Motor Show 2014, alla festa finale il grande protagonista è Robert Kubica

Motor Show 2014, alla festa finale il grande protagonista è Robert Kubica

Sì è conclusa la trentanovesima edizione

Nella giornata conclusiva della kermesse bolognese trionfo per Robert Kubica nel Trofeo Memorial Bettega e per Christian Ravaglia nel Xtreme Supermotard SX1-Pro.
Motor Show 2014, alla festa finale il grande protagonista è Robert Kubica

Motor Show 2014 – Robert Kubica ha regalato spettacolo e ha trionfato nella finale a quattro manche del Trofeo Memorial Bettega edizione 2014, proprio nell’ultima giornata della manifestazione felsinea, battendo lo statunitense Ken Block.

Un perentorio 3-0 nella doppia finale che non ha lasciato scampo al pilota statunitense confermando così il bel periodo di forma dell’ex pilota di Formula 1. “Non è una gara valida per il mondiale, ma è sempre bello vincere! E’ stata una due giorni particolare, una competizione molto diversa dal solito, ma è divertente e anche il pubblico si è divertito. Sono sempre molto legato all’Italia e vincere qui è per me una soddisfazione. Vedere i tifosi italiani che tifano per me fa piacere, anche se non corro più in Formula 1. Mi sarebbe piaciuto fare una finale con i primi quattro contemporaneamente in pista”, ha dichiararto Kubica a fine gara.

Nonostante la scottante sconfitta Ken Block si è complimentato con Kubica, che ha portato a casa anche il Bettega Night Sprint, e ha elogiato soprattutto il caloroso pubblico del Motor Show 2014. “E’ stato davvero bello correre qui. Uno spettacolo correre con piloti così forti e un pubblico sempre molto presente, che mi ha fatto sentire il proprio calore sin dai primi momenti. E’ stata una splendida manifestazione”, ha detto Block.

Terza e quarta piazza, invece, per due piloti italiani, Lorenzo Bertelli e Gigi Galli. Bertelli ha sconfitto Galli per due manche a zero, salendo così sul podio dell’ultima corsa della trentanovesima edizione del Motor Show di Bologna. “Sono andato forte anche oggi, anche se ieri avrei potuto vincere se fossi stato più attento nella gestione delle gomme e della gara. Sono comunque contento, perché ho fatto due podi contro piloti di grande calibro e in questa manifestazione mi è piaciuta molto”, ha dichiarato Bertelli.

Alle 13.10 alla Motorsport Arena è andato in scena il tanto atteso show run di Giancarlo Fisichella al volante di una Ferrari 150° Italia e nel pit stop. Fisichella ha compiuto una decina di tornate, salutando il pubblico dell’Area 48 di BolognaFiere attraverso il rombo del V8 montato sulla monoposto del Cavallino Rampante. Gran finale anche per la Xtreme Supermotard SX1-Pro che ha premiato l’idolo di casa, Christian Ravaglia, dopo una finale entusiasmante, che lo ha visto prevalere nei confronti di Marc Reiner Schmidt per appena due centesimi di secondo, dopo un duello a due durato per l’intero arco della corsa.

La Star Parade dedicata alle stelle del Rally degli anni 70 ha intrattenuto il pubblico riportando in pista vetture che hanno fatto la storia del Motorsport, con Sandro Munari al volante della potente Lancia Stratos, Alessandro Bettega si Fiat Ritmo Alitalia, Tony Fassina su Fiat 131 Abarth e Federico Ormezzano su Talbot, concludendo degnamente la trentanovesima edizione del Motor Show di Bologna.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Eventi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati