Nuova Alfa Romeo Giulia, immaginiamocela coupé e wagon [RENDERING]

Monta un motore V6 twin-turbo di derivazione Ferrari

La nuova Alfa Romeo Giulia è stata immaginata digitalmente sotto le spoglie di wagon e coupé. Il nuovo modello del marchio di Arese è considerato il vero e proprio rilancio del Biscione e non solo. Anche per questo motivo l'Alfa ha deciso di forgiare una vettura che in molti considerano molto vicina alla perfezione

Nuova Alfa Romeo Giulia – L’Alfa Romeo Giulia è stata rivelata pochi giorni fa al grande pubblico, nella sola versione berlina, e qualcuno ha cercato già di immaginarsela in altre due varianti: coupé e wagon.

Questi nuovissimi rendering mostrano come la nuova Alfa Romeo Giulia possa apparire qualora il marchio di Arese decidesse di espandere la gamma. La nuova berlina del Biscione ha un equilibrio di peso perfetto, 50/50, e monta un motore V6 twin-turbo di derivazione Ferrari che invia 510 CV alle ruote posteriori, permettendo alla vettura di accelerare da 0 a 100 km/h in 3.9 secondi, mettendola allo stesso livello della BMW M3 e dell’Audi RS4.

La nuova Alfa Romeo Giulia non lascia nulla al caso, neanche esteticamente, e si presenta con sbalzi ridotti, un lungo cofano pronunciato e dei lunghi parafanghi anteriori. Sul frontale c’è il leggendario trilobo e il nuovissimo marchio Alfa Romeo che debutta proprio sulla Giulia, mentre le fiancate propongono una linea scavata a mezza altezza che rende la vettura sinuosa e atletica allo stesso tempo. Importanti novità da parte di Alfa Romeo sono state introdotte anche nella dotazione tecnica e meccanica della Giulia. Oltre alla distribuzione 50:50 dei pesi e a un rapporto peso/potenza inferiore a 3, la vettura monta sospensioni multilink al posteriore, mentre per l’avantreno è stata sviluppata la nuova sospensione Alfalink, che ottimizza l’effetto filtrante e consente una sterzata ancora più rapida e precisa. Inoltre, sulla nuova Alfa Romeo Giulia lavora un sistema di torque vectoring, che contribuisce a trasmettere la giusta quantità di potenza alle ruote posteriori al momento giusto.

In attesa delle possibili nuove versioni wagon e coupé, ammireremo ancora una volta la nuova Alfa Romeo Giulia al prossimo Salone di Francoforte.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    4 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Nik ha detto:

      Ma perché wagon? Ma no dai, basta con questi “funerali fai da te”, non esiste la macchina sportiva familiare, non ha senso! Usciamo da questa impostazione teutonica e torniamo a fare sportive vere. La Giulia sta benissimo così com’é, bene anche la coupé, ma per favore niente Sw…

    • Vandamme ha detto:

      La wagon è necessaria per il volume di vendite, errore gravissimo sarebbe fare solo la berlina ma penso Marchionne lo sappia bene.

    • Nik ha detto:

      Guai a guardare solo al “guadagno”, alla lunga non ripaga! Le SW sono oscene, non hanno nulla di sportivo, dobbiamo smetterla di imitare i pessimi prodotti teuotinici (e diciamolo su) e di ricominciare a pensare in chiave sportiva come Alfa merita! I volumi di vendita interessano fino a un certo punto (lo ha detto Marchionne stesso), é molto più importante il prestigio. Se uno vuole una SW si compri un Audi o una BMW, ma non taccate Alfa Romeo, un marchio che deve distinguersi dalla massa e deve ritornare a fare solo auto sportive di nicchia, niente roba di massa, altrimenti ci riduciamo come Porsche a fare Cayenne e altre belinate che ne hanno sminuito irreparabilmente il marchio.

    • lucfont80 ha detto:

      Per la mia famiglia la versione wagon sarebbe una machina più che utile, la vedo anche bella e potente. Non vedo l’ora di potere provarla.

    Articoli correlati