Ferrari, per Marchionne vale 10 miliardi di euro

La sede legale si trasferirà in Olanda

Quello che si è presentato al Lingotto per la presentazione della nuova Fiat 500 è un Sergio Marchionne entusiasta e che ha voglia di parlare del futuro del Gruppo FCA. L'ad ha confermato i target 2015, dove spiccano i 108 miliardi di euro di ricavi
Ferrari, per Marchionne vale 10 miliardi di euro

Ferrari – Anche per la Ferrari, come per Fca e Cnh Industrial, si profila la possibilità di un trasferimento della sede legale in Olanda. Sergio Marchionne lo ammette parlando con i giornalisti alla presentazione della nuova Fiat 500, al Lingotto a Torino.

La Ferrari espatria e non è la prima azienda italiana a farlo, ma naturalmente fa molta sensazione sentire che il mitico marchio di Maranello possa mettere radici lontano dal Bel Paese ed in modo particolare in Olanda. Nonostante la sede legale del Cavallino Rampante stia per andare in Nord Europa, Ferrari continuerà a pagare le tasse in Italia. Marchionne ha stimato il valore della Ferrari “in almeno 10 miliardi di euro“.

L’ad di FCA è apparso molto entusiasta alla presentazione della nuova Fiat 500, dove ha voluto anche confermare i target 2015 del gruppo, circa 108 miliardi di euro di ricavi, un ebit tra 4,1 e 4,5 miliardi, un utile netto tra 1 e 1,2 miliardi, e un indebitamento netto industriale tra 7,5 e 8 miliardi. Quanto a una possibile modifica degli obiettivi di consegne stimate fra 4,8 e 5 milioni di unità quest’anno, l’ad di Fca sottolinea: “Non è cambiato niente, la cosa importante sono i numeri finanziari, il risultato operativo“. Nessuna sorpresa, invece, dal sensibile rallentamento del mercato sud americano: “Avevamo previsto che non sarebbe andato bene, continuo a pensare che si riprenderà all’inizio del quarto trimestre”.

Resta aperto il capitolo alleanze, anche se non ci sono novità su una possibile integrazione con General Motors. “Non ho niente da dire su Gm, il discorso sul consolidamento resta valido, nessuno ha messo in dubbio la sua logica economica.” ha aggiunto Marchionne, che è apparso piuttosto preoccupato dalla questione Grecia. “Non sarà comunque una bella fine sia che vinca il sì sia che vinca il no. Sarebbe stato meglio prendere decisioni due anni fa piuttosto che questa agonia che sta martoriando i mercati“. Infine, nessuna intenzione di raccogliere l’esortazione del leader degli industriali Giorgio Squinzi a riportare Fca in Confindustria. “Lo invito a cena da me quando vuole“, si è limitato a dire Marchionne.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Mercato

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati