Mercato auto 2014, immatricolazioni in crescita: l’anno si chiude col +4,2%

Ma è il noleggio, col +13,6%, a trainare il trend positivo

Mercato auto 2014 - Il mercato automobilistico italiano chiude il 2014 con un aumento del 4,2% delle immatricolazioni, crescita legata soprattutto all'incremento del noleggio. Segno positivo per le vendite di ibride ed elettriche, mentre tra i modelli più venduti dell'anno è il marchio Fiat a farla da padrone.
Mercato auto 2014, immatricolazioni in crescita: l’anno si chiude col +4,2%

L’anno appena conclusosi ha fatto registrare un incremento della immatricolazioni di auto rispetto al 2013. Stiamo parlando di quasi 55.000 vetture in più immatricolate che equivalgono ad un +4,2% sul dato dello scorso anno.Un segnale di certo positivo ma che è ben lontano da rappresentare un momento di svolta e di ripresa sostanziale del mercato, perché tale crescita è stata trainata prevalentemente dal noleggio che nel 2014 è cresciuto del 13,6%, toccando una quota di rappresentatività sul totale del 19,3%. Sempre più giù invece la quota relativa alle famiglie (62,3%, la più bassa di sempre), mentre le registrazioni di nuove auto ai privati sono cresciute del 2,3% rispetto all’anno precedente.

Guardando ai numeri le vetture a basso impatto ambientale (ibride ed elettriche) hanno aumentato i loro volumi di vendita. Le vendite delle ibride sono cresciute del 41%, mentre le elettriche hanno fatto registrare un +26%. In Italia l’alimentazione auto che la fa da padrone resta il diesel (+6,8%) che rappresenta il 55,2% del totale, mentre le vetture a benzina hanno subito un calo del 2%. Crescono invece le vendite di auto a GPL (+7,3%) e metano (+6,3%).

Relativamente ai segmenti si distinguono positivamente utilitarie e medie, mentre per quanto riguarda la tipologia di carrozzeria c’è da segnalare l’exploit dei crossover che aumentano del 3% la quota di mercato in Italia e con il 13,8% si piazzano al secondo posto, dietro le berline, tra le vetture più vendute. Anche il mercato dell’auto usata chiude il 2014 in positivo, con un +2,6% rispetto all’anno precedente, sfruttando l’impennata (+9,3%) dei trasferimenti di proprietà registrati a dicembre.

Nello scenario automobilistico italiano 2014 è il Gruppo Fiat a dominare, con il marchio Jeep che ha raddoppiato le vendite nell’ultimo anno. Note meno positive invece per Alfa Romeo (-10,53%) e Lancia/Chrysler (-2,74%). Forte la crescita di Maserati (+378,68%), bene anche Ferrari (+20,11%), mentre meno bene è andata l’annata per Lamborghini che ha visto calare le vendite del 9,62%. In crescita del 7,07% invece il Gruppo Volkswagen, con le ottime performance di SEAT (+27,53%) e Skoda (+24,26%). Bene anche Toyota che fa segnare un +12,44% col marchio Lexus in grande evidenza con il suo quasi +81% nel nostro Paese.

Per quanto riguarda i singoli modelli, tra le auto più vendute in Italia nel 2014 il marchio Fiat si conferma al top piazzando tre vetture nel podio e quattro tra le prime cinque.

Questa la top ten:

1. Fiat Panda – 104.352 unità

2. Fiat Punto – 57.157 unità

3. Fiat 500L – 51.256 unità

4. Lancia Ypsilon – 51.143 unità

5. Fiat 500 – 45.674 unità

6. Renault Clio – 40.864 unità

7. Volkswagen Golf – 39.223 unità

8. Ford Fiesta – 36.858 unità

9. Volkswagen Polo – 31.129 unità

10. Citroën C3 – 29.316 unità

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Mercato

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati