BMW festeggia il 3 milionesimo veicolo uscito dalla fabbrica di Spartanburg

BMW festeggia il 3 milionesimo veicolo uscito dalla fabbrica di Spartanburg

L'impianto è l'esportatore di auto più importante negli USA

BMW - Traguardo importante raggiunto dallo stabilimento americano che, prima di essere noto per la produzione di SUV, sfornava veicoli che andavano dalle 318i fino alle Z4 M
BMW festeggia il 3 milionesimo veicolo uscito dalla fabbrica di Spartanburg

L’industria dell’auto sta diventando più globale che mai. Fiat e Chrysler hanno siglato il loro famoso accordo di partnership, Pirelli è ora in mano al governo cinese, Jaguar Land Rover fa parte di Tata e, nei prossimi mesi la casa di stile italiana Pininfarina potrebbe passare sotto il controllo degli indiani di Mahindra.

In tutto ciò BMW è il più grande esportatore di auto negli Stati Uniti. Questa affermazione si basa più sul valore (stimato sui 9,2 miliardi di dollari) che sui volumi, e il costruttore tedesco non ha intenzione di rallentare la sua produzione nel Nord America. Durante la cerimonia per festeggiare in occasione del tre milionesimo veicolo uscito dagli stabilimenti di Spartanburg, BMW ha annunciato che nei suoi piani c’è un’espansione del 50% dove vengono prodotti i modelli X3, X4, X5 ed X6. La domanda sempre più in aumento per il SUV è una buona notizia per lo stato di Palmetto, che ha visto i suoi investimenti salire a 7 miliardi di dollari sin da quando la produzione è iniziata nello stabilimento.

Prima che BMW costruisse i suoi SUV a Spartanburg, l’impianto produceva modelli che facevano parte di altri segmenti e includevano auto che andavano dalla più piccola 318i allo sportivo coupé compatto Z4 M. Il successo è una buona notizia per ogni Stato che spera di vedere l’investimento industriale da parte di aziende straniere, che siano automobilistiche o meno.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati