Volvo, con Polestar per sfidare BMW M e Mercedes-AMG

Volvo, con Polestar per sfidare BMW M e Mercedes-AMG

Creerà una linea ad alte prestazioni

Dopo una lunga collaborazione che va avanti da quasi vent’anni, Volvo ha acquisito la totalità delle quote di Polestar, la società di tuning svedese che dal 1996 ad oggi ha legato il suo nome al marchio scandinavo grazie alla “customizzazione” di alcuni dei suoi modelli. Ora l'obiettivo è quello di seguire le orme di BMW e Mercedes
Volvo, con Polestar per sfidare BMW M e Mercedes-AMG

Volvo – Ieri Volvo ha annunciato di aver acquistato il tuner svedese Polestar e di voler utilizzare il suo nome per creare una linea ad alte prestazioni che andrà a sfidare i modelli BMW M e Mercedes-AMG.

Volvo vende già delle versioni tuning by Polestar della sua V60 e della sua S60 secondo un accordo di cooperazione firmato nel 2013. “Abbiamo deciso di portare quest’esperienza ad un maggior numero di piloti Volvo, mettendo tutte le risorse del nostro marchio dietro lo sviluppo di Polestar,” ha detto Hakan Samuelsson in un comunicato. Volvo vuole seguire la strada tracciata da Jaguar Land Rover, ma soprattutto dai rivali tedeschi di BMW e Mercedes, nell’offrire versioni più sportive dei suoi modelli standard. La Polestar S60 ha un motore da 350 CV che raggiunge i 100 km/h in 4,9 secondi, a fronte dei 5,9 di cui necessita il modello standard. Il costo della versione tuning by Polestar è di 60.225 dollari, ovvero circa un terzo in più.

L’acquisizione non comprende l’unità racing di Polestar, che collabora anch’essa con Volvo e che rimarrà controllata dal proprietario e amministratore delegato Christian Dahl, egli stesso un ex pilota. I maggiori mercati per le varianti della Polestar Volvo sono gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’Australia. Il tuner scandinavo utilizza i software per migliorare le prestazioni e per ottimizzare le auto, in modo tale da aumentare le prestazioni del motore di fascia media apportando modifiche al cambio e alla risposta della valvola a farfalla. Polestar offre anche aggiornamenti del telaio, delle sospensioni, dei freni e di altre aree della vettura. L’esperienza di Polestar sarà utilizzata anche per fornire ulteriori miglioramenti alla crescente gamma Volvo di plug-in ibridi.

Volvo si propone di incrementare le sue vendite globali annuali a 800.000 veicoli entro la fine del decennio, mentre quest’anno il target è di 500.000 vetture. Lo scorso anno Volvo ha venduto 465.866 unità.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati