Rolls-Royce Ghost Serie II, il lusso contemporaneo e dinamico tra le strade di Lugano [PRIMO CONTATTO]

Il marchio inglese ci ha regalato una vettura basata sulla "sempicità"

La Rolls-Royce Ghost Serie II ha scelto il Villa Principe Leopoldo, a Lugano, per accogliere in uno scenario, a dir poco mozzafiato, la stampa ed i propri clienti, condividendo con loro l'ebrezza di assaggiare il suo potente V12 da 536 CV ed il lusso dei suoi interni

Rolls-Royce Ghost Serie II – La Rolls-Royce Ghost Serie II rappresenta l’espressione meno formale, più contemporanea e dinamica del lusso Rolls-Royce nel mondo. Si tratta della risposta del marchio britannico alle richieste dei clienti per un miglior dinamismo senza sforzo, per un lusso ancor più moderno e per una tecnologia all’avanguardia, vestita sempre e comunque del tipico design Rolls-Royce. “Un’oasi di calma all’interno del mondo lavorativo frenetico“, come la definì alla sua presentazione ufficiale la stessa Rolls-Royce.

La Rolls-Royce Ghost Serie II fu presentata al Salone di New York nel 2014 ed ora noi di Motorionline.com l’abbiamo rincontrata in Svizzera, a Lugano. Per questo nuovo rendez-vous, il marchio inglese ha scelto uno scenario da favola, “una terra di laghi e montagne, ottimo cibo, vini pregiati e infinite possibilità per occupare il tempo libero.” dove all’interno vi è incastonata l’altra protagonista di quest’indimenticabile giornata targata Rolls-Royce, la Villa Principe Leopoldo, fiore all’occhiello del Ticino Hotels Group. “Dall’elegante Villa Principe Leopoldo si gode un panorama incredibile. Contrassegnata da un forte spirito italiano e da uno stile mediterraneo, la villa offre spaziose stanze e suite. Il ristorante Principe Leopoldo, un vero e proprio tempio della gastronomia, offre una cucina che rivela autenticità, passione e rispetto per i suoi ingredienti, senza dimenticare il territorio e le tradizioni“, come la definisce la General Manager Barbara Gibellini. Rolls-Royce Motor Car Geneva e Villa Principe Leopoldo di Ticino Hotels Group Lugano hanno permesso alla stampa specializzata e non, ma soprattutto a tanti potenziali clienti Rolls-Royce, di godersi per qualche giorno due vetture esclusive del marchio britannico, la Wraith e la Ghost Serie II.

Rolls Royce Ghost II PRIMO CONTATTO

Noi di Motorionline siamo saliti a bordo della Rolls-Royce Ghost Serie II, sia in veste di passeggero sia in quella di driver, e lo abbiamo fatto per le strade di Lugano partendo dalla zona Paradiso, dove si trova il Villa Principe Leopoldo, costeggiando il Lago della città elvetica, per poi far ritorno al Grand Hotel. Appena saliamo a bordo della “nostra” Rolls-Royce Ghost Serie II color bordeaux, capiamo subito di essere entrati in una vettura da oltre 220.000 euro, un modello di lusso che vuole far subito innamorare gli uomini di successo, in particolar modo quelli più giovani, ma soprattutto le donne, un pilastro fondamentale della nuova strategia di crescita sostenibile del marchio Rolls-Royce. All’interno della Ghost Serie II si gode di una calma rassicurante, squisitamente raffinata, con un ambiente interno che offre un senso di serenità che ci conduce lontano dal mondo del lavoro sempre più frenetico. Questa vettura lussuosa incarna, in una sorta di antitesi, il concetto di semplicità. All’interno dell’abitacolo tutto è raffinato, c’è tutto ciò che occorre, dal punto di vista tecnologico e dal punto di vista del comfort, ma senza strafare. Il classico si unisce al moderno in un soffice abbraccio. Un salotto dove il passeggero può godersi il viaggio in tutta tranquillità, grazie anche ai sedili che sono di nuova concezione. Il design di quelli posteriori è stato rivisto ed ora assicura un comfort assoluto, e, ad esempio, nella modalità Lounge sono rivolti uno verso l’altro per creare un ambiente più intimo, dove chi sta seduto dietro possa comunicare più facilmente. Inoltre, sono disponibili con il riscaldamento a tre livelli e con la funzione massaggio, opzionale, e possono essere reclinati per un ulteriore comfort. Anche chi sta al volante può godere del comfort interno. I quadranti degli strumenti e l’orologio hanno subito miglioramenti sottili. Inoltre, il guidatore può scegliere cosa monitorare davanti a sé, in modo semplice e chiaro, senza essere troppo distratto durante la guida.

Rolls Royce Ghost II PRIMO CONTATTO 2

La Rolls-Royce Ghost Serie II punta sul lusso e sulla distintività di un frontale fortemente caratterizzato dai fari scolpiti, elemento che attira lo sguardo prima di ogni altra cosa. L’anteriore dell’auto ci propone un cofano ampio, con un scanalatura affusolata, che accoglie disegna delle linee dinamiche prima di accogliere alla sua estremità l’iconica statuetta dello Spirito dell’Estasi, simbolo del marchio automobilistico britannico. L’autorevolezza della Ghost Serie II passa anche dalle maggiori dimensioni della vettura che è cresciuta in larghezza e in altezza, oltre che dalle nuove forme che scolpiscono i paraurti. Sotto il profilo del design il look complessivo punta sulla modernità con alcuni tocchi che impreziosiscono la carrozzeria della vettura come ad esempio gli inserti cromati sulle prese d’aria frontali. A fare da base alla Rolls-Royce Ghost Serie II ci sono nuovi cerchi forgiati da 21 pollici, mentre il profilo disegna una silhouette decisamente dinamica e proiettata alla migliore resa su strada. Dopo averla ammirata esteriormente, iniziamo il nostro test drive capendo subito che ci troviamo al volante di un’auto imponente e capace di regalare emozioni anche sotto il cofano. Sentiamo fin da subito il potente motore V12 6.6 litri da 563 CV e 780 Nm di coppia massima, che quando siamo stati passeggeri più volte in accelerazione ci aveva spinti contro il nostro sedile. Tra le innovazioni più interessanti va segnalata la presenza del cambio automatico ZF a 8 marce assistito via satellite SAT (Satellite Aided Transmission), in grado di elaborare i dati del GPS consentendo una visione “estesa” rispetto al campo visivo di chi guida anticipando così la manovra successiva sulla base del tipo di terreno e dello stile di guida del conducente. La guida della Rolls-Royce Ghost Serie II è fluida e dinamica, la frenata è decisa, senza troppi mezzi termini. La vettura si adatta al nostro stile di guida e non ci “forza” a fare cose che non vorremmo fare. L’importante è essere rilassati e godersi l’eleganza interna, senza dimenticarsi delle prestazioni, che non passano decisamente inosservate.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati