Lotus Evora 400: sul circuito di Hethel sei secondi più rapida della Evora S

Lotus Evora 400: sul circuito di Hethel sei secondi più rapida della Evora S

Tempo di un minuto e 32 secondi

Condotta sul tracciato britannico, la Lotus Evora 400 si è distinta con un tempo nettamente più rapido della precedente Evora S
Lotus Evora 400: sul circuito di Hethel sei secondi più rapida della Evora S

Lotus Evora 400 – La prova su pista ha confermato le doti sportive della Lotus Evora 400. Sul tracciato di Hethel, il Technical Manager for Lotus Motorsport, Gavan Kershaw, ha registrato un nuovo primato, grazie alle qualità dinamiche di questo modello.

“Internamente, tutti sapevamo che la Evora 400 sarebbe stata in grado di superare le nostre aspettative. I nostri test di pre-produzione ci avevano fornito immensa fiducia e i sei secondi di vantaggio sul giro a Hethel. Il precedente miglior tempo realizzato con la Evora S è stato di 1 minuto e 38 secondi; il nuovo tempo segnato da Gavan è 1 minuto e 32 secondi” ha indicato l’amministratore delegato del Gruppo Lotus plc, Jean-Marc Gales, parlando della prestazione.

La Lotus Evora 400, presentata al Salone di Ginevra 2015 e le cui consegne dovrebbero iniziare ad Agosto di questo anno, sarebbe caratterizzata da un propulsore generoso, un peso più contenuto e una meccanica affinata. La spinta è garantita da un motore V6 3.5 litri sovralimentato, in grado di fornire 400 cavalli e 410 Nm di coppia. Abbinato a questo c’è un cambio manuale a sei rapporti, ma sarebbe disponibile anche una versione automatica, mentre sarebbero stati effettuati degli interventi alla meccanica, in particolare alle sospensioni. Tra le caratteristiche figurerebbero anche freni più prestazionali e un differenziale autobloccante, considerando la versione dotata di trasmissione manuale. Il peso dell’auto, poi, sarebbe stato ridotto di 22 chilogrammi rispetto al modello della generazione precedente, sfruttando materiali leggeri. Passando alle prestazioni, la Lotus Evora 400 è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 4.2 secondi e raggiungere la velocità massima di 300 km/h.

Il design è caratterizzato da un frontale sportivo e robusto, dotato di nuove prese d’aria e luci diurne LED. Il posteriore è altrettanto muscoloso, caratterizzato da un’ala dal disegno particolare e un diffusore. Distintivo anche lo stile degli specchi laterali e dei cerchi leggeri in alluminio da 19 o 20 pollici. L’abitacolo sportivo sembra valorizzato dai rivestimenti, la disposizione della strumentazione e dall’ampio schermo del sistema infotainment posizionato sopra il tunnel. Da sottolineare anche i dettagli in magnesio forgiato del volante.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati