Mitsubishi XR-PHEV Concept, l’evoluzione continua al Salone di Ginevra 2015 [FOTO]

Crossover con alimentazione ibrida

Mitsubishi XR-PHEV Concept - Al Salone di Ginevra 2015 verrà presentato lo sviluppo della Mitsubishi XR-PHEV, un'aggiornata ed evoluta versione del prototipo che la Casa giapponese ha svelato per la prima volta nel novembre 2013 al Salone di Tokyo.

A distanza di un anno e mezzo dall’apparizione della Mitsubishi XR-PHEV Concept al Tokyo Motor Show del 2013, il prototipo torna con diverse novità estetiche e non solo che hanno trovato spazio nell’evoluzione del prototipo, che nell’arco di questi mesi si è sviluppato per arrivare pronto all’appuntamento del Salone di Ginevra 2015.

Anche se ad un primo sguardo non sembrano esserci particolari differenze con la vettura vista a Tokyo, in realtà la Mitsubishi XR-PHEV è cambiata nel muso con la griglia inferiore che adesso ha assunto una forma trapezoidale, affiancata da prese d’aria con dettagli cromati. Un aggiornamento estetico è stato riservato anche ai fari e ai cerchi delle ruote, così come è stato rivisto il look della griglia frontale superiore e i sottili specchietti esterni montati sulle porte.

La Mitsubishi XR-PHEV Concept offre un abitacolo per quattro persone e misura 4.490 mm in lunghezza, 1.890 mm in larghezza e 1.620 mm in altezza, mentre il passo è di 2.670 mm. Questo prototipo, dal quale si attende il secondo modello PHEV della gamma giapponese dopo l’Outlander, è equipaggiato con sistema d’alimentazione ibrido plug-in che mette insieme il motore a combustione accanto ad un motore elettrico di nuova concezione con batteria da 12 kWh per una potenza complessiva di 163 CV. Un configurazione propulsiva che consente al crossover nipponico dinamismo a fronte di emissioni di CO2 inferiori ai 40 g/km.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati