WP_Post Object ( [ID] => 116884 [post_author] => 36 [post_date] => 2015-02-05 15:08:41 [post_date_gmt] => 2015-02-05 14:08:41 [post_content] => Alfa Romeo e Fiat - Tra le protagoniste del "Bremen Classic Motorshow", che si svolgerà a Brema, in Germania, ci saranno anche Alfa Romeo e Fiat. Il Bremen Classic Motorshow, in programma dal 6 al 8 febbraio, segna l'inizio della stagione 2015 dei saloni europei dedicati alle automobili d'epoca. Al padiglione 5 i visitatori potranno ammirare la rassegna speciale "Eleganza italiana" dove spiccano alcuni preziosi esemplari di Alfa Romeo e di Fiat, quattro dei quali provengono dalle collezioni storiche dei due marchi. L'Alfa Romeo metterà in mostra tre coupé sportive, provenienti dallo studio di design di "Nuccio" Bertone, la 2000 Sportiva (1954), prodotta solo in due esemplari, che il designer presentò con due tipi di carrozzeria, la coupé a due posti (denominata in seguito 2000 Sportiva) e la versione aperta. Con poco più di 900 kg di peso a vuoto e passo accorciato, la 2000 Sportiva è una vettura molto agile e maneggevole. L'originale motore 1900 venne messo a punto e dotato di camere di combustione emisferiche ed è capace di erogare 138 CV, che le permettono di toccare la velocità massima di 220 km/h, e la Giulia Sprint Speciale (1963), caratterizzata dal motore bialbero da 1,3 litri portato ad una potenza di 100 cv, che permette alla vettura di raggiungere i 190 km/h. La sua linea firmata Bertone è stata realizzata da Franco Scaglione, quello che divenne poi un designer di fama mondiale, e ricorda la "Disco Volante" del 1952 riproponendone lo stesso lo studio aerodinamico, di cui le prestazioni ne traggono diretto beneficio. A Brema ci sarà spazio anche per la Giulietta SZ (1960), nella variante di carrozzeria più rara, quella con la coda "tronca", realizzata per ottimizzare l'aerodinamica della vettura. Questa vettura venne realizzata dalla Carrozzeria Zagato, partner storico dell'Alfa Romeo, per consentire ai gentleman drivers di gareggiare nella categoria "Gran Turismo fino a 1,3 litri". Una delle peculiarità della "SZ" è il peso ridottissimo, 740 kg nella seconda serie, che, insieme a un efficiente profilatura aerodinamica, permette alla vettura di raggiungere i 200 km/h, velocità sorprendente per un motore da 1300 cc aspirato. Inoltre, a Brema arriverà anche l'unico esemplare della Fiat 8V con carrozzeria in vetroresina. Grazie al particolare ed innovativo, per quell'epoca, materiale pesava appena 48,5 kg. Il direttore tecnico Dante Giacosa, pochi anni dopo anche progettista della Fiat 500, scelse un motore progettato ex novo con due blocchi di quattro cilindri con un angolo di 70 gradi su un basamento comune. Della Fiat 8V ne furono prodotte in totale 114 esemplari. [post_title] => Al Bremen Classic Motorshow anche Alfa Romeo e Fiat [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => al-bremen-classic-motorshow-anche-alfa-romeo-e-fiat [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-02-05 15:08:41 [post_modified_gmt] => 2015-02-05 14:08:41 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=116884 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Al Bremen Classic Motorshow anche Alfa Romeo e Fiat

Saranno protagoniste della rassegna "Eleganza italiana"

Il "Bremen Classic Motorshow" segna l'inizio della stagione 2015 dei saloni europei dedicati alle automobili d'epoca e quest'anno vedrà la partecipazione massiccia dei due storici marchi italiani
Al Bremen Classic Motorshow anche Alfa Romeo e Fiat

Alfa Romeo e Fiat – Tra le protagoniste del “Bremen Classic Motorshow”, che si svolgerà a Brema, in Germania, ci saranno anche Alfa Romeo e Fiat.

Il Bremen Classic Motorshow, in programma dal 6 al 8 febbraio, segna l’inizio della stagione 2015 dei saloni europei dedicati alle automobili d’epoca. Al padiglione 5 i visitatori potranno ammirare la rassegna speciale “Eleganza italiana” dove spiccano alcuni preziosi esemplari di Alfa Romeo e di Fiat, quattro dei quali provengono dalle collezioni storiche dei due marchi. L’Alfa Romeo metterà in mostra tre coupé sportive, provenienti dallo studio di design di “Nuccio” Bertone, la 2000 Sportiva (1954), prodotta solo in due esemplari, che il designer presentò con due tipi di carrozzeria, la coupé a due posti (denominata in seguito 2000 Sportiva) e la versione aperta. Con poco più di 900 kg di peso a vuoto e passo accorciato, la 2000 Sportiva è una vettura molto agile e maneggevole. L’originale motore 1900 venne messo a punto e dotato di camere di combustione emisferiche ed è capace di erogare 138 CV, che le permettono di toccare la velocità massima di 220 km/h, e la Giulia Sprint Speciale (1963), caratterizzata dal motore bialbero da 1,3 litri portato ad una potenza di 100 cv, che permette alla vettura di raggiungere i 190 km/h. La sua linea firmata Bertone è stata realizzata da Franco Scaglione, quello che divenne poi un designer di fama mondiale, e ricorda la “Disco Volante” del 1952 riproponendone lo stesso lo studio aerodinamico, di cui le prestazioni ne traggono diretto beneficio.

A Brema ci sarà spazio anche per la Giulietta SZ (1960), nella variante di carrozzeria più rara, quella con la coda “tronca”, realizzata per ottimizzare l’aerodinamica della vettura. Questa vettura venne realizzata dalla Carrozzeria Zagato, partner storico dell’Alfa Romeo, per consentire ai gentleman drivers di gareggiare nella categoria “Gran Turismo fino a 1,3 litri“. Una delle peculiarità della “SZ” è il peso ridottissimo, 740 kg nella seconda serie, che, insieme a un efficiente profilatura aerodinamica, permette alla vettura di raggiungere i 200 km/h, velocità sorprendente per un motore da 1300 cc aspirato. Inoltre, a Brema arriverà anche l’unico esemplare della Fiat 8V con carrozzeria in vetroresina. Grazie al particolare ed innovativo, per quell’epoca, materiale pesava appena 48,5 kg. Il direttore tecnico Dante Giacosa, pochi anni dopo anche progettista della Fiat 500, scelse un motore progettato ex novo con due blocchi di quattro cilindri con un angolo di 70 gradi su un basamento comune. Della Fiat 8V ne furono prodotte in totale 114 esemplari.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati