Motul EVO, un progetto mirato all’assistenza dei cambi automatici

Motul EVO, un progetto mirato all’assistenza dei cambi automatici

Sono sempre più diffusi e sempre più complessi, ma cosa succede in caso di guasto?

Il cambio manuale è in via di estinzione. Che piaccia o meno, è una realtà che le innovazioni nel campo delle trasmissioni delle auto hanno portato ad una sempre maggiore diffusione di sistemi automatici, o automatizzati. Ciò che è evidente, al di là dei giudizi soggettivi a livello di piacere di guida, è che i vantaggi in termini di prestazioni, efficienza e consumi, sono tali da lasciar pensare che di qui a qualche anno il pedale della frizione andrà a scomparire. Gli svantaggi quali sono? Rispetto ad un cambio manuale sono più complessi ed in caso di guasti le cose si complicano. Poche officine sono in grado di metterci mano, in molti casi anche le reti di assistenza ufficiali delle Case preferiscono un intervento “radicale” piuttosto che una revisione o riparazione. Motul ha lanciato un’interessante iniziativa in questo ambito, che ha portato alla nascita di una società di consulenza per le officine: Motul Evo.
Motul EVO, un progetto mirato all’assistenza dei cambi automatici

Motul EVO: Con convertitore di coppia, elettroattuati, a doppia frizione, a variazione continua, ce ne sono ormai per tutti i gusti e gli utilizzi. DSG, EDC, TCT,PDK, Powershift, S-Tronic, Multitronic, Selectronic, CMP, Dualogic, 2Tronic, DFN, ActivSelect, Steptronic, CVT, Geartronic, 7G-Tronic. Una giungla di sigle e nomi che identificano sostanzialmente 4 grandi famiglie: gli automatici “classici” con convertitore di coppia, i robotizzati che automatizzano un normale cambio manuale con l’ausilio di attuatori idraulici, i CVT a variazione continua che ancora oggi sono diffusi soprattutto sulle auto ibride ed infine i doppia frizione. Quest’ultima è la soluzione di più recente introduzione, ma sembra essere anche quella con il futuro più roseo. Si separano le marce pari e quelle dispari su due alberini diversi, in modo tale da avere già pronti ed “in presa” il rapporto superiore ed inferiore a quello utilizzato. Evidente il vantaggio dato dalla maggiore velocità, ma anche progressione nelle cambiate. Risulta poi la soluzione migliore per ridurre i consumi. In molti la considerano la miglior tecnologia esistente. Purtroppo però non tutto è perfetto, e anche se dovrebbe essere più affidabile di un cambio manuale, perché preserva le parti meccaniche da sollecitazioni eccessive e dagli errori di un guidatore maldestro, i guasti sono comunque possibili, sui doppia frizione come sulle altre tipologie di trasmissioni automatiche. Basta fare una ricerca su Internet associando il nome di uno dei tanti tipi di cambi disponibili alla parola “guasto” o “malfunzione”, per scoprire un mondo di automobilisti “disperati”, che non sanno dove sbattere la testa, perché non solo non trovano un’officina in grado di intervenire, ma perché spesso è difficile anche solo “effettuare una diagnosi”. Purtroppo, data la complessità e la ancora esigua esperienza sul campo, anche la rete ufficiale delle Case madri solitamente preferisce una sostituzione totale delle trasmissioni con malfunzioni e guasti, con cambi nuovi o di “rotazione”, revisionati in fabbrica. Ovviamente così i costi salgono, ma non i benefici per il cliente. Parliamo di interventi che possono costare dai 3-4 mila euro in su, quando una riparazione sarebbe ovviamente più economica.

MotulEvo_3

Una nota azienda attiva da ben 150 anni nel settore dei lubrificanti, la Motul, ha colto l’occasione per intraprendere una iniziativa, nata a giugno di quest’anno dalla collaborazione con Automatico Assistance, Spin s.r.l. e BCC Lease, che ha portato alla creazione di Motul Evo. Si tratta di un pacchetto di prodotti e servizi, destinato a far crescere le competenze dei ricambisti e delle officine, che vorranno cogliere questa opportunità. Un servizio mirato sui cambi automatici, realizzato anche grazie all’alto livello raggiunto nella tecnologia della gamma di lubrificanti Motul specifici per trasmissioni automatiche. Motul Evo offre formazione, banche dati, assistenza, ma anche filtri (di qualità OE – Original Equipment), accessori, lubrificanti (primi tra tutti quelli della gamma ATF) e attrezzatura specifica. Una sorta di società di consulenza che consente agli addetti del settore come meccanici, gommisti, elettrauti, tanto per citare qualche esempio, di essere sempre più competitivi sul mercato, rinforzando l’immagine ed offrendo un servizio a 360° alla propria clientela. Grazie a questo, e di questi tempi non guasta affatto, si crea una nuova fonte di guadagno per le officine. Di contro per i clienti questo garantisce un miglior supporto per la manutenzione ordinaria e straordinaria ed un risparmio di denaro, potenzialmente molto importante in alcuni casi. In Italia un terzo delle nuove auto immatricolate sono dotate di un cambio automatico, ed il trend è in crescita. Motul Evo è un progetto ambizioso ed estremamente innovativo. In un mercato in continua crescita si propone per fornire gli strumenti ed il know-how adeguati per le officine. Ricordiamo che non solo gli interventi straordinari, per rimediare ad un guasto o un malfunzionamento sono di fondamentale importanza, ma anche la manutenzione ordinaria. Spesso viene sottovalutato questo aspetto, ma un cambio necessita sempre una periodica sostituzione di olio e filtri, che se non viene effettuata, o se vengono utilizzati lubrificanti non idonei, può causare guasti e rotture, molto onerose da rimediare. In questa direzione vanno le attività di formazione allo start-up, con un corso dalla connotazione tecnico/commerciale basata sui principi di funzionamento e manutenzione dei cambi automatici per fornire ai partecipanti un approccio professionale e qualificato con un elevato contenuto tecnologico, requisito fondamentale per la creazione di valore aggiunto per l’utente finale.

MotulEvo_1

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati