Koenigsegg vuole stabilire un nuovo record al Nürburgring

Si cerca il record di velocità per un'auto di produzione

Koenigsegg - Agera R e One:1 saranno le auto chiave per il marchio svedese al fine di conseguire il ricercato titolo di auto più veloce sul Nürburgring
Koenigsegg vuole stabilire un nuovo record al Nürburgring

Tra tutte le sportive che ogni mese tentano un record sul Nürburgring non si capisce più chi è davvero la regina delle auto di serie. Ve lo diciamo noi: Porsche 918 Spyder. Per lo meno fino ad ora, giovedì 4 dicembre 2014. La tedesca è riuscita a compiere un giro del tracciato in appena 6:57. Poco dopo, McLaren aveva annunciato che la sua P1 era riuscita a correre sotto la soglia dei 7 minuti, ma il tempo non è stato confermato ufficialmente per il momento.

Adesso Koenigsegg, il piccolo costruttore di auto più potenti al mondo, sostiene di voler stabilire un nuovo record per un’auto di produzione. Lo farò prima con la sua Agera R da 1.160 CV e poi con la sua più estrema One:1 da 1.341 CV. A sostegno di ciò ci sono i nostri colleghi di Car & Driver in seguito ad un colloquio con Christian von Koenigsegg, il quale ha ammesso che stabilire un tempone sul ‘Ring è diventato uno dei miglior modi affinché i costruttori di sportive si mettano alla prova.

A inizio 2014 Koenigsegg aveva messo alla prova la Agera R sulla pista teutonica, ma la prova è risultata in un incidente. Secondo il fondatore del marchio scandinavo, il team tornerà operativo nel 2015 per un nuovo record. Per il momento non sappiamo ancora se a mettersi al volante della Koenigsegg sarà il test drive ufficiale Robert Serwanski o se qualche altro pilotata amico del ‘Ring si metterà alla prova. Secondo le ultime voci, secondo von Koenigsegg un tempo di 6:30 sarebbe un obiettivo realistico.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati