Pagani Zonda: sviluppata una nuova one-off chiamata ZoZo [FOTO]

Sportiva che dovrebbe avere 760 cavalli

Un altro esemplare di Pagani Zonda è stato mostrato attraverso alcuni scatti fotografici. Si tratta di un modello unico che al nome della vettura affianca ZoZo

Pagani Zonda ZoZo – L’allitterazione del nome cattura l’attenzione, e afrebbe altrettanto la sonorità del poderoso motore custodito sotto il cofano. La nuova Pagani Zonda ZoZo, svelata da alcuni scatti fotografici, è una nuova opera che arricchisce la storia di questo marchio e del suo particolare modello.

Una storia che continua, nonostante il marchio Pagani abbia già aperto da tempo un nuovo capitolo con la Huayra, dopo aver proposto la Zonda in più versioni, compresa la velocissima R in grado di offrire prestazioni notevoli sul tracciato del Nürburgring. Il design della vettura sembra quello caratteristico dei modelli Zonda, cioè spigoloso, basso, singolare e soprattutto sportivo. Tra le peculiarità, si notano le luci posteriori imbrunite che sembrano celate dalla carrozzeria, sormontate da altri due gruppi ottici che seguono il profilo alto posteriore, riprendendo un po’ il concetto del 2007 sviluppato per la Zonda R. Peculiare anche l’ampia ala che svetta sopra i caratteristi scarichi. E nonostante si notino raffinati cerchi chiari in lega, secondo Prototype0 questa Pagani Zonda ZoZo potrebbe montare cerchi scuri. In merito alla meccanica, secondo le indiscrezioni questa vettura dovrebbe essere dotata della stessa unità che spinge i modelli 760, cioè un motore 7.3 litri AMG V12 aspirato in grado di sviluppare 760 cavalli (559 kW).

L’esemplare one-off della Zonda ZoZo sarebbe stato commissionato da un cliente giapponese, fondatore del fashion online mall Zozotown, da cui sarebbe ispirato il nome della vettura. Auto che ricorda, per alcuni aspetti, il modello Zonda 760 LH del pilota Lewis Hamilton, caratterizzato anche questo da una particolare colorazione violacea.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati