Volkswagen fornirà le nuove auto di Polizia e Carabinieri

Gazzelle tedesche in arrivo per le forze dell'ordine

Volkswagen auto Polizia e Carabinieri - Le storiche Fiat e Alfa Romeo che hanno segnato oltre mezzo secolo delle forze dell'ordine italiane lasceranno il posto ai modelli del Gruppo Volkswagen che si aggiudicato l'appalto per 206 vetture tra Polizia e Carabinieri, con opzione per l'acquisto di ulteriori 4.000 auto da parte del Ministero dell'Interno.
Volkswagen fornirà le nuove auto di Polizia e Carabinieri

Saranno del Gruppo Volkswagen le nuove volanti e gazzelle che saranno in dotazione alle forze dell’ordine del nostro Paese. Il costruttore di Wolfsburg si è aggiudicato l’appalto per fornire 206 vetture, 100 alla Polizia di Stato e 106 all’Arma dei Carabinieri, e la posizione privilegiata per la prossimi fornitura da quasi 4.000 vetture. Dunque addio a Giuliette e Alfette in divisa sostituite dai nuovi modelli della Casa tedesca.

La conferma sull’ottenimento dell’appalto da parte di Volkswagen è arrivata dopo il respingimento del ricorso di Fiat, seconda classificata, da parte di giudici del Tar del Lazio. La Casa di Wolfsburg, che ha presentato l’offerta più conveniente con il prezzo più basso per ogni singola vettura, si è così aggiudicata in via definitiva l’appalto del Ministero dell’Interno. Inoltre lo stesso ministero potrà esercitare il diritto di opzione per acquistare dalla Volkswagen altre 1.800 vetture per la Polizia e 2.100 per i Carabinieri, per un spesa massima di 184 milioni di euro.

Tra le nuove auto in divisa che monteranno la sirena sul tetto e mostreranno il 113 e il 112 sulle fiancate ci sarà la SEAT Leon (il marchio spagnolo è di proprietà del Gruppo Volkswagen) pronta a raccogliere il testimone dai numerosi modelli, quasi esclusivamente Fiat e Alfa Romeo, che hanno fatto la storia delle Forze dell’ordine italiane dagli anni ‘5o ad oggi dando il là ad un cambio di rotta che ha il sapore della fine di un’epoca.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    8 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • sandro galgani ha detto:

      io sono italiano sono del 51 e’ sempre esistito il patriottismo ,per le amate auto costruite nel nostro paese.la fiat..alfa romeo..lancia..le auto noi poveri mortali potevamo comprarci e amare con tanta soddisfazione..vedevamo fin da piccoli velocizzare nella polizia le gloriose alfa romeo ..pure per i carabinieri..ora leggo ,siccome il nostro ben amato amm.fiat non interessa vendere piu’ col marchio oppure non gli interessa.bisogna andare ha comprare auto in germania cioe’ wolvaghen ,sara’ contenta il primo ministro tedesco ,soddisfatta ,ora sono riuscita ad far piegare le gambe a questi idioti di italiani . ora ve li ho in pugno..faranno come dico io.questa e’ la storia..che poi a mio figlio dovro’ raccontare.noi non siamo piu’ italiani…siamo tedeschi cinesi marocchini albanesi romeni silanca america latina ecc.di italiani siamo rimasti in pochi ,che dio ce la mandi ,preghiamo tutti insieme…ìì

    • Claudio ha detto:

      E’ come minimo scandaloso .

      Tante critiche a FIAT , Marchionne , ecc………..

      FIAT e Marchionne alla fine hanno ragione , l’Italia non li merita .

      L’Italia e’ un paese allo ormai allo sfascio in mano ai vari affaristi travestiti da politici ormai introdotti in tutte le fasce del paese , gente che mira solo ad accaparrarsi velocemente di tutto quello che sia possibile confidando che se ci sarà’ da pagare sarà’ infinitamente poco nei confronti del realizzato .
      Vivo all’estero da 20 anni , sono espatriato nel 1994 e ( in tempi non sospetti ) sono felice e soddisfatto di quanto ho potuto realizzare , anche considerando di quanto ha fatto l’Italia negli ultimi 20 anni , in Italia vengo 2/3 volte all’anno ed i cambiamenti che vedo sono a dir poco vertiginosi in senso negativo .
      A mio avviso le cose più importanti che sono andati a scomparire sono i maggior parte i valori , l’educazione di base , quella che si impara da bambini in famiglia , il rispetto per se e per gli altri , cose che possono sembrare piccole , pero’ le più difficili da recuperare , poi tantissime altre che molte poi sono di conseguenza .
      E’ scomparso l’orgoglio di essere Italiani ci facciamo comprare da chiunque senza remore e questo abbraccia tutto , dall’articolo in oggetto in cui la vw vende le auto allo stato Italiano mandando i soldi dei cittadini Italiani nelle casse tedesche ( con i sindacati che pero’ fanno la guerra a FIAT e Marchionne) , all’incoscenza con cui viene trattato il nostro patrimonio artistico , in balia allo scempio e all’indifferenza , valori assoluti , che solo per citare un esempio gli americani possono solo sognarselo e tantissimo infinitamente altro …….
      Povera Italia , poveri italiani .

    • Claudio ha detto:

      Dimenticavo un altro esempio estremamente negativo di cui non trovo le parole per descriverlo nel suo aberrante essere , I MARO’

      dire che sia vergognoso credo non sia sufficente , dico può rappresentarci quanto fatto dalla politica italia sul caso MARO’

    • giuseppe ha detto:

      E’ SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO.Abbiamo migliaia di lavoratori in caSSA INTEGRAZIONE.
      Il ministo Alfano deve intervenire.oppure
      prova a vendere alla polizia tedesca le macchine italiane.

    • nikko ha detto:

      Fiat troppo ingorda e non competitiva….ben vengano le tedesche se fiat dopo anni produce ancira fiat punto obsolete e alfa che supe
      r costose

    • romano ha detto:

      Se la Fiat sarebbe rimasta in Italia forse qualcosa di buono

    • francesco ha detto:

      comunque siamo la vergogna italiana . scusate alfa romeo e stata acquista dalla fiat abbiamo a Melfi a termini imerese le fabbriche fiat alfa romeo perché fare lavorare stranieri quando in Italia abbiamo gente a casa. che ha bisogno di lavorare . cosi non si combatte la crisi ……si devono creare posti d lavoro in Italia e noi facciamo costruire auto all’estero… gli italiani quando lavorano .. povera italia

    • loretta ha detto:

      Quanto siamo scemi..Bastava abbassare leggermente il prezzo e i carabinieri viaggiavano sulla giulietta..Come immagine sarebbe stata ottima..Invece come sempre vincono i tedeschi. .

    Articoli correlati