Guida autonoma, a Las Vegas dominano le tedesche

Audi, BMW e Mercedes al Consumer Electronics Show

Guida autonoma, a Las Vegas dominano le tedesche

Guida autonoma – I sensori radar dell’adaptive cruise control, utilizzati oggi su molti modelli per regolare la velocità nei confronti del veicolo che procede, e alcuni scanner laser aggiuntivi permetteranno in futuro alle auto di percorrere le strade in completa autonomia, senza pilota.

Il prototipo di Audi accelera e frena autonomamente, cambia corsia e sorpassa, adattando l’andatura a quella del traffico nelle highway considerate un “ambiente protetto”, mentre il conducente si attiva nei tratti urbani. “La guida autonoma è quasi arrivata”, ha dichiarato Audi, che ha deciso di approdare a Las Vegas, per il CES, il Consumer Electronics Show, dopo 900 km di guida autonoma partendo da Los Angeles e arrivando proprio nella città del Nevada. Il Ces di Las Vegas è diventato oggi un appuntamento importante, proprio come lo sono i tradizionali Saloni, per le casa automobilistiche mondiali, soprattutto adesso che le vetture montano sempre più chip e sensori.

Il CES, edizione 2015 si è aperto questa settimana e tra le novità più importanti legate al settore dell’automotive il pubblico potrà ammirare i fari laser della BMW, i sistemi di sicurezza per i ciclisti della Volvo, l’applicazione per avviare o spegnere a distanza le Hyundai con BlueLink, oppure i sistemi di diagnostica della Chevrolet. Sul tema “guida autonoma” non c’è solo Audi. Anche Daimler è al CES con un prototipo Mercedes in grado di comunicare con le altre auto e con le infrastrutture, mentre la BMW propone il “Remote Valet Parking Assistant”, che posteggia l’auto da sola nei parcheggi multipiano. Questa nuova BMW, creata sulla base di un’elettrica i3 utilizza gli scanner laser e la pianta digitale dell’edificio per orientarsi e trovare uno spazio di stazionamento.

Da notare come al CES le protagoniste assolute sono le case automobilistiche tedesche. “Ora che il design, le performance e la qualità costruttiva non sono più dominio esclusivo dei marchi premium”, scrive Christian Hetzner su Automotive News Europe, “Mercedes, BMW e Audi devono essere i primi sul mercato con le novità tecnologiche per giustificare la differenza di prezzo con i modelli di diffusione di massa”.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati