WP_Post Object ( [ID] => 132423 [post_author] => 36 [post_date] => 2015-04-26 12:55:21 [post_date_gmt] => 2015-04-26 10:55:21 [post_content] => Alfa Romeo e Maserati  - L’industria automotive italiana sarà sempre più legata al mercato delle auto premium ed, in particolare, a due dei marchi più amati in Italia, Alfa Romeo e Maserati. Entro il 2018 il marchio di Arese e quello di Grugliasco dovranno raggiungere dei target di vendita davvero molto importanti pari, rispettivamente, a 400 mila e 75 mila unità vendute. Questo sarà, dunque, il futuro dell'auto in Italia. In questo senso i progetti dell'Alfa Romeo saranno molto importanti. Si parte a giugno con la presentazione della nuova berlina di segmento D, che dovrebbe chiamarsi Alfa Romeo Giulia, e poi, ad inizio 2016, con quella del primo SUV della storia del marchio di Arese, basato sulla stessa piattaforma a trazione posteriore della Giulia. Entrambe le vetture saranno prodotte nello stabilimento di Cassino. Inoltre, ci sarà il debutto della nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta, che sarà chiamata a raggiungere importanti quote di mercato nel suo segmento, della nuova ammiraglia di segmento E e di un nuovo SUV di dimensioni maggiori. Per quanto riguarda, invece, Maserati, entro fine anno, dovrebbe far debuttare il suo SUV Levante, che sarà prodotto a Mirafiori ed entrerà in produzione nel gennaio del prossimo anno per debuttare sul mercato internazionale, poi, nel corso del primo trimestre. La nuova Maserati Levante andrà, così, ad affiancare nella gamma del marchio del Tridente la Quattroporte e la Ghibli. Molto importanti saranno, però, anche gli stabilimenti di Cassino, Grugliasco e Mirafiori, ma anche i siti di produzione di motori come Termoli, dove a breve entreranno in produzione due nuovi motori per l'Alfa Romeo, e Pratola Serra, che contano sulla crescita dei due marchi per vivere una nuova stagione di intenso lavoro a tutto vantaggio dei tantissimi operati che arrivano da troppi anni di difficoltà economiche e cassa integrazione. [post_title] => Alfa Romeo e Maserati vogliono rilanciare l'industria automotive in Italia [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-e-maserati-vogliono-rilanciare-lindustria-automotive-in-italia [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-04-26 12:55:21 [post_modified_gmt] => 2015-04-26 10:55:21 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=132423 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo e Maserati vogliono rilanciare l’industria automotive in Italia

Tanti i modelli pronti al lancio entro il 2018

L'Alfa Romeo e la Maserati dovranno raggiungere dei target di vendita davvero molto importanti pari, rispettivamente, a 400 mila e 75 mila unità vendute e lo faranno con tanti nuovi modelli di produzione
Alfa Romeo e Maserati vogliono rilanciare l’industria automotive in Italia

Alfa Romeo e Maserati  – L’industria automotive italiana sarà sempre più legata al mercato delle auto premium ed, in particolare, a due dei marchi più amati in Italia, Alfa Romeo e Maserati. Entro il 2018 il marchio di Arese e quello di Grugliasco dovranno raggiungere dei target di vendita davvero molto importanti pari, rispettivamente, a 400 mila e 75 mila unità vendute. Questo sarà, dunque, il futuro dell’auto in Italia.

In questo senso i progetti dell’Alfa Romeo saranno molto importanti. Si parte a giugno con la presentazione della nuova berlina di segmento D, che dovrebbe chiamarsi Alfa Romeo Giulia, e poi, ad inizio 2016, con quella del primo SUV della storia del marchio di Arese, basato sulla stessa piattaforma a trazione posteriore della Giulia. Entrambe le vetture saranno prodotte nello stabilimento di Cassino. Inoltre, ci sarà il debutto della nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta, che sarà chiamata a raggiungere importanti quote di mercato nel suo segmento, della nuova ammiraglia di segmento E e di un nuovo SUV di dimensioni maggiori.

Per quanto riguarda, invece, Maserati, entro fine anno, dovrebbe far debuttare il suo SUV Levante, che sarà prodotto a Mirafiori ed entrerà in produzione nel gennaio del prossimo anno per debuttare sul mercato internazionale, poi, nel corso del primo trimestre. La nuova Maserati Levante andrà, così, ad affiancare nella gamma del marchio del Tridente la Quattroporte e la Ghibli. Molto importanti saranno, però, anche gli stabilimenti di Cassino, Grugliasco e Mirafiori, ma anche i siti di produzione di motori come Termoli, dove a breve entreranno in produzione due nuovi motori per l’Alfa Romeo, e Pratola Serra, che contano sulla crescita dei due marchi per vivere una nuova stagione di intenso lavoro a tutto vantaggio dei tantissimi operati che arrivano da troppi anni di difficoltà economiche e cassa integrazione.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Michael 1963

    14 Settembre 2015 at 16:07

    Aspettiamo prima che arrivi la GIULIA, prima prelibatezza di casa Alfa Romeo ad essere messa in strada! Già allora sarà emozionante vedere tornare l’alfa Romeo a fare “vere” automobili!
    Ma poi, insieme agli ormai irrinunciabili SUV, spero tanto che mettano in strada anche una ammiraglia del segmento E! Un’auto che possa rivaleggiare con Audi A6, Bmw Serie 5 e Mercedes E, solo per citare la migliore concorrenza tedesca! (ma anche Jaguar XF e Volvo S90!).
    Un glorioso marchio come Alfa Romeo non può ridursi a vendere solo Mito e Giulietta, come accade ora!

Articoli correlati