WP_Post Object ( [ID] => 138837 [post_author] => 36 [post_date] => 2015-05-14 09:45:07 [post_date_gmt] => 2015-05-14 07:45:07 [post_content] => Sciopero ATM 15 Maggio - EXPO 2015 è più forte anche dello sciopero dei lavoratori ATM. E' arrivata, infatti, la notizia che il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, ha deciso di precettare i dipendenti dell'Azienda Trasporti Pubblici Milanesi, che gestisce gran parte dei servizi di trasporto pubblico del capoluogo lombardo. Prima di arrivare a questa decisione, nella giornata d ieri, il Prefetto di Milano aveva provato anche a mediare con il sindacato, l'Usb, che, però, ha deciso di rimanere fermo sulle sue posizioni e di confermare l'adesione allo sciopero nazionale indetto per il 15 maggio, dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 fino a fine servizio. Il prefetto ha deciso pertanto di precettare i lavoratori, che non potranno aderire all'agitazione, per evitare disagi ai viaggiatori nei giorni di EXPO. "E' chiaro che quando c’è uno sciopero durante un evento come Expo c’è preoccupazione, anche se la maggior parte delle sigle sindacali non aderisce", ha commentato Giuliano Pisapia, sindaco di Milano. Il provvedimento di precettazione, come ha chiarito un comunicato della Prefettura, è stato necessario proprio per evitare disagi alla mobilità della cittadinanza, in una giornata che peraltro risulta particolarmente sensibile per l’affluenza di visitatori all’Expo. Si crede anche che sulla scelta abbia influito la mobilitazione proclamata da un’altra formazione di base, la Cub, lo scorso 28 aprile, dove ad incrociare le braccia fu circa il 70 per cento dei dipendenti di MM, con pesanti le ripercussioni sulla mobilità della città meneghina. Rimane, invece, confermato lo sciopero in altre città italiane. [post_title] => Sciopero ATM 15 maggio 2015: il Prefetto di Milano precetta i lavoratori [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => sciopero-atm-15-maggio-2015-il-prefetto-di-milano-precetta-i-lavoratori [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-05-14 09:45:07 [post_modified_gmt] => 2015-05-14 07:45:07 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=138837 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Sciopero ATM 15 maggio 2015: il Prefetto di Milano precetta i lavoratori

Salta l'agitazione nel capoluogo lombardo per tutelare l'EXPO

Il Prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, ha precettato i lavoratori ATM che non potranno così aderire allo sciopero nazionale indetto dal sindacato Usb. Il provvedimento della Prefettura è stato dettato dalle possibili conseguenze negative che l'agitazione avrebbe potuto avere sull'Esposizione Universale che il capoluogo lombardo sta ospitando
Sciopero ATM 15 maggio 2015: il Prefetto di Milano precetta i lavoratori

Sciopero ATM 15 Maggio – EXPO 2015 è più forte anche dello sciopero dei lavoratori ATM. E’ arrivata, infatti, la notizia che il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, ha deciso di precettare i dipendenti dell’Azienda Trasporti Pubblici Milanesi, che gestisce gran parte dei servizi di trasporto pubblico del capoluogo lombardo.

Prima di arrivare a questa decisione, nella giornata d ieri, il Prefetto di Milano aveva provato anche a mediare con il sindacato, l’Usb, che, però, ha deciso di rimanere fermo sulle sue posizioni e di confermare l’adesione allo sciopero nazionale indetto per il 15 maggio, dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 fino a fine servizio. Il prefetto ha deciso pertanto di precettare i lavoratori, che non potranno aderire all’agitazione, per evitare disagi ai viaggiatori nei giorni di EXPO. “E’ chiaro che quando c’è uno sciopero durante un evento come Expo c’è preoccupazione, anche se la maggior parte delle sigle sindacali non aderisce“, ha commentato Giuliano Pisapia, sindaco di Milano.

Il provvedimento di precettazione, come ha chiarito un comunicato della Prefettura, è stato necessario proprio per evitare disagi alla mobilità della cittadinanza, in una giornata che peraltro risulta particolarmente sensibile per l’affluenza di visitatori all’Expo. Si crede anche che sulla scelta abbia influito la mobilitazione proclamata da un’altra formazione di base, la Cub, lo scorso 28 aprile, dove ad incrociare le braccia fu circa il 70 per cento dei dipendenti di MM, con pesanti le ripercussioni sulla mobilità della città meneghina. Rimane, invece, confermato lo sciopero in altre città italiane.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati