Nissan, al Motor Show 2014 con un’esperienza interattiva imperdibile [FOTO e VIDEO INTERVISTA]

Mattucci: «È cambiato completamente l'approccio delle case»

Nissan non si è limitata a creare uno stand al Motor Show 2014, ma ha proprio creato un'esperienza multimediale e sensoriale per andare a scoprire la filosofia e le tecnologie che si trovano dietro ad ogni modello della casa nipponica

Forse non saranno moltissime le case che hanno allestito dei veri e propri stand al Motor Show di Bologna di quest’anno, ma sicuramente quelle che c’erano hanno cercato di dare il loro meglio. Nissan è forse una di quelle che ha cercato più di tutte le altre di cavalcare il nuovo corso della kermesse felsinea, in quanto ha puntato non solo alla presentazione di un modello esclusivo in anteprima italiana (ci riferiamo alla Nissan Pulsar Nismo di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi), ma anche su un’esperienza completamente interattiva con i visitatori.

Un’esperienza, è il caso di dirlo, estremamente originale. Nel corso dei mesi, ad esempio, abbiamo imparato a conoscere il Nissan Safety Shield, ovvero l’insieme di sistemi di sicurezza e aiuti alla guida che formano una sorta di “scudo” intorno alla vettura. Dopo il debutto sulla nuova Note, il Safety Shield si sta progressivamente diffondendo su tutta l’offerta del marchio. Per testarne l’efficacia, al Motor Show è stato portato lo speciale portiere meccanico, ovvero un gioco nel quale occorre calciare un rigore contro una sagoma di cartone, il cui movimento è però influenzato dalla precisione delle telecamere installate sulle auto Nissan. Si tratta di un gioco nel quale si è cimentato lo stesso Lionel Messi, fallendo clamorosamente il suo tiro. Occorre dire che il campione del Barcellona non ha riprovato una seconda volta (e probabilmente non si aspettava una reazione così precisa del suo inanimato avversario) e fare gol non è impossibile, ma vi sfidiamo comunque a provarci. Non sarà semplice, ve lo garantiamo.

Da provare è anche l’esperienza con l’Oculus Rift. Se vi ricordate il film “Il Tagliaerbe” con Pierce Brosnan, tratto da un racconto di Stephen King, saprete bene di cosa stiamo parlando. Vi mettere sugli occhi una vera e propria maschera da realtà virtuale e vi ritroverete immersi in un mondo molto simile a quello del gioco Mirror’s Edge. Lì, immersi in una vera e propria realtà virtuale, dovrete fare a gara con una Nissan, correndo letteralmente verso il traguardo. Se, però, tutto questo è fin troppo tecnologico per voi, potrete comunque sfogarvi nelle sempre bellissime postazioni per Gran Turismo 6 che Nissan offre sempre ai suoi visitatori.

Infine, per chi vuole davvero sentire l’adrenalina, Nissan propone anche delle esperienze sulla pista esterna del Motor Show a bordo di alcune delle sue auto più performanti, in compagnia di piloti esperti. Parliamo della Juke Nismo R, della GT-R, della 370Z o dell’ecologica Nissan Leaf Nismo, che conferma come si può andare velocissimi anche senza avere dei motori super inquinanti.

Un’esperienza davvero particolare, per un Motor Show che si sta dimostrando volenteroso di riacquistare la sua passata gloria. «Tornando al Motor Show dopo un po’ di anni – ci ha raccontato Bruno Mattucci, ad di Nissan Italia – La prima impressione è che sia cambiato completamente l’approccio delle case automobilistiche. Gli stand non sono più un semplice luogo dove poni le vetture e le fai vedere ai clienti, ma sono diventati molto più interattivi. Si cerca di far capire ai clienti non solo i propri prodotti, ma anche la filosofia che si trova intorno ad essi. Poi soprattutto nelle aree esterne c’è tutta la parte relativa ai test drive. Lo trovo quindi un Motor Show molto più dinamico, orientato alle esigenze di chi visita e che dà maggiori opportunità di toccare con mano i prodotti».

Vi lasciamo ora alla nostra intervista speciale con Bruno Mattucci, nella quale parliamo di guida autonoma, elettrica e, infine, della nuovissima Nissan Pulsar Nismo.

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati