Ferrari: Amedeo Felisa lascia l’incarico di amministratore delegato a settembre?

Ferrari: Amedeo Felisa lascia l’incarico di amministratore delegato a settembre?

Un'indiscrezione diffusa in rete

L'amministratore delegato del Cavallino Rampante sarebbe in procinto di salutare Maranello. L'addio potrebbe avvenire a settembre
Ferrari: Amedeo Felisa lascia l’incarico di amministratore delegato a settembre?

Ferrari e Amedeo Felisa – Si parla di settembre ma potrebbe essere anche “imminente”, secondo le voci circolanti. L’amministratore delegato della Ferrari, Amedeo Felisa, avrebbe deciso di lasciare il proprio incarico a Maranello.

La notizia, riportata sia sul noto blog di Leo Turrini “Profondo Rosso”, sia su Dagospia e ripresa anche dal sito del quotidiano Libero, sottolinea la probabile uscita di scena di uno dei dirigenti più attivi nella storia della casa di Maranello. Entrato in Ferrari nel 1990 come direttore tecnico, col tempo è passato alla direzione del settore “Granturismo”, fino a diventare amministratore delegato del Cavallino Rampante dal marzo 2008.

Lo stesso Turrini ha scritto in proposito: “Felisa è il miglior dirigente che la casa di Maranello abbia avuto negli ultimi venticinque anni. E’ stato lui il motore della innovazione in fabbrica e sul prodotto. Se la Ferrari è trionfalmente entrata nel nuovo millennio, toccando livelli di redditività senza precedenti, larga parte del merito spetta ad Amedeo. Aggiungo che è anche una bella persona e qui mi fermo.” Rimarcando anche: “E’ in pensione da un po’, aveva accettato di protrarre il suo impegno quando ancora LCDM (Luca Cordero di Montezemolo, ndr) era il presidente, è rimasto con Marchionne, adesso stacca.”

Una prospettiva diversa sull’argomento la offrirebbe invece Dagospia, che indicherebbe, come riportato anche dal sito di Libero, una certa incompatibilità tra Felisa e il nuovo Presidente della Ferrari, Sergio Marchionne. Incomprensioni che sarebbero alla base di queste dimissioni. Un rapporto che risulterebbe condizionato dalla gestione impostata dal dirigente FCA. Una eventualità che, da quanto riportato, non sarebbe comunque gradita allo stesso Marchionne, data la programmata quotazione in Borsa ad ottobre della Ferrari.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Auto

    Maradona e la storia della sua Ferrari Testarossa nera

    Venduta all'asta nel 2014 per 250.000 euro gli fu regalata da Ferlaino per la vittoria del Mondiale del 1986
    Il più grande calciatore di tutti i tempi ci ha lasciati. Ieri pomeriggio la terribile notizia verso le 16 dall’Argentina