Lamborghini Miura SV P400: a Milano AutoClassica la Super Veloce del 1971 [FOTO LIVE]

Lamborghini Miura SV P400 – Quelle due grosse lettere scure sulla carrozzeria gialla non lasciano dubbi, è una Lamborghini Super Veloce. Una filante e speciale Lamborghini Miura SV P400. Una delle supercar più veloci e prestigiose a cavallo tra Anni Sessanta e Settanta.

La prima versione della Miura risale al 1966, e le sue linee firmate dal designer Marcello Gandini per Bertone colpirono subito. Forme e caratteristiche che potevano essere ulteriormente affinate e che si materializzarono prima nella versione S e poi in quella ancora più sportiva e performante contrassegnata dalla sigla SV, che ancora oggi marchia le versioni più prestazionali delle vetture del Toro.

La Super Veloce rappresentò nel 1971 un nuovo traguardo per la casa di Sant’Agata Bolognese, un risultato raffinato di geometrie ed eleganza, che non stravolsero nel complesso il design, ma gli trasmisero più personalità. Spinta da un vulcanico motore centrale 3.9 litri da dodici cilindri a V, ideato da Giotto Bizzarrini, tale propulsore era dotato di un cambio posto in un basamento in alluminio, vicino all’albero motore. Rispetto alla prima versione da 350 cavalli (260 kW), la Miura SV ne conta 385 (287 kW) e vanta anche altre specifiche differenze. Dettagli che riguardano i gruppi ottici anteriori e la zona posteriore, allargata per l’adozione di pneumatici più spessi.

Il design è filante, schiacciato (data l’altezza di 110 cm), non troppo tagliente. I grandi fari dalla forma ovale emergono dal frontale, che ha un andamento leggermente spiovente e a punta, caratterizzato dalla griglia schiacciata sul muso, affiancata da altri gruppi ottici e da altri sfoghi presenti sul cofano anteriore, caratterizzati da una copertura in plastica a persiana. Stesso motivo adottato anche per la zona posteriore, sopra il motore. Il design allargato del retrotreno pare accentuato dalla forma orizzontale dei gruppi ottici e dall’impianto di scarico sdoppiato che emerge sul fondo. Altre aperture, poi, sono presenti sui fianchi, all’altezza dei finestrini e in prossimità delle ruote posteriori. L’impostazione sportiva di questa due posti sviluppata in acciaio, con parti in alluminio, è confermata dall’abitacolo essenziale e ben rifinito.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati