Toyota Italia chiede aiuto alle Istituzioni per creare una rete autostradale a idrogeno

Gli ostacoli maggiori sarebbero di carattere infrastrutturale e legislativo

L'obiettivo di Toyota Italia è, quello di convincere le istituzioni della necessità di creare e implementare una rete autostradale a idrogeno, che potrebbe, inoltre, trasformarsi, se adeguatamente sfruttata, in un volano per l'economia italiana
Toyota Italia chiede aiuto alle Istituzioni per creare una rete autostradale a idrogeno

Toyota Italia – Un vero e proprio appello è quello che Toyota Italia a rivolto alle Istituzioni per “creare e implementare una rete autostradale a idrogeno e far sì che lo sviluppo e l’utilizzo di una risorsa energetica tanto importante diventi realtà”. A chiederlo è lo stesso amministratore delegato di Toyota Motor Italia, Andrea Carlucci, che la settimana scorsa ha presentato a Genova la Mirai, la berlina della casa giapponese alimentata a idrogeno.

Per Toyota Italia, la Mirai è il futuro nella salvaguardia dell’ambiente, una vera e propria rivoluzione nel modo di concepire il mondo dell’auto e nel modo di pensare e vivere il concetto di mobilità sostenibile. “Toyota lavora da più di quaranta anni allo sviluppo e alla realizzazione di vetture ecologiche volte a promuovere il concetto di mobilità sostenibile: quello del rispetto dell’ambiente è, infatti, per noi una mission fondamentale ed è per questo motivo che crediamo che lo sviluppo di veicoli a idrogeno, come Mirai, sia attualmente la via giusta da percorrere per la creazione e la diffusione di soluzioni a favore dei clienti ma anche a impatto zero”, ha sottolineato Andrea Carlucci, AD di Toyota Italia. Ciò che per il momento rallenta il progetto di Toyota in Italia sarebbe la situazione penalizzante sia dal punto di vista delle infrastrutture sia dal punto di vista legislativo, che prevede, infatti, che le stazioni di rifornimento non possano erogare idrogeno a una pressione superiore a 350 BAR, laddove invece i serbatoi montati sulle moderne vetture a celle a combustibile garantiscono un funzionamento in totale sicurezza a 700 BAR. L’unica stazione di rifornimento presente in Italia si trova a Bolzano che, grazie al suo status di provincia autonoma, ha potuto costruire un impianto che eroga idrogeno a 700 BAR.

L’obiettivo di Toyota Italia è, quindi, quello di convincere le istituzioni della necessità di creare e implementare una rete autostradale a idrogeno, per questo il marchio nipponico ha bisogno dell’impegno delle Istituzioni per far sì che lo sviluppo e l’utilizzo di una risorsa energetica tanto importante diventi realtà. “Guardando nel lungo termine, oltre il mondo dell’auto la tecnologia dello sviluppo di energia tramite l’idrogeno offrirà varie opportunità e potrà trasformarsi, se adeguatamente sfruttata, in un volano per la nostra economia e in un punto di svolta per l’intera società.” conclude Andrea Carlucci.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Ecologia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati