Dotazioni invernali, ecco cosa sapere

Ieri in Italia è scesa la prima neve in pianura

La multa per chi venisse colto in “flagranza di reato” è di 84 euro, che viene ridotta a 58 euro qualora venga pagata entro cinque giorni dall’atto di contestazione
Dotazioni invernali, ecco cosa sapere

Dotazioni invernali – L’obbligo degli pneumatici invernali o delle catene da neve a bordo per circolare in molta parte della rete stradale e autostradale è già in vigore dal 15 novembre, ma oggi più che mai molti automobilisti italiani avranno necessariamente bisogno di questo tipo di dotazioni di sicurezza.

Ieri ha nevicato, infatti, prima in Val d’Aosta e sulle Alpi e poi sulle pianure del Nord Italia, raggiungendo anche le città di Milano e Torino. Disagi e code sull’A1, con tribolazioni soprattutto nel tratto compreso tra Rioveggio e Calenzano, sugli Appennini, dove per circa un’ora il traffico, in direzione sud, è rimasto bloccato a causa di due mezzi pesanti fermi e affiancati sulle due corsie di transito proprio per mancanza delle dotazioni adeguate. Il periodo dell’obbligo di dotazioni invernali è stato unificato per tutta l’Italia da un decreto ministeriale del 2013, con entrata in vigore anticipata al 15 ottobre per le zone più nevose, come quelle montane delle Alpi e degli Appennini. Anche se, poi, saranno gli enti ha gestire le singole tratte e per questo non è in vigore su tutte le strade.

La multa per chi venisse colto in “flagranza di reato” è di 84 euro, che viene ridotta a 58 euro qualora venga pagata entro cinque giorni dall’atto di contestazione. Oltre alla multa pecuniaria ci sarà anche l’obbligo di arresto del veicolo che potrà essere ripreso solo dopo aver dotato l’auto di gomme invernali oppure di catene. Nei centri abitati la multa è di 41 euro, ma possono essere contestate in aggiunta infrazioni per guida pericolosa, che prevedono multe da 39 euro a salire, con perdita di punti dalla patente. Fortunatamente in Italia le statistiche degli ultimi anni dicono che gli pneumatici invernali sono montati su circa il 25 per cento delle automobili in circolazione. Gli pneumatici invernali sono un dispositivo di sicurezza molto utile già a basse temperature e non comportano una spesa aggiuntiva rispetto alle sole gomme estive, perché quando si circola con le invernali non si consuma l’altro treno di gomme, e viceversa.

Nonostante vengano normalmente chiamate “gomme da neve” la loro particolare mescola, più morbida rispetto a quella degli pneumatici estivi, è garanzia di maggiori prestazioni già sotto i 7 gradi, in quanto la mescola si mantiene più elastica aderendo così meglio all’asfalto. Gli pneumatici invernali, inoltre, hanno un disegno del battistrada composto di tasselli molto sporgenti e speciali lamelle, fatte apposta per riempirsi di neve, che garantiscono una maggiore trazione e una migliore tenuta sui fondi innevati perché l’attrito tra neve e neve è più forte di quello tra la neve e la gomma.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati