Elon Musk: “un giorno guidare sarà proibito”, ma poi si corregge

Auto a guida autonoma diffuse entro vent'anni

Elon Musk, CEO di Tesla Motors, si è lanciato in alcune dichiarazioni molto interessanti circa la diffusione delle auto a guida autonoma. Secondo lui nel giro di qualche anno non saranno solo diffuse, ma addirittura la normalità. E la guida umana verrà messa fuori legge
Elon Musk: “un giorno guidare sarà proibito”, ma poi si corregge

Tesla – Una giornata decisamente densa di avvenimenti per Elon Musk, il vulcanico boss di Tesla Motors. Il poliedrico imprenditore sudafricano, infatti, ha partecipato ad una conferenza organizzata dalla nota azienda di componenti per computer Nvidia e durante questo avvenimento si sarebbe lasciato andare ad alcune affermazioni davvero clamorose.

L’argomento è ancora una volta la mobilità del futuro. Più nello specifico la tanto discussa “guida autonoma”. Secondo Musk, infatti, non solo questa funzione debutterà presto nel mercato di serie, ma arriverà il giorno in cui guidare sarà ufficialmente messo fuori legge. Perché? Semplicemente perché sarebbe “troppo pericoloso”. Un’affermazione a dir poco audace, che immaginiamo ben pochi dei nostri stessi lettori condividerebbero. Non fosse altro che guidare è proprio uno degli aspetti più piacevoli di un’auto. I pericoli alla guida, però, non li scopriamo certo oggi e ben sappiamo che anche tra gli appassionati esistono dei “soggetti a rischio” che semplicemente non dovrebbero nemmeno avere la patente. “È molto più facile di quanto la gente creda”, ha continuato Musk, riferendosi al fatto che la maggior parte degli incidenti avviene effettivamente tra i 25 e gli 80 km/h, quindi a velocità tutto sommato ridotte. “È qui che avvengono le cose più imprevedibili. Una volta che sei sopra gli 80 km/h è tutto più facile. Gli imprevisti si riducono”.

Musk riterrebbe che le auto a guida autonoma diventeranno una cosa normale nel futuro mondo dei trasporti. “È come con gli ascensori – ha dichiarato – Una volta c’erano degli operatori, ma poi abbiamo creato una serie di circuiti molto semplici (per farli funzionare, N.d.R.). Con le auto andrà allo stesso modo”. Per quanto riguarda la realizzazione dell’auto autonoma “definitiva”, il boss di Tesla riterrebbe che entro un anno potremmo già iniziare a vedere il primo modello di serie. “L’autonomia riguarda soprattutto il livello di affidabilità e di sicurezza che desideri”, ha continuato, riferendosi al fatto che nel giorno in cui queste auto indipendenti diverranno statisticamente più sicure di quelle condotte dagli esseri umani, allora sarà solo questione di pochi anni perché prendano il sopravvento. “Daremo per scontate le auto autonome nel giro di poco tempo. Diventerà una cosa normale e salverà tantissime vite”.

L’unico fattore che finirà per rallentare la loro diffusione, sempre secondo Musk, sarà la dimensione del parco auto mondiale. “Credo che sia importante notare quanto grande sia la base industriale dell’auto”. Ci sarebbero due miliardi di veicoli secondo la stima di Musk e con una produzione mondiale che si assesterebbe intorno ai 100 milioni di auto l’anno, ci vorranno circa 20 anni perché le auto autonome prendano il sopravvento.

Nonostante queste previsioni, che potrebbero sembrare catastrofiste per ogni appassionato di auto, Musk sembra essere il primo a divertirsi a guidare la sua auto. Proprietario, naturalmente, di una Tesla Model S P85D, ha dichiarato di guidarla sempre in “Insane Mode” (Modalità Pazza). Inoltre, pochi minuti dopo aver pronunciato le parole di cui sopra, il capo di Tesla ha aggiornato il suo profilo Twitter, affermando di essere, sia ora che in futuro, fortemente a favore della libertà della gente di guidare la propria auto.

Foto: Wikimedia Commons

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati