Pneumatici: bentornata primavera, fine degli obblighi invernali

Pneumatici: bentornata primavera, fine degli obblighi invernali

Ritorneranno il prossimo 15 novembre

A partire da domani, giovedì 16 aprile, sulla maggior parte della nostra rete stradale nazionale non citerà più l'obbligo di avere le gomme invernali o le catene a bordo. Vi sono, comunque, delle eccezioni e il cambio delle gomme con quelle estive, seppur non obbligatorio, è ugualmente consigliato
Pneumatici: bentornata primavera, fine degli obblighi invernali

Oggi è il 15 aprile. Ciò significa che a partire da domani (attenzione, perché questo è ancora un giorno compreso) le ordinanze invernali per quanto riguarda i pneumatici saranno ufficialmente esaurite. Questo significa che nella maggior parte della nostra rete stradale non vi sarà più l’obbligo di circolare con le gomme invernali oppure almeno con le catene da neve a bordo.

Fate comunque bene attenzione a dove vi trovate. L’ordinanza, infatti, prevede delle eccezioni a seconda delle località e delle condizioni climatiche standard. Molte località montane, infatti, prolungheranno l’obbligo fino al 30 aprile e, in generale, sarà sempre possibile trovare della segnaletica che imporrà l’utilizzo di dotazioni da neve. Al di là di queste eccezioni, però, a partire da domani potrete tranquillamente fare un salto dal vostro gommista di fiducia. La sostituzione dei pneumatici invernali con quelli estivi non è obbligatoria, contrariamente a quanto avveniva nel caso contrario, ma occorre ricordare che le gomme invernali con le temperature più elevate sono prima di tutto soggette ad un’usura molto più rapida rispetto alle estive. Questo ha ovviamente due ripercussioni importanti: la prima è un rapido decadimento delle prestazioni, la seconda è un ovvio esborso economico nel momento in cui le gomme in questione saranno prematuramente consumate.

Discorso diverso per quanto riguarda le “All Season”, ovvero le gomme che, oltre alla sigla M+S obbligatoria, presentano anche il disegno stilizzato di una montagna con un fiocco di neve. Questo genere di pneumatici possono non essere cambiati (eventualmente sarebbe il caso di scambiarli ogni tanto tra asse anteriore e posteriore nel caso delle vetture a due ruote motrici, ma per ragioni non inerenti il clima), anche se rimane molto importante il controllo delle loro condizioni e del codice di velocità per le gomme estive, segnato sul libretto e che non può essere inferiore ai 160 km/h (Q).

Ricordiamo che sono previste multe, anche particolarmente salate, nel caso si venisse sottoposti ad un controllo che delle gomme fuori norma. Per qualsiasi dubbio o chiarimento circa la propria auto, nessun consiglio sarà mai più utile di quello del vostro gommista di fiducia.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati