Nissan Leaf, regina delle vendite negli Stati Uniti

Nissan Leaf, regina delle vendite negli Stati Uniti

22.610 esemplari venduti nel 2013

Nissan Leaf - La compatta ecologica del Giappone continua sull'onda del successo, un successo che si fa registrare soprattutto negli Stati Uniti, dove la Leaf va a ruba
Nissan Leaf, regina delle vendite negli Stati Uniti

Sebbene non sia stata proprio come il marchio aveva avuto intenzione di progettarla originariamente, la Nissan Leaf vende più che bene negli Stati Uniti, il suo primo mercato, ma è apprezzata da un’ampia clientela anche al di fuori del paese dello Zio Sam.

Nel 2013, la compatta verde era riuscita a vendersi in 22.610 esemplari in appena un anno, un record che tuttavia è stato battuto proprio quest anno con svariati mesi in anticipo tra l’altro. Nissan sostiene che le vendite della Leaf negli Stati Uniti sono aumentate del 36% nel 2014, senza ombra di dubbio grazie al prezzo ridotto applicato dai modelli costruiti localmente, il che sta a significare che in America il veicolo può essere vostro sborsando 22.000 dollari (sui 16.000 euro) una volta tolti i 7.500 dollari della tassa federale.

Il direttore delle vendite dei veicoli elettrici e dell’infrastruttura di Nissan, Brendan Jones, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Con quasi 20 auto elettriche o modelli plug-in hybrid su strada oggi, la Nissan Leaf rimane regina della classifica, vendendo di più rispetto alla concorrenza di ben 50% nel mese di settembre. Sin dal suo lancio nel 2010, il nostro obiettivo principale era stato quello che portare i veicoli elettrici nel mercato globale delle auto con un package fun-to-drive (divertente da guidare) e continuiamo sempre di più a consegnare veicoli elettrici a nuovi clienti quello che altri marchi non fanno.”

Tuttavia, oltre al mercato statunitense in cui la Leaf è la più famosa, anche in Norvegia rimane tra i veicoli più venduti. A titolo comparativo, nel paese nordico la Nissan Leaf ha come rivale diretta la Volkswagen Golf.

Leggi altri articoli in Ecologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati