Traffico: Roma la città più congestionata d’Italia e tredicesima nel mondo

Sul podio planetario: Istanbul, Città del Messico e Rio de Janeiro

La Capitale d'Italia risulta la città più trafficata del Paese davanti a Milano e Napoli, secondo l'analisi stilata da TomTom Traffic Index. Nel mondo spicca Istanbul
Traffico: Roma la città più congestionata d’Italia e tredicesima nel mondo

Traffico – La lancetta dell’orologio scorre inesorabile, e l’occhio punta anche le cifre digitali nel display del cruscotto. Queste scandiscono i minuti con freddezza e distacco, incuranti che attorno i suoni, le auto ferme su una delle tante strade di Roma, la tensione metropolitana e il clima né troppo freddo, né troppo caldo, siano diventate ancora scomodi compagni di viaggio. Sembrerebbe l’immagine di una giornata nel traffico della Città Eterna, nella città più trafficata d’Italia secondo le ultime stime.

TomTom Traffic Index, sistema che monitora con attenzione il traffico in diverse città urbane nel mondo, ha indicato che la Capitale d’Italia detiene il primato come area più trafficata del Paese. L’indice di congestionamento, con una percentuale del 38%, la colloca al vertice delle città più trafficate a livello internazionale e al 13° posto della classifica mondiale. Questo sottolinea che necessita il 38% del tempo in più, rispetto a una situazione regolare, per percorrere un tratto in città. Un dato rilevante che la colloca in prossimità delle dieci metropoli più congestionate del pianeta, e che sottolinea come ogni ora a Roma vadano sprecati 24 minuti nel traffico tra il raccordo Anulare e la Tiburtina. Ma la percentuale schizza anche al 71% nelle ore di punta del primo mattino, con la presenza massiccia di pendolari. Mentre il giorno più congestionato del 2014, secondo i dati diffusi, è stato il 19 dicembre. Il venerdì precedente alle festività natalizie.

Alle spalle della capitale si collocano Milano e Napoli. Il capoluogo meneghino, nonostante la presenza dei canteri dedicati a EXPO 2015, accusa una percentuale di congestionamento del 30%. Traffico che si percepisce in particolare lunedì mattina e venerdì sera, con percentuali che si impennano al 71% nel primo mattino e 67% in serata. Nel caso di Milano, da quanto emerge, lo scorso anno il giorno nero è coinciso con il 24 ottobre, condizionato anche dallo sciopero generale dei trasporti. Passando invece a Napoli, sono ben 75 le ore perse nel traffico durante l’arco di un anno dai cittadini partenopei. In particolare sono rimasti imbottigliati il 22 dicembre del 2014, forse per la presenza di gente impegnata nelle spese natalizie. In quarta posizione, invece, risulta Torino. L’indice di congestionamento è pari al 22%, secondo quanto comunicato, con 66 ore perse in un anno nel traffico.

“La nostra mission è da sempre quella di aiutare gli automobilisti di tutto il Mondo a raggiungere la propria destinazione nel modo più veloce e più sicuro”, ha riferito in proposito il Vice Presidente Dach, Italy & SEE di TomTom, Luca Tammaccaro. “La realizzazione del TomTom Traffic Index ci consente di offrire alle istituzioni pubbliche, politiche e private, oltre che alle aziende, uno strumento davvero unico e obiettivo, completo di tutte le informazioni relative al livello di congestionamento delle aree urbane.”

Osservando la classifica mondiale, considerando i dati proposti, al primo posto figura Istanbul, seguita da Città del Messico e Rio de Janeiro. La metropoli turca, considerando i dati indicati, svetta con un indice di congestionamento del 58%. Una percentuale dei tempi di percorrenza in auto che cresce nelle ore più trafficate del mattino del 76%, e di sera del 109%. A seguire Istanbul è Città del Messico con una percentuale del 55%, e un valore massimo del 93% nel mattino. Rio de Janeiro, invece, è terza con il 51%. Mosca, città che deteneva lo scettro nel 2013, adesso è quarta con una percentuale del 50%.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati