfort, rimanendo utilizzabilissima ogni giorno. Merito di ciò va in gran parte al cambio doppia frizione Speedshift Dct AMG, capace di passare da un rapporto all'altro in uno schioppo di dita nella guida sportiva, ma allo stesso tempo morbido e gentile nel traffico e nella guida rilassata.

Motore e Prestazioni: [xrr rating=5/5]

Il 2.0 turbo sembra avere un diavolo per cilindro mercedes-a45-amg-test-drive-00059 L'accelerazione è davvero sbalorditiva. Complice la trazione integrale che garantisce massimo grip ed i cambi marcia pressoché istantanei, il prima-seconda-terza è da "parolaccia automatica" per quanto incolla al sedile. Il 2.0 è impetuoso, sembra quasi indiavolato per come sale e scende quella lancetta del contagiri. Pensare che è appena un quattro cilindri con una cubatura così ridotta rende il tutto ancora più sensazionale. E l'allungo non è da meno. Basta mettere giù tutto per qualche istante non appena finita la corsia d'immissione dell'autostrada per ritrovarsi immediatamente a velocità che è meglio non scrivere. Oltre alla spinta brutale per quando si vuole bruciare tutto e tutti al semaforo, ci sono anche 450 Nm di coppia che lo rendono godibilissimo in ogni circostanza, anche quando semplicemente si passeggia. E poi, con quel cambio così rapido nell'effettuare il kick-down la ripresa è davvero portentosa. Insomma, con questa Classe A45 AMG c'è poco da scherzare, perché non poche supercar blasonare rischiano di restare al palo.

Consumi e Costi: [xrr rating=4/5]

Guidando civilmente lo sono anche i consumi mercedes-a45-amg-test-drive-00047 Passando alla voce consumi, rischiando di essere ripetitivi, come tutti i moderni turbo-benzina, anche il 2.0 di questa Classe A, specialmente considerando le prestazioni e la potenza in ballo, risente moltissimo dello stile di guida adottato. Divertendosi i 10km/lt diventano un miraggio, mentre in autostrada, con il cruise control impostato sui 120km/h, il cdb segna medie di 6.8 litri per 100km. Insomma, guidando con criterio è pensabile riuscire a stare tranquillamente proprio nella fatidica soglia dei 10 con un litro, e forse anche qualcosina meglio. Dati gli elevatissimi contenuti tecnici la Classe A45 AMG non poteva essere certamente a buon mercato, ed infatti i 44.460€ di listino sono una cifra sicuramente impegnativa. Comunque il rapporto spesa/prestazioni resta tra i migliori, dato che non è facile trovare qualcosa di più potente e prestazionale con questa cifra. Una pecca il fatto che nel prezzo non siano inclusi i sensori di parcheggio, che farebbero davvero comodo data la visibilità posteriore limitata. [review pros="Motore sensazionale, sbalorditivo. Una bomba. Limiti di tenuta elevatissimi" cons="Considerando prezzo e visibilità posteriore i sensori potrebbero essere di serie."]

Mercedes Classe A45 AMG: la Pagella di Motorionline

[xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Accellerazione:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="4.5/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="4.5/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Comfort:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Infotainment:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Abitabilità:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Bagagliaio:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Prezzo:" rating="3.5/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Finitura" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Piacere di guida:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="4/5" group="s1" ] [/xrrgroup]
[post_title] => Mercedes Classe A45 AMG: prova su strada [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-classe-a45-amg-prova-su-strada [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2014-10-15 12:16:41 [post_modified_gmt] => 2014-10-15 10:16:41 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=96063 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes Classe A45 AMG: prova su strada

Un diavolo di motore

Si poteva forse (e legittimamente) pensare che AMG fosse caduta un pò in basso, mettendo le mani sulla più piccola delle Mercedes, la Classe A. Per di più abbandonando il classico 8 cilindri in favore di un "comunissimo" 4. Ma in realtà basta guidarla per capire che quelli di AMG hanno fatto un lavoro straordinario: il 2.0 turbo è il quattro cilindri più potente mai prodotto, e spinge come se fosse indiavolato. Le prestazioni sono da supercar vera, e la guida, grazie alla trazione integrale, è davvero sui binari. Insomma, si riesce ad andare fortissimo senza sudare 7 camicie.
Mercedes Classe A45 AMG: prova su strada

Mercedes Classe A45 AMG – Chi l’avrebbe mai detto che l’atelier sportivo di casa Mercedes, che da sempre firma le vetture con la stella a tre punte più potenti e raffinate, sarebbe sceso così in basso, marchiando una “semplice” hatchback, per di più con sotto al cofano un motore a 4 cilindri. Ma basta uno rapido sguardo alla scheda tecnica della vettura per rendersi immediatamente conto che, in fin dei conti, quelli di AMG non sono affatto “scesi in basso”, ma anzi hanno tirato fuori dal cilindro (o meglio dai quattro cilindri) una delle vetture di Affalterbach più incredibili di sempre. Incredibile innanzitutto per il motore, da record, è il quattro cilindri di serie più potente mai prodotto:360cv, per una potenza specifica di 181cv/lt, roba da far invidia a numerosi motori da competizione. Ed incredibile per le prestazioni, semplicemente spaventose considerando che si tratta di una berlina compatta: lo 0-100km/h è una pratica che viene sbrigata in appena 4,6 secondi. Insomma, qualcosa di molto vicino ad una Ferrari F430.

Design e Interni:

Rating: ★★★★½ 

Sufficientemente incattivita, ma senza risultare eccessiva
mercedes-a45-amg-test-drive-00021
Come sempre la caratterizzazione estetica delle vetture AMG rappresenta il giusto equilibrio tra l’esigenza di sottolineare una maggiore sportività rispetto versioni tradizionali, senza però sfociare in eccessi in stile tuning, che potrebbero risultare poco graditi ai più. Ecco che allora la Classe A45 AMG risulta immediatamente distinguibile, grazie a dettagli come le prese d’aria maggiorate nel paraurti anteriore, con lo splitter in tinta a contrasto, le minigonne laterali più pronunciate, i cerchi in lega specifici attraverso i quali si intravedono gli spettacolari dischi forati, mentre in coda spiccano il paraurti con le due grandi feritoie ai lati ed il doppio scarico, ben in vista. Insomma, il colpo d’occhio è garantito, anche perché già la base di partenza, ovvero la Classe A “normale”, non lesina di certo in quanto a sportività, con un corpo vettura compatto, muscoloso e decisamente slanciato.

Belli i sedili sportivi ed il volante con inserto in alcantara
mercedes-a45-amg-test-drive-00060
Come l’estetica, anche l’abitacolo della Classe A tradizionale è un’ottima base di partenza in quanto a sportività, alla quale se ne va ad aggiungere un ulteriore carico grazie ai dettagli riservati a questa versione iper-vitaminizzata. Partiamo dai sedili, con poggiatesta integrato, sagomati e profilati quasi come un sedile da gara. Sulla vettura in prova le regolazioni erano manuali, ma non per questo risulta difficile adottare una posizione di guida pressoché perfetta. Basta agire sulle leve per scoprire che il sedile, come su ogni sportiva che sia davvero tale, scende in posizione praticamente rasoterra, per permetterti di dare del tu all’asfalto, mentre il volante, splendido con il suo rivestimento in alcantara, è molto sagomato e giustamente verticale. Molto gradita la comparsa della piccola leva selettrice del cambio automatico, peraltro ottimamente rifinita e griffata con il logo AMG, che va a rimpiazzare la leva sul piantone (a noi poco gradita) delle Classe A tradizionali. Completano il quadro la finitura carbon look dell’inserto centrale della plancia, e le bocchette del clima, gran bel pezzo di design, con finitura rossa. Di colore rosso sono anche le cinture di sicurezza, un dettaglio che esalta ulteriormente la sportività, ma forse fin troppo vistoso. Lo spazio interno e l’abitabilità rimangono quelli di sempre, con i passeggeri posteriori che avranno spazio a sufficienza per le gambe ma non troppo in altezza, ed un bagagliaio da 341 litri, dunque non proprio capientissimo.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★★ 

Efficacia pazzesca, sui binari tra le curve
mercedes-a45-amg-test-drive-00004
La Classe A45 AMG mette subito le cose in chiaro sin dall’accensione. Non ci sono dubbi: il 2.0 sviluppato dai tecnici AMG è il quattro cilindri con la voce più bella attualmente in circolazione. Rauca, cupa in basso e metallica in alto, e con dei grossi “bang” ad ogni cambio marcia. Emozioni su emozioni. La trazione, data la potenza in ballo, non poteva che essere sulle quattro ruote. La sola trazione anteriore della Classe A tradizionale avrebbe avuto non pochi grattacapi per scaricare sull’asfalto tutta questa cavalleria. E così, grazie al differenziale Haldex che ripartisce la trazione sulle quattro ruote, la Classe A45 AMG riesce ad essere di una precisione e di una compostezza disarmante. Il lavoro fatto sull’assetto è semplicemente sbalorditivo: più vai forte, e più la Classe A45 AMG ti stupisce.

Sembra praticamente viaggiare su dei binari, e non c’è curva che tu possa prendere a velocità così elevata da farla scomporre anche soltanto un po’. Insomma, precisone chirurgica nel seguire la traiettoria impostata, e velocità di percorrenza semplicemente sbalorditiva. Tutto questo è la Classe A AMG, che non è quindi una trazione integrale che gioca a fare la posteriore, come ad esempio una 911 Carrera 4s. Se con quest’ultima uscendo dai tornanti un accenno di scodata lo si ottiene piuttosto facilmente, la Classe A AMG non si scompone proprio mai, né in accelerazione né in rilascio. Una menzione la meritano lo sterzo, davvero ottimo nel trasmettere le giuste sensazioni, e sempre pronto nell’eseguire i comandi impartiti, ed i freni Brembo, in grado di garantire decelerazioni notevolissime. A ciò si aggiunge una resistenza alla fatica proverbiale ed un pedale con un bell’attacco ed un ottimo mordente. Insomma, una vera driver’s car in grado di regalare soddisfazioni a palate, con la consapevolezza che quest’ultime arriveranno vedendo quanto cavolo si riesca ad andar forte, in totale scioltezza, e non per il traversone con controllo del sovrasterzo a ruote fumanti. Ma la cosa bella è che al di là della capacità di aggredire le curve come e forse meglio di numerose supercar, la Classe A45 AMG, tolta la risposta ovviamente un po’ più decisa degli ammortizzatori sulle sconnessioni, non comporta chissà quali sacrifici dal punto di vista del comfort, rimanendo utilizzabilissima ogni giorno. Merito di ciò va in gran parte al cambio doppia frizione Speedshift Dct AMG, capace di passare da un rapporto all’altro in uno schioppo di dita nella guida sportiva, ma allo stesso tempo morbido e gentile nel traffico e nella guida rilassata.

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★★ 

Il 2.0 turbo sembra avere un diavolo per cilindro
mercedes-a45-amg-test-drive-00059
L’accelerazione è davvero sbalorditiva. Complice la trazione integrale che garantisce massimo grip ed i cambi marcia pressoché istantanei, il prima-seconda-terza è da “parolaccia automatica” per quanto incolla al sedile. Il 2.0 è impetuoso, sembra quasi indiavolato per come sale e scende quella lancetta del contagiri. Pensare che è appena un quattro cilindri con una cubatura così ridotta rende il tutto ancora più sensazionale. E l’allungo non è da meno. Basta mettere giù tutto per qualche istante non appena finita la corsia d’immissione dell’autostrada per ritrovarsi immediatamente a velocità che è meglio non scrivere. Oltre alla spinta brutale per quando si vuole bruciare tutto e tutti al semaforo, ci sono anche 450 Nm di coppia che lo rendono godibilissimo in ogni circostanza, anche quando semplicemente si passeggia. E poi, con quel cambio così rapido nell’effettuare il kick-down la ripresa è davvero portentosa. Insomma, con questa Classe A45 AMG c’è poco da scherzare, perché non poche supercar blasonare rischiano di restare al palo.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★☆ 

Guidando civilmente lo sono anche i consumi
mercedes-a45-amg-test-drive-00047
Passando alla voce consumi, rischiando di essere ripetitivi, come tutti i moderni turbo-benzina, anche il 2.0 di questa Classe A, specialmente considerando le prestazioni e la potenza in ballo, risente moltissimo dello stile di guida adottato. Divertendosi i 10km/lt diventano un miraggio, mentre in autostrada, con il cruise control impostato sui 120km/h, il cdb segna medie di 6.8 litri per 100km. Insomma, guidando con criterio è pensabile riuscire a stare tranquillamente proprio nella fatidica soglia dei 10 con un litro, e forse anche qualcosina meglio. Dati gli elevatissimi contenuti tecnici la Classe A45 AMG non poteva essere certamente a buon mercato, ed infatti i 44.460€ di listino sono una cifra sicuramente impegnativa. Comunque il rapporto spesa/prestazioni resta tra i migliori, dato che non è facile trovare qualcosa di più potente e prestazionale con questa cifra. Una pecca il fatto che nel prezzo non siano inclusi i sensori di parcheggio, che farebbero davvero comodo data la visibilità posteriore limitata.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Motore sensazionale, sbalorditivo. Una bomba. Limiti di tenuta elevatissimiConsiderando prezzo e visibilità posteriore i sensori potrebbero essere di serie.

Mercedes Classe A45 AMG: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★★ 
Accellerazione:★★★★★ 
Ripresa:★★★★★ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★★★ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★☆ 
Infotainment:★★★★☆ 
Abitabilità:★★★½☆ 
Bagagliaio:★★★½☆ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★☆ 
Prezzo:★★★½☆ 
Design:★★★★½ 
Finitura★★★★½ 
Piacere di guida:★★★★½ 
Consumi:★★★★☆ 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati