Il Regno Unito approva le auto senza conducente

L'iniziativa è stata finalmente legalizzata

Le auto con guida autonoma non sono più fantascienza: da questa estate partirà l'iniziativa che, se avrà riscontri positivi, potrebbe estendersi su scala più ampia
Il Regno Unito approva le auto senza conducente

Le autorità inglesi hanno da poco approvato un piano per dei test di veicoli con guida autonoma su strade pubbliche.

Partendo da quest’estate, il regno unito sarà il posto dove le auto con guida senza conducente potranno condurre di test legali e, secondo il dipartimento dei trasporti, questi veicoli con guida autonoma dovranno avere almeno una persona all’interno nel caso si verificasse una situazione di emergenza dove il controllo manuale sarà una necessità.

Il governo locale ha messo sul tavolo 19 milioni di sterline per sviluppare auto senza conducente, visto che il ministro dei trasporti, Claire Perry, vuole che il regno unito “sia all’avanguardia in questo nuovo sviluppo eccitante, per abbracciare una tecnologia che potrebbe trasformare le nostre strade e aprirsi ad una nuova prospettiva per gli investimenti globali.”

Il governo del regno unito prevede che l’industria delle auto senza conducente avrà un valore the 900 miliardi di sterline entro il 2025 e ovviamente il paese vuole una fetta questa iniziativa. I primi tentativi ufficiali si terranno a Greenwich con uno shuttle Meridian completamente autonomo, mentre un prototipo di veicolo autonomo verrà messo alla prova a Milton Keynes. Altri veicoli senza conducente saranno parte di queste prove, troveremo tra l’altro la BAE Wildcat (che potete vedere come immagine principale) che effettuerà le sue prove a Bristol.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati