WP_Post Object ( [ID] => 145793 [post_author] => 40 [post_date] => 2015-06-02 17:52:05 [post_date_gmt] => 2015-06-02 15:52:05 [post_content] => Alfa Romeo Quadrifoglio Verde – Il Quadrifoglio Verde, simbolo non solo di fortuna ma anche di dinamismo, potenza e sportività per Alfa Romeo, potrebbe trovare una nuova collocazione nella proposta del noto marchio italiano. Considerando quanto riportato dai colleghi olandesi di De Telegraaf, la casa di Arese potrebbe rimuovere le specifiche versioni Quadrifoglio Verde di MiTo e Giulietta, apponendo affianco ai nomi delle vetture la scritta “Veloce”, per continuare a sottolineare il carattere peculiare di queste versioni. Lo storico simbolo presente sulle Alfa da competizione, invece, comparirebbe sulla versione ben più prestazionale della prossima vettura del Biscione. Al momento, comunque, si tratta sempre di indiscrezioni. Questo tipo di strategia sarebbe legato al nuovo corso del marchio, che prenderebbe il via proprio dall'atteso “progetto 952”. Su questa vettura nota al momento come Giulia, anche se potrebbe ricevere un altro nome, trapelano da tempo diverse voci e di recente sono stati diffusi anche alcuni schizzi che tenterebbero di fornire un'idea dell'aspetto. Immagini che si aggiungono ai vari render circolanti in rete. E in vista del 24 Giugno, giorno in cui dovrebbe essere svelato il modello, si può ipotizzare una nuova escalation di rumors e immagini associate al modello. Indiscrezioni come quelle sui motori. Si ritiene che la nuova Alfa possa essere spinta da un nuovo 2.0 litri benzina turbo con livelli di potenza varianti tra i 180 (134 kW) e i 330 cavalli (246 kW). Considerato il Global Medium Engine. Invece la gamma diesel vedrebbe protagonista un nuovo 2.2 litri in grado di garantire tra i 135 (101 kW) e i 210 cavalli (156,5 kW). Ma il massimo della sportività combacerebbe con un'altra novità di rilievo, un propulsore V6 bi-turbo da 3.0 litri capace di sfoderare una potenza che si presume possa essere compresa tra i 480 (358 kW) e i 520 cavalli (387 kW). Questa versione, che potrebbe essere dotata anche di differenziale autobloccante e cambio doppia-frizione, potrebbe ricevere il Quadrifoglio Verde e non l'acronimo GTA, secondo le ultime ipotesi. Si ritiene che possa raggiungere i 100 km/h in meno di quattro secondi. La nuova berlina di segmento D, inoltre, sancirebbe il ritorno alla trazione posteriore, ma si parla anche di integrale, e sarebbe caratterizzata da una nuova piattaforma specifica con motore collocato in posizione longitudinale. [post_title] => Alfa Romeo: il Quadrifoglio Verde potrebbe sparire su Giulietta e Mito [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => alfa-romeo-il-quadrifoglio-verde-potrebbe-sparire-su-giulietta-e-mito [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2015-06-02 17:52:05 [post_modified_gmt] => 2015-06-02 15:52:05 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=145793 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Alfa Romeo: il Quadrifoglio Verde potrebbe sparire su Giulietta e Mito

Sarebbero rinominate “Veloce”

Secondo indiscrezioni, la denominazione Quadrifoglio Verde che distingue le versioni più sportive e potenti di Alfa Romeo MiTo e Giulietta potrebbe non essere più presente, sostituita da Veloce. Lo storico Quadrifoglio, invece, potrebbe figurare sulla versione più prestazionale del nuovo modello atteso il 24 Giugno
Alfa Romeo: il Quadrifoglio Verde potrebbe sparire su Giulietta e Mito

Alfa Romeo Quadrifoglio Verde – Il Quadrifoglio Verde, simbolo non solo di fortuna ma anche di dinamismo, potenza e sportività per Alfa Romeo, potrebbe trovare una nuova collocazione nella proposta del noto marchio italiano.

Considerando quanto riportato dai colleghi olandesi di De Telegraaf, la casa di Arese potrebbe rimuovere le specifiche versioni Quadrifoglio Verde di MiTo e Giulietta, apponendo affianco ai nomi delle vetture la scritta “Veloce”, per continuare a sottolineare il carattere peculiare di queste versioni. Lo storico simbolo presente sulle Alfa da competizione, invece, comparirebbe sulla versione ben più prestazionale della prossima vettura del Biscione. Al momento, comunque, si tratta sempre di indiscrezioni.

Questo tipo di strategia sarebbe legato al nuovo corso del marchio, che prenderebbe il via proprio dall’atteso “progetto 952”. Su questa vettura nota al momento come Giulia, anche se potrebbe ricevere un altro nome, trapelano da tempo diverse voci e di recente sono stati diffusi anche alcuni schizzi che tenterebbero di fornire un’idea dell’aspetto. Immagini che si aggiungono ai vari render circolanti in rete. E in vista del 24 Giugno, giorno in cui dovrebbe essere svelato il modello, si può ipotizzare una nuova escalation di rumors e immagini associate al modello.

Indiscrezioni come quelle sui motori. Si ritiene che la nuova Alfa possa essere spinta da un nuovo 2.0 litri benzina turbo con livelli di potenza varianti tra i 180 (134 kW) e i 330 cavalli (246 kW). Considerato il Global Medium Engine. Invece la gamma diesel vedrebbe protagonista un nuovo 2.2 litri in grado di garantire tra i 135 (101 kW) e i 210 cavalli (156,5 kW). Ma il massimo della sportività combacerebbe con un’altra novità di rilievo, un propulsore V6 bi-turbo da 3.0 litri capace di sfoderare una potenza che si presume possa essere compresa tra i 480 (358 kW) e i 520 cavalli (387 kW). Questa versione, che potrebbe essere dotata anche di differenziale autobloccante e cambio doppia-frizione, potrebbe ricevere il Quadrifoglio Verde e non l’acronimo GTA, secondo le ultime ipotesi. Si ritiene che possa raggiungere i 100 km/h in meno di quattro secondi.
La nuova berlina di segmento D, inoltre, sancirebbe il ritorno alla trazione posteriore, ma si parla anche di integrale, e sarebbe caratterizzata da una nuova piattaforma specifica con motore collocato in posizione longitudinale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. loretta

    4 Giugno 2015 at 17:35

    Era ora..questo quadrifoglio era come il prezzemolo. .

Articoli correlati