WP_Post Object ( [ID] => 117327 [post_author] => 25 [post_date] => 2015-02-13 13:02:24 [post_date_gmt] => 2015-02-13 12:02:24 [post_content] => Bridgestone Blizzak LM32S - Spesso, soprattutto in ambito “invernali”, ci si trova a discutere di quali siano le migliori coperture. La risposta non è affatto semplice e nemmeno il test più accurato, magari con il supporto di verifiche strumentali di precisione, potrà dare una sentenza definitiva e condivisa da tutti. Nel confronto tra una gomma ed un’altra sono infatti moltissimi i fattori da tenere in considerazione, alcuni dei quali non possono nemmeno essere tradotti in numeri, anche perché possono influire addirittura i gusti e lo stile di guida soggettivi. Di certo dal nostro test emerge che le Blizzak LM32S sono una delle migliori alternative sul mercato. A nostro avviso sono certamente tra le 5 prime scelte tra le quali consiglieremmo di restringere il campo ad un potenziale acquirente. Le conferme sul bagnato Iniziamo dalle conferme. L’ambito e prestigioso TÜV Performance Mark con cui il Blizzak LM32S è stato premiato per le prestazioni sul bagnato non mente. In tutte le condizioni in cui abbiamo utilizzato la vettura che calza questi pneumatici, con temperature dai 20 gradi fino a sotto lo zero termico, si sono comportate egregiamente. L’auto in questione, una Volkswagen Golf GTI a trazione anteriore, con 200 cavalli e priva di sofisticati differenziali ad aiutare a scaricarli a terra, è un ottimo banco per mettere severamente alla prova il grip che lo pneumatico è in grado di offrire. Per completezza di informazione le stiamo testando nella misura 225/45 R17 V. Anche spremendo il motore per effettuare un sorpasso raramente ci è capitato di arrivare al taglio dell’elettronica per una perdita di aderenza. Quindi grande grip, ma soprattutto una positiva sensazione di avere sempre tutto sotto controllo. Anche sui curvoni percorsi ad andatura sostenuta si nota fin da subito la vocazione sportiva degli LM32S. Preciso e reattivo come una gomma estiva, ma anche dotato di una mescola che sappia offrire il giusto grip con l’asfalto. L’ottimo feeling sull’asciutto e nella guida sportiva SONY DSC Sensazione che si avverte soprattutto sul bagnato, ma che per alcuni aspetti si fa ancor più evidente su asfalto asciutto e temperature nettamente più alte dei famosi 7 gradi che delineano il confine tra invernali ed estivi come livello di performance. Anche a 20 gradi non sembra proprio di guidare un’auto con gommatura invernale, vuoi per l’ottimo livello di silenziosità, che è sostanzialmente allineata con quella delle estive che abbiamo sostituito con le Blizzak LM32S, ma soprattutto per il feeling con lo sterzo. Non di rado, ed anche di recente, ci è capitato di trovarci a provare auto che già conoscevamo, trovandole radicalmente diverse nelle reazioni e nella guida sportiva, a causa di una gommatura invernale che rovinava tutto il lavoro fatto per garantire quei risultati di handling alla vettura. Basta una spalla troppo morbida, o un battistrada con una mescola eccessivamente dura per far cambiare le sensazioni di guida, non di poco. Con le Blizzak LM32S questo non è accaduto, anzi, ci siamo goduti una guida piacevole e sicura qualsiasi fosse la situazione del manto stradale sotto le gomme. Mai un’incertezza in frenata, mai la sgradevole sensazione di guidare “sulle uova”, che in altri casi porta invece alla necessità di compensare alle mancanze degli pneumatici con una guida più attenta, con un po’ di “mestiere”, se non addirittura con un po’ di fortuna e qualche santo in paradiso per evitare di perdere il controllo. La guida su neve e ghiaccio SONY DSC Sulla neve li abbiamo trovati all’altezza della situazione, soprattutto affrontando strade con una coltre spessa anche 15 centimetri, dove eravamo convinti di incontrare non poche difficoltà, ma siamo invece sorprendentemente stati smentiti. Un’altra situazione in cui le Blizzak LM32S ci hanno saputo convincere è stata la percorrenza di una tratta autostradale dove la corsia di sorpasso era poco battuta dove si era depositata neve “pesante”, mista ad acqua, che a velocità elevate può diventare pericolosa perché la grande resistenza che offre può variare di molto tra le ruote di destra e di sinistra. Anche in questo caso nessuna incertezza e nessun intervento dell’ESP, a conferma della grande capacità del battistrada di espellere acqua e neve dai canali. Nelle prove di ripartenza da fermo, talvolta in condizioni davvero al limite, solo in una occasione siamo riusciti a trovare il limite al grip offerto dalle Bridgestone sportive invernali del nostro long test. Eravamo fermi su una ripida rampa innevata, tipica situazione in cui la neve tende a compattarsi sotto al battistrada, fornendo ben poca aderenza, mentre davanti alle ruote si forma uno scalino. Le due cose insieme hanno finito per mettere in crisi la trazione, rendendo necessario prendere un leggero abbrivio per riuscire ad arrivare in cima alla rampa. In conclusione SONY DSC Le Bridgestone Blizzak LM32S si sono rivelate un gran bel mix di caratteristiche, confermando i vantaggi annunciati sul bagnato rispetto alla concorrenza, ma rivelandosi un’ottima gomma anche su asfalto asciutto, nella guida sportiva ed in condizioni difficili, quando la neve la fa da padrona. Se pensate che la generica scritta “M + S”, magari abbinata ad una gomma 4 stagioni o di un produttore “Low Cost” possa bastare, vi possiamo garantire che un prodotto Premium come quello che stiamo testando è tutta un’altra cosa. Dopo un lungo viaggio con una vettura gommata estiva, percorrendo un’autostrada innevata ad andatura ridotta e con l’obbligo di mantenere altissima l’attenzione, salire sull’auto che calza le LM32S è stato un piacere immenso, liberi dalle preoccupazioni, ci siamo goduti il fondo innevato per divertirci un po’, in totale sicurezza. Una ulteriore dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, che con la scarpa giusta si passa dalla preoccupazione al sorriso in caso di situazioni al limite. Ulteriori informazioni sulle Bridgestone Blizzak LM32S, oltre alla gamma misure disponibile, oltre all'articolo dedicato all'inizio del test, le trovate a questo link: http://www.bridgestone.it/auto-suv-van/gamma/blizzak/lm32s/ [post_title] => Bridgestone Blizzak LM32S, aggiornamenti dal nostro Long Test [FOTO e VIDEO TEST] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bridgestone-blizzak-lm32s-aggiornamenti-dal-nostro-long-test-foto-e-video-test [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-02-13 13:02:24 [post_modified_gmt] => 2015-02-13 12:02:24 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=117327 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bridgestone Blizzak LM32S, aggiornamenti dal nostro Long Test [FOTO e VIDEO TEST]

Dopo tre mesi, come va l'M+S sportivo giapponese?

A poco più di 3 mesi dall’inizio del test facciamo il punto della situazione, proprio dopo una settimana di utilizzo intenso in condizioni al limite, grazie alle copiose nevicate che hanno coinvolto le strade da noi percorse. Ottimo con neve e ghiaccio, ci è piaciuto ancor più su asfalto umido ed asciutto

Bridgestone Blizzak LM32S – Spesso, soprattutto in ambito “invernali”, ci si trova a discutere di quali siano le migliori coperture. La risposta non è affatto semplice e nemmeno il test più accurato, magari con il supporto di verifiche strumentali di precisione, potrà dare una sentenza definitiva e condivisa da tutti. Nel confronto tra una gomma ed un’altra sono infatti moltissimi i fattori da tenere in considerazione, alcuni dei quali non possono nemmeno essere tradotti in numeri, anche perché possono influire addirittura i gusti e lo stile di guida soggettivi. Di certo dal nostro test emerge che le Blizzak LM32S sono una delle migliori alternative sul mercato. A nostro avviso sono certamente tra le 5 prime scelte tra le quali consiglieremmo di restringere il campo ad un potenziale acquirente.

Le conferme sul bagnato

Iniziamo dalle conferme. L’ambito e prestigioso TÜV Performance Mark con cui il Blizzak LM32S è stato premiato per le prestazioni sul bagnato non mente. In tutte le condizioni in cui abbiamo utilizzato la vettura che calza questi pneumatici, con temperature dai 20 gradi fino a sotto lo zero termico, si sono comportate egregiamente. L’auto in questione, una Volkswagen Golf GTI a trazione anteriore, con 200 cavalli e priva di sofisticati differenziali ad aiutare a scaricarli a terra, è un ottimo banco per mettere severamente alla prova il grip che lo pneumatico è in grado di offrire. Per completezza di informazione le stiamo testando nella misura 225/45 R17 V. Anche spremendo il motore per effettuare un sorpasso raramente ci è capitato di arrivare al taglio dell’elettronica per una perdita di aderenza. Quindi grande grip, ma soprattutto una positiva sensazione di avere sempre tutto sotto controllo. Anche sui curvoni percorsi ad andatura sostenuta si nota fin da subito la vocazione sportiva degli LM32S. Preciso e reattivo come una gomma estiva, ma anche dotato di una mescola che sappia offrire il giusto grip con l’asfalto.

L’ottimo feeling sull’asciutto e nella guida sportiva

SONY DSC

Sensazione che si avverte soprattutto sul bagnato, ma che per alcuni aspetti si fa ancor più evidente su asfalto asciutto e temperature nettamente più alte dei famosi 7 gradi che delineano il confine tra invernali ed estivi come livello di performance. Anche a 20 gradi non sembra proprio di guidare un’auto con gommatura invernale, vuoi per l’ottimo livello di silenziosità, che è sostanzialmente allineata con quella delle estive che abbiamo sostituito con le Blizzak LM32S, ma soprattutto per il feeling con lo sterzo. Non di rado, ed anche di recente, ci è capitato di trovarci a provare auto che già conoscevamo, trovandole radicalmente diverse nelle reazioni e nella guida sportiva, a causa di una gommatura invernale che rovinava tutto il lavoro fatto per garantire quei risultati di handling alla vettura. Basta una spalla troppo morbida, o un battistrada con una mescola eccessivamente dura per far cambiare le sensazioni di guida, non di poco. Con le Blizzak LM32S questo non è accaduto, anzi, ci siamo goduti una guida piacevole e sicura qualsiasi fosse la situazione del manto stradale sotto le gomme. Mai un’incertezza in frenata, mai la sgradevole sensazione di guidare “sulle uova”, che in altri casi porta invece alla necessità di compensare alle mancanze degli pneumatici con una guida più attenta, con un po’ di “mestiere”, se non addirittura con un po’ di fortuna e qualche santo in paradiso per evitare di perdere il controllo.

La guida su neve e ghiaccio

SONY DSC

Sulla neve li abbiamo trovati all’altezza della situazione, soprattutto affrontando strade con una coltre spessa anche 15 centimetri, dove eravamo convinti di incontrare non poche difficoltà, ma siamo invece sorprendentemente stati smentiti. Un’altra situazione in cui le Blizzak LM32S ci hanno saputo convincere è stata la percorrenza di una tratta autostradale dove la corsia di sorpasso era poco battuta dove si era depositata neve “pesante”, mista ad acqua, che a velocità elevate può diventare pericolosa perché la grande resistenza che offre può variare di molto tra le ruote di destra e di sinistra. Anche in questo caso nessuna incertezza e nessun intervento dell’ESP, a conferma della grande capacità del battistrada di espellere acqua e neve dai canali. Nelle prove di ripartenza da fermo, talvolta in condizioni davvero al limite, solo in una occasione siamo riusciti a trovare il limite al grip offerto dalle Bridgestone sportive invernali del nostro long test. Eravamo fermi su una ripida rampa innevata, tipica situazione in cui la neve tende a compattarsi sotto al battistrada, fornendo ben poca aderenza, mentre davanti alle ruote si forma uno scalino. Le due cose insieme hanno finito per mettere in crisi la trazione, rendendo necessario prendere un leggero abbrivio per riuscire ad arrivare in cima alla rampa.

In conclusione

SONY DSC

Le Bridgestone Blizzak LM32S si sono rivelate un gran bel mix di caratteristiche, confermando i vantaggi annunciati sul bagnato rispetto alla concorrenza, ma rivelandosi un’ottima gomma anche su asfalto asciutto, nella guida sportiva ed in condizioni difficili, quando la neve la fa da padrona. Se pensate che la generica scritta “M + S”, magari abbinata ad una gomma 4 stagioni o di un produttore “Low Cost” possa bastare, vi possiamo garantire che un prodotto Premium come quello che stiamo testando è tutta un’altra cosa. Dopo un lungo viaggio con una vettura gommata estiva, percorrendo un’autostrada innevata ad andatura ridotta e con l’obbligo di mantenere altissima l’attenzione, salire sull’auto che calza le LM32S è stato un piacere immenso, liberi dalle preoccupazioni, ci siamo goduti il fondo innevato per divertirci un po’, in totale sicurezza. Una ulteriore dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, che con la scarpa giusta si passa dalla preoccupazione al sorriso in caso di situazioni al limite.

Ulteriori informazioni sulle Bridgestone Blizzak LM32S, oltre alla gamma misure disponibile, oltre all’articolo dedicato all’inizio del test, le trovate a questo link:
http://www.bridgestone.it/auto-suv-van/gamma/blizzak/lm32s/

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guida Sicura

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Luca

    7 Ottobre 2015 at 06:14

    E’ possibile confrontare le Bridgestone Blizzak LM32S con le Michelin Pilot Alpin PA4?

Articoli correlati