Insegue un uomo dopo un sorpasso. Si trova di fronte una pistola

Insegue un uomo dopo un sorpasso. Si trova di fronte una pistola

Il conducente sostiene di averla mostrata "per paura"

Un 45enne di Scandiano ha pensato bene di tirare fuori la pistola, dopo che l'automobilista da lui sorpassato si era messo ad inseguirlo. L'uomo è stato rintracciato dalla polizia, che gli ha sequestrato l'arma denunciandolo per minaccia aggravata
Insegue un uomo dopo un sorpasso. Si trova di fronte una pistola

Di automobilisti scatenati purtroppo le nostre strade sono piene, ma quello in cui si è imbattuto un uomo, mentre si trovava al volante della sua vettura, è decisamente un caso più unico che raro. Il conducente stava viaggiando in tutta tranquillità quando, all’improvviso, ha subito un sorpasso secondo lui giudicato azzardato.

Irritato dal gesto, ha quindi deciso di lanciarsi all’inseguimento del suo “rivale in pista”, attivando più volte i lampeggianti per intimargli la sosta. Una volta riuscito ad affiancare l’auto, l’uomo si è trovato di fronte una persona armata, che gli ha mostrato la pistola.

L’idea di “vendicarsi” per il sorpasso ha subito lasciato spazio al terrore. L’inseguitore ha quindi battuto in ritirata e ha chiamato il 112 per denunciare il fatto.

La vettura dell’uomo armato, un 45enne di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, è stata individuata in sosta nella frazione di Veggia dai carabinieri di Casalgrande. Gli agenti sono poi risaliti all’uomo, trovandolo effettivamente in possesso della pistola.

La versione da lui fornita alle forze dell’ordine, è stata quella di aver mostrato l’arma per paura, una volta accortosi di essere inseguito. Paura o meno, la giustificazione fornita non gli ha risparmiato l’accusa di minaccia aggravata e il sequestro della pistola.

Non solo, a scopo precauzionale, sono stati presi in consegna anche altri fucili e la licenza per il porto d’armi della pistola, rinvenuti a casa dell’indomito ‘cowboy’.

Leggi altri articoli in Notizie da Strade e Autostrade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati