Rc Auto, l’Italia riduce il divario con il resto d’Europa

Rc Auto, l’Italia riduce il divario con il resto d’Europa

Si è ridotta dell'8%

L'Italia riduce il gap con l'Europa in termini di costi delle tariffe dell'RCA. Le società italiane hanno ottenuto un risultato migliore di quello europeo registrando una raccolta premi per quasi 150 miliardi di euro e la crisi sembra piano piano solo un ricordo lontano
Rc Auto, l’Italia riduce il divario con il resto d’Europa

Rc Auto – Il divario con il resto d’Europa a livello di tariffe Rc auto si sta riducendo. In particolare, in Italia lo stanno facendo quelle relative all’assicurazione obbligatoria.

Nell’ultimo anno l’Rc auto si è ridotta dell’8%, ma non si canta ancora vittoria.Non siamo ancora al punto di svolta e l’obiettivo di parificazione col resto del Vecchio Continente potrebbe raggiungersi nel 2020.” ha sottolineato Salvatore Rossi, presidente dell’Ivass, l’Istituto di Vigilanza delle assicurazioni. La crisi del bienni 2011-2012 è stata superata e le società italiane hanno ottenuto un risultato migliore di quello europeo registrando una raccolta premi per quasi 150 miliardi di euro, il 20% in più rispetto al 2013 sfiorando quasi il 9% del Pil.

Gli alti costi delle tariffe Rc auto sono dovuti a molti fattori fra cui l’abnorme presenza di frodi, mentre il ribasso dei prezzi è legato alla concentrazione del mercato che si è ridotta del 15% e all’aumento della mobilità dei clienti. Un assicurato su sei ha cambiato compagnia, spuntando una riduzione di tariffa pari al 22% mentre chi non lo ha fatto ha beneficiato di uno sconto solo del 5%.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Assicurazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati